Vai al contenuto
Pippo19

Ripartizione spese - come faccio a restituire?

Faccio un esempio mi vengono pagate le quote dove rientrano spese di ascensore, pulizie e compenso amministratore etc..con diverse tabelle ABC ognuna con i sui millesimi....quando si deve sostenere una spesa esempio, IMU a condominiale o bollette, prendo i soldi dal c/c e pago, ovviamente non tutti hanno pagato la loro quota, quindi prendo dalla tab Anche, B e C.

Quando rientrano i soldi ed è di questo che sto parlando....come faccio a restituire?se tab A ha dei millesimi B e C sono tre tabelle e millesimi diversi...A 1000 B1000 C1000

Faccio un esempio mi vengono pagate le quote dove rientrano spese di ascensore, pulizie e compenso amministratore etc..con diverse tabelle ABC ognuna con i sui millesimi....quando si deve sostenere una spesa esempio, IMU a condominiale o bollette, prendo i soldi dal c/c e pago, ovviamente non tutti hanno pagato la loro quota, quindi prendo dalla tab Anche, B e C.

Quando rientrano i soldi ed è di questo che sto parlando....come faccio a restituire?se tab A ha dei millesimi B e C sono tre tabelle e millesimi diversi...A 1000 B1000 C1000

Tu non prendi i soldi da una tabella ma dal conto (cassa) in cui confluiscono le quote.

Alla fine farai il conto di quanto spettava pagare ad ogni condòmino per ciascuna spesa e quanto ha effettivamente versato e dovrai incassare o restituire il saldo negativo/positivo.

Ma tu sei l'amministratore?

Ma alla cassa i condomini hanno partecipato in tre tabelle diverse, bisogna indicare con quali soldi ho coperto determinate spese per essere trasparente e poter poi risalire a quanto ha pagato ogni condomino.

Se ho coperto le spese relative alla tab A prelevo in tabella A e compenso in tab A, se non ci sono i soldi in tab A come faccio?prelevo dalle altre parti no?e sbaglio!perchè dopo non potrò restituire i soldi in maniera equa!

Se ho coperto le spese relative alla tab A prelevo in tabella A e compenso in tab A, se non ci sono i soldi in tab A come faccio?prelevo dalle altre parti no?e sbaglio!perchè dopo non potrò restituire i soldi in maniera equa!

Le quote versate dai condòmini le devi considerare quote versate in acconto su TUTTE le spese relative a TUTTE le tabelle.

Per ogni spesa attribuita a ciascuna tabella attribuirai la quota a ciascun condòmino.

Alla fine farai il rendiconto di

quanto gli spettava pagare per il totale delle tabelle e quanto ha effettivamente versato.

Uscirà fuori un conguaglio in dare e in avere.

Noto che ti mancano le nozioni elementari di contabilità.

Vedi se riesci a prendere spunto dagli esempi al link qui di seguito, attenzionando ENTRATE - SPESE - RENDICONTO:

 

--link_rimosso--

Per cortesia se non siete all'altezza non intervenite nei forum con critiche inutili....secondo il tuo raggionamento le spese dell'ascensore devono confluire in un unico conto?NON è possibile perchè la quota che ho pagato per l'ascensore Tab C non è la stessa della tabella A dove confluiscono altre spese.Se sei un amministratore e fai questo sbagli, perché quando rientrano somme non rientrano per tabelle e tu non le potrai più ripartire.OGNI TABELLA CHIUDE CON 1000 e non si possono effettuare pagamenti con il cumulo di tutte le tabelle.

Prelevi per tabelle e restituisci per una sola tabella?se lo fai sbagli...

Almeno i millesimi del mio condominio sono divisi in questo modo...Tab A 1000/1000 Tab B1000/1000 Tab C 1000/1000...se fosse tab 700/1000 Tab B 200/1000 tab C 100/1000 allora si potrebbe fare il discorso che facevi prima!

 

- - - Aggiornato - - -

 

Allora se io pago 300 euro di ascensore e uno paga 0 euro di ascensore riprendi i 300 e paghi il compenso amministratore, dopo che rientrano i soldi del compenso amministratore li ripartisci in tabella A giusto?

Se dopo 20 anni di processo il giudice stabilisce che il condomino moroso deve pagare €10.000,00 come li ripartisci per i condomini?in tabella A...?Bravo!se invece hai diviso le tabelle tu determi l'importo da versare relativo a ogni tabella e poi puoi fare il totale...visto che fino a prima ti hanno pagato per TABELLA

Per cortesia se non siete all'altezza non intervenite nei forum con critiche inutili....secondo il tuo raggionamento le spese dell'ascensore devono confluire in un unico conto?NON è possibile perchè la quota che ho pagato per l'ascensore Tab C non è la stessa della tabella A dove confluiscono altre spese.Se sei un amministratore e fai questo sbagli, perché quando rientrano somme non rientrano per tabelle e tu non le potrai più ripartire.OGNI TABELLA CHIUDE CON 1000 e non si possono effettuare pagamenti con il cumulo di tutte le tabelle.

