Vai al contenuto
Piercs

Ripartizione sanzioni/interessi di mora per ritardato pagamento fornitori

Salve,

come si ripartiscono le sanzioni/interessi di mora addebitati dal fornitore in fattura per ritardato pagamento?

 

In particolare, al pagamento di tali spese partecipano anche i condomini "virtuosi" con il pagamento delle quote condominiali o solo i condomini morosi?

 

Esistono riferimenti normativi/sentenza in merito?

 

Ringrazio in anticipo chi vorrà rispondere

come principio di buon senso anch'io penso questo ma esistono riferimenti oggettivi (normative o sentenze)?

Millesimi di proprietà tra tutti e non solo i morosi.

 

All’inadempiente, salvo diversa indicazione contenuta nel regolamento contrattuale, possono essere richieste solamente le quote condominiali e non anche penali o altre somme variamente nominate. Se l’assemblea, senza il consenso di tutti i comproprietari, dovesse disporre in tal senso la relativa deliberazione sarebbe da considerarsi nulla e come tale impugnabile in ogni momento da chiunque v’avesse interesse (Suprema Corte di Cassazione 18 maggio 2011, n. 10929).

Ti ringrazio per il riferimento alla Sentenza anche se non è perfettamente pertinente; qui non si tratta di voler comminare sanzioni o interessi ai condomini morosi ... ma, semplicemente, di voler ripartire le spese connesse ai ritardi nei pagamenti a quei condomini che, non pagando in tempo le quote condominiali, causano il ritardo dell'amministratore nel pagamento di una fattura e la conseguente sanzione/interesse da parte del fornitore.

 

E' chiaro che, se non esistono sentenze specifiche, l'unico riferimento assimilabile è la sentenza della Cassazione sopra citata.

 

Mi rimane comunque intatto il sentimento di profonda ingiustizia nei confronti dei condomini virtuosi... "sed ... dura lex sed lex"

×