Vai al contenuto
giannic

Ripartizione costo revisione tabelle millesimali

Buongiorno,

in un condominio circa il 50% dei proprietari ha apportato modifiche (alterando per più di un 1/5 il valore proporzionale originario) alle proprie unità immobiliari e di conseguenza si è resa necessaria la revisione dei millesimi.

L'art. 69 statuisce che "quando, per le mutate condizioni di una parte dell'edificio, in conseguenza di sopraelevazione, di

incremento di superfici o di incremento o diminuzione delle unità immobiliari, è alterato per più di un quinto il valore proporzionale dell'unità immobiliare anche di un solo condomino. In tal caso il relativo costo è sostenuto da chi ha dato luogo alla variazione"[/i].

Vorrei sapere se il costo per la revisione delle tabelle millesimali deve essere ripartito tra chi ha dato luogo alle variazioni

1) in parti uguali?

2) in proporzione all'aumento dei millesimi rispetto a quelli originari?

3) esistono altre metodologie di ripartizione?

Ringrazio fin d'ora chi vorrà rispondere.

Saluti

Secondo il mio parere la partizione della spesa andrebbe calcolata sui mlm risultanti dalla nuova tabella millesimale.

Grazie per la risposta, ma dividendo per i nuovi millesimi ottenuti può capitare che chi ha i millesimi maggiori paghi di più nonostante, magari, nella realtà abbia effettuato un aumento di superficie/volume minore di chi ha millesimi inferiori.

Grazie per la risposta, ma dividendo per i nuovi millesimi ottenuti può capitare che chi ha i millesimi maggiori paghi di più nonostante, magari, nella realtà abbia effettuato un aumento di superficie/volume minore di chi ha millesimi inferiori.
Devi anche calcolare che se era da solo pagava tutto lui e che da quel momento in poi tutte le spese saranno influenzate da quella nuova tabella.
×