Prelevi per tabelle e restituisci per una sola tabella?se lo fai sbagli...

Suppongo tu non abbia guardato il link che ti ho indicato.

Io sono l'amministratore che amministra il condominio del link e porto la contabilità in quel modo.

Ho un solo conto corrente dove confluiscono i denari occorrenti per tutte le spese e non ho un conto corrente per ogni tabella.

Probabilmente sbaglio io e ti ho dato cattivi consigli.

Dimentica quanto ti ho detto a fai come ritieni giusto.

 

almeno i millesimi del mio condominio sono divisi in questo modo...Tab A 1000/1000 Tab B1000/1000 Tab C 1000/1000...se fosse tab 700/1000 Tab B 200/1000 tab C 100/1000 allora si potrebbe fare il discorso che facevi prima!

Se vedi qui la mia tabella di riparto a questo link

--link_rimosso--

ci sono 4 tabelle (tab1 -tab2 - tab3 - tab 6) e ciascuna tabella chiude con 1000/1000.

Nonostante tutto, unico conto e unico riparto per tabella con conguaglio generale su tutte le tabelle.

Sicuramente sono un improvvisato pasticcione.

Comunque ho guardato il link, a parte che tutti pagano di più e quindi è tutto più semplice, solo non mi è chiaro quando rientrano i soldi di uno che non ha pagato per anni come li restituisci?hai provato a fare il calcolo? vedi che vengono fuori importi diversi su questo convieni?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Se rientra un importo lo dovrai pure ripartire per qualche tabella no?vorrei sapere quale?

Comunque ho guardato il link, a parte che tutti pagano di più e quindi è tutto più semplice, solo non mi è chiaro quando rientrano i soldi di uno che non ha pagato per anni come li restituisci?hai provato a fare il calcolo? vedi che vengono fuori importi diversi su questo convieni?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Se rientra un importo lo dovrai pure ripartire per qualche tabella no?vorrei sapere quale?

Il rientro di soldi non è una spesa ma un'entrata.

Un moroso che paga il suo debito, saldando il suo conguaglio negativo permette di distribuire i conguagli positivi.

 

Poichè il bilancio va sempre a pareggio, se c'è il condomino Tizio che è debitore di 10.000 euro ci saranno altri condomini creditori per cui nello stato patrimoniale apparirà:

debiti verso condòmini €. 10.000,00

crediti verso condòmini €. 10.000,00

 

ESEMPIO debiti e crediti nel dettaglio:

-10.000 Sig. Rossi

+3.000 Sig. Bianchi

+2.000 Sig. Verdi

+4.000 Sig. Rossi

+1.000 Sig. Gialli

 

Quando il Sig. Rossi pagherà i suoi 10.000 euro di debito ciascuno dei creditori riceverà la sua parte come risultante dal dettaglio e lo stato patrimoniale diventerà ZERO debiti e ZERO crediti.

...ti ringrazio per la perseveranza nelle risposte, in ogni caso la ripartizione è quella che conoscevo anche io, cercavo persone che ne sapessero più di me, comunque viene fatta in maniera approssimativa e non in base alla quota effettivamente corrisposta, di questo mi auguro che te ne sia reso conto...la matematica non è un opinione.

Chi ha un ascensore in condominio e quindi ha più millesimi, paga i debiti di chi non paga e dopo aver atteso anni di processi aver pagato i legali, chi non ha pagato per niente l'ascensore a 0 millesimi beneficia perché la ripartizione viene fatta a mescafrancesca!Complimenti agli scienziati che vengono pagati per redigere i bilanci....

Mi rendo conto che diventa più difficile ci vorrebbe un bilancio per ogni tabella per i debiti e per i crediti, tre conti diversi, ma ti dico che ripartendo le entrate ("come le chiami tu" sempre i miei soldi sono!) semplicemente in base ai debiti e crediti, io vanto un credito di €2000 e invece ripartendo approssimativamente in quota percentuale per ogni tabella dovrei avere circa €3500 considerando comunque secondo me errata la ripartizione!In ogni caso grazie per la conferma!

 

- - - Aggiornato - - -

 

Comunque il forum mi è stato di aiuto a capire che tanti pasticciano...mi son confrontato con persone che ne sanno più di me da vicino e mi hanno confermato che la ripartizione delle "entrate" se calcolata in questo modo non viene a compensare le quote effettivamente versate.

