Vai al contenuto
IOcondominio

Ripartizione Spesa forza motrice autoclave

Salve,

secondo voi è corretto ripartire la spesa ENEL per forza motrice autoclave in proporzione ai metri cubi di consumo idrico?

Salve,

secondo voi è corretto ripartire la spesa ENEL per forza motrice autoclave in proporzione ai metri cubi di consumo idrico?

Si, è corretto perchè l'autoclave entra in funzione quando la pressione diminuisce a causa del prelievo d'acqua e quindi più acqua si consuma e più l'autoclave entra in funzione.

Perfetto. ... volevo una conferma.

Ora per cambiare il metodo di ripartizione da millesimi di proprietà a consumo idrico che maggioranza ci vuole?

Il Regolamento non dice niente e per anni la spesa è stata suddivisa per millesimi ed ora che finalmente sono stati installati i contatori dell'acqua, i proprietari di appartamenti non abitati vogliono cambiare, giistamente, il metodo di ripartizione.

C'è stato un fatto concludente e cioè che le spese sono state ripartite per mill., quindi ora per cambiare secondo me occorre l'unanimità.

Perfetto. ... volevo una conferma.

Ora per cambiare il metodo di ripartizione da millesimi di proprietà a consumo idrico che maggioranza ci vuole?

Il Regolamento non dice niente e per anni la spesa è stata suddivisa per millesimi ed ora che finalmente sono stati installati i contatori dell'acqua, i proprietari di appartamenti non abitati vogliono cambiare, giistamente, il metodo di ripartizione.

Secondo me è stato giusto il riparto per millesimi di proprietà in questi anni perchè non potevano essere desunti i consumi personali.

Da oggi c'è un fatto nuovo: sono stati istallati i contatori personali e solo da oggi è possibile ripartire la spesa con il criterio del secondo comma art. 1123:

"Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne."

A mio avviso solo se a partire da oggi si continuerà a ripartire per millesimi di proprietà tra molti anni si potrà parlare di fatti concludenti.

 

Vista la possibilità che a partire da oggi è data di ripartire con il criterio legale del 2° comma art. 1123 io ritengo che sia sufficiente ripartire con tale criterio e far approvare il rendiconto (per l'approvazione è sufficiente la maggioranza semplice).

I dissenzienti potranno impugnare ma la vedo dura invocare i fatti concludenti.

 

P.S. Per ripartire l'energia elettrica dell'autoclave in proporzione ai consumi acqua è necessario conoscere con certezza l'effettivo consumo dell'autoclave per cui le soluzioni sono 2:

a) installazione di un contatore a defalco a monte dell'autoclave per determinarne i consumi esclusivi

b) individuare una percentuale della bolletta (nel nostro condominio abbiamo stabilito il 40%) da ripartire in proporzione al consumo acqua. In tal caso la percentuale dovrà essere approvata con delibera all'unanimità di 1000 millesimi.

 

Se non viene attuata la soluzione A o B, gioco forza si dovrà continuare a ripartire per millesimi di proprietà.

Abbiamo fatto stabilire da un tecnico il consumo autoclave ed influisce per circa il 45%.

Io volevo ormai portare il consuntivo con il vecchio metodo di ripartizione e dalla prossima gestione iniziare con la ripartizione in proporzione al consumo idrico. In tal modo posso portare il punto in discussione in fase di approvazione del preventivo.

×