Penso proprio che vista la tua saccenza non avessi bisogno del forum e penso proprio che peroprio leonardo..tutto sia..tranne un "pasticcione". Mi sa tanto che hai seri problemi basilari di contabilità....ma davvero seri.

...Comunque il forum mi è stato di aiuto a capire che tanti pasticciano...mi son confrontato con persone che ne sanno più di me da vicino e mi hanno confermato che la ripartizione delle "entrate" se calcolata in questo modo non viene a compensare le quote effettivamente versate.

Purtroppo io non sono un professionista. Sono solo un ex operaio pensionato, amministratore interno e senza studi particolari per cui probabilmente pasticcio perchè mi mancano le basi di matematica ma finchè nessuno si lamenta... tiro a campare.

Se ti sei già confrontato da vicino con persone qualificate che ti hanno confermato le tue teorie, sicuramente e meglio credere a chi puoi guardare in faccia che a un anonimo che scrive sul forum.

 

Ti auguro che anche sul forum intervengano amministratori professionisti a confermarti il tuo pensiero e che tanti, come nel mio caso, sono dei gran pasticcioni e non conoscono, come non conosco io, il significato di "stato patrimoniale" che io continuo a presentare, sbagliando, indicando crediti e debiti dei condòmini come in questo mio fac simile:

--img_rimossa--

Purtroppo io non sono un professionista. Sono solo un ex operaio pensionato, amministratore interno e senza studi particolari per cui probabilmente pasticcio perchè mi mancano le basi di matematica ma finchè nessuno si lamenta... tiro a campare.

Se ti sei già confrontato da vicino con persone qualificate che ti hanno confermato le tue teorie, sicuramente e meglio credere a chi puoi guardare in faccia che a un anonimo che scrive sul forum.

 

Ti auguro che anche sul forum intervengano amministratori professionisti a confermarti il tuo pensiero e che tanti, come nel mio caso, sono dei gran pasticcioni e non conoscono, come non conosco io, il significato di "stato patrimoniale" che io continuo a presentare, sbagliando, indicando crediti e debiti dei condòmini come in questo mio fac simile:

--img_rimossa--

Ciao Leo, parole sante le tue.

Le condivido in pieno.

Ciao

Altro scienziato che ripartisce le entrate in un unico conto...a prescindere dal fatto che le polemiche non mi interessano, anche tu ripartisci le entrate in quel modo?se vuoi rispondere fallo con i fatti dimostra il contrario, se sei capace,altrimenti evitate le polemiche!NON mi interessano!Grazie

Le entrate che vengono dalle morosità non possono essere ripartite semplicemente in base ai debiti che ha ogni condomino, in quanto la compartecipazione deriva dal conteggio di tabelle millesimali diverse.Si può fare solo se vengono ripartiti debiti e crediti di ogni tabella.Se è vero ciò che dico me lo confermate se è falso in quanto credete che quella ripartizione sia corretta mi spiegate il perchè se siete capaci se no per favore non aggiungete altro per favore non serve.Evitate commenti inutili...!!Grazie

Le entrate che vengono dalle morosità non possono essere ripartite semplicemente in base ai debiti che ha ogni condomino, in quanto la compartecipazione deriva dal conteggio di tabelle millesimali diverse.Si può fare solo se vengono ripartiti debiti e crediti di ogni tabella.Se è vero ciò che dico me lo confermate se è falso in quanto credete che quella ripartizione sia corretta mi spiegate il perchè se siete capaci se no per favore non aggiungete altro per favore non serve.Evitate commenti inutili...!!Grazie

Nei limiti delle mie possibilità cercherò di mettere tutta la mia capacità a spiegare, ma se non ci metti un po' di impegno anche tu nel capire forse è meglio non aggiungere altro.

Il condominio è un insieme di proprietari.

Se c'è un proprietario moroso verso il condominio chi è il creditore?

Il creditore è il condominio e cioè tutti gli altri proprietari.

Se un moroso deve dare 1.000 euro al condominio significa che deve dare 1.000 euro agli altri proprietari che hanno anticipato per lui.

Dal riparto CONSUNTIVO delle spese risulta di quanto è creditore ciascun proprietario.

Dei 1.000 euro c'è chi è creditore di 200, chi di 300, chi di 100 e chi di 400.

 

La cassa risulta vuota a zero ma contabilmente il moroso deve dare 1.000 e ci sono 4 proprietari che devono avere rispettivamente 200, 300, 100, 400.

 

Quando il moroso paga i suoi 1.000 euro, in contabilità si registra un versamento personale del moroso di 1.000 euro.

In contabilità risulteranno 1.000 euro in cassa ed il moroso non avrà più ne debiti ne crediti.

Restituendo i 1.0000 euro ai proprietari creditori così come indicato in consuntivo, ad uno 200, ad uno 300, ad uno 400 e ad uno 100, la cassa resterà vuota (a ZERO) ma tutti i creditori saranno soddisfatti ed il moroso non avrà più debiti, ricominciando tutti alla pari da zero.

 

Se invece per far fronte a spese urgenti, in attesa che il moroso pagasse i suoi 1.000 euro, l'assemblea ha deliberato di creare un fondo provvisorio di 1.000 euro mettendo una quota ciascuno, quando il moroso pagherà i 1.000 euro la cifra sarà restituita a chi la ha anticipata nello stesso modo in cui è stata versata:

- se è stato creato il fondo partecipando in parti uguali sarà restituito il fondo in parti uguali;

- se è stato creato il fondo partecipando con la tabella A sarà restituito il fondo con la tabella A

- se è stato creato il fondo partecipando con la tabella B sarà restituito il fondo con la tabella B

- se ci è stato un solo proprietario che ha creato il fondo mettendo da solo tutti i 1.000 euro gli saranno restituiti tutti a lui.

Mi ripartite €10.000 in questo file che vi ho allegato?credo che se non conoscete quanto è stato versato in ogni tabella mi sa che non ci riuscite.

image.jpg

Non li ripartite in parti uguali perché abbandono il forum!bisogna ripartirli in base a debiti e crediti di ogni condomino!forse con i numeri è diverso...

Mi ripartite €10.000 in questo file che vi ho allegato?credo che se non conoscete quanto è stato versato in ogni tabella mi sa che non ci riuscite.

Solo le spese e gli incassi condominiali sono ripartiti per tabella.

Se si tratta di un versamento personale di un moroso va accreditato sul conto personale di chi versa (il moroso).

I 10.000 euro puoi ripartirli anche in parti uguali tra tutti gli altri proprietari creditori e ciascuno conserverà il proprio saldo detratta la quota che incassa.

 

Se uno dei 3 deve dare 10.000 euro vuol dire che gli altri due sono creditori.

Devi mostrare lo stato patrimoniale ed il conguaglio per ciascun condòmino per avere una risposta.

Nei limiti delle mie possibilità cercherò di mettere tutta la mia capacità a spiegare, ma se non ci metti un po' di impegno anche tu nel capire forse è meglio non aggiungere altro.

Il condominio è un insieme di proprietari.

Se c'è un proprietario moroso verso il condominio chi è il creditore?

Il creditore è il condominio e cioè tutti gli altri proprietari.

Se un moroso deve dare 1.000 euro al condominio significa che deve dare 1.000 euro agli altri proprietari che hanno anticipato per lui.

Dal riparto CONSUNTIVO delle spese risulta di quanto è creditore ciascun proprietario.

Dei 1.000 euro c'è chi è creditore di 200, chi di 300, chi di 100 e chi di 400.

 

La cassa risulta vuota a zero ma contabilmente il moroso deve dare 1.000 e ci sono 4 proprietari che devono avere rispettivamente 200, 300, 100, 400.

 

Quando il moroso paga i suoi 1.000 euro, in contabilità si registra un versamento personale del moroso di 1.000 euro.

In contabilità risulteranno 1.000 euro in cassa ed il moroso non avrà più ne debiti ne crediti.

Restituendo i 1.0000 euro ai proprietari creditori così come indicato in consuntivo, ad uno 200, ad uno 300, ad uno 400 e ad uno 100, la cassa resterà vuota (a ZERO) ma tutti i creditori saranno soddisfatti ed il moroso non avrà più debiti, ricominciando tutti alla pari da zero.

 

Se invece per far fronte a spese urgenti, in attesa che il moroso pagasse i suoi 1.000 euro, l'assemblea ha deliberato di creare un fondo provvisorio di 1.000 euro mettendo una quota ciascuno, quando il moroso pagherà i 1.000 euro la cifra sarà restituita a chi la ha anticipata nello stesso modo in cui è stata versata:

- se è stato creato il fondo partecipando in parti uguali sarà restituito il fondo in parti uguali;

- se è stato creato il fondo partecipando con la tabella A sarà restituito il fondo con la tabella A

- se è stato creato il fondo partecipando con la tabella B sarà restituito il fondo con la tabella B

- se ci è stato un solo proprietario che ha creato il fondo mettendo da solo tutti i 1.000 euro gli saranno restituiti tutti a lui.

Leonardo hai fatto una analisi perfetta, non potevi spiegarla meglio, il fatto è che un bilancio condominiale è più semplice di quello che uno vuole supporre, a volte alcuni ci si impegnano a creare complicazioni però, come di incanto, il bilancio condominiale era, è, e sarà sempre semplicissimo.......ed ad ogni complicazione inventata, pensata, studiata, elaborata,.......tornerà alla fine dei conti ad essere semplicissimo, ora e per sempre!!!!!

Ciao

×