Vai al contenuto
Franco1006

Riparazioni parti condominiali.

Spettabile Condominio Web,

Con la presente vorrei segnalare che siamo proprietari d’un appartamento in una cittadina, posta sulla riviera ligure di ponente. Il relativo Condominio sorge su una zona rialzata, dove sulla parte alta laterale è presente una fioriera ed una piazzetta d’accesso al palazzo condominiale. Sotto tale zona sorge un locale adibito a negozio. Facciamo presente che questo cortiletto d’ingresso, che svolge da copertura alla bottega sottostante, è concesso ai condomini relativi solo per il diritto d’utilizzo di passaggio pedonale, al fine di accedere o lasciare il proprio palazzo, mentre la proprietà della stessa area risulta, come scritto sul nostro Rogito in merito, in possesso esclusivo del costruttore del connesso edificio. La manutenzione ordinaria della detta piazzetta (pulizia, ect.) è gestita dall’amministratore del medesimo Condominio.

Tutt’ora si stanno verificando nella struttura del citato cortile delle infiltrazioni d’acqua piovana, le quali stanno creando delle macchie nere nel sottostante negozio, con sbriciolamento del relativo intonaco e conseguente danneggiamento del sua attività commerciale.

Chi dovrebbe pagare le spese per la ripavimentazione ed impermeabilizzazione del cortiletto in discussione, il costruttore, che si è riservato la proprietà di quest’ultimo, od i condomini in merito?

Quale articolo del Codice Civile e/o altre normative vigenti trattano tale argomento?

Grazie.

Distinti Saluti.

Siccome lo utilizzate tutti,tutti partecipate alla spesa come già avviene con le pulizie.

Ripartizione in base l'art.1125cc.

Siccome lo utilizzate tutti,tutti partecipate alla spesa come già avviene con le pulizie.

Ripartizione in base l'art.1125cc.

Se ho ben capito dall'articolo 1125cc, non dovremmo essere tutti noi condimini ad effettuare la relativa riparazione, ma questa dovrebbe essere ripartita unicamente, nel nostro caso pertinente, dal costruttore (proprietario del cortile sovrastante) e dal titolare del negozio.

Esatto?

Facciamo presente che questo cortiletto d’ingresso, che svolge da copertura alla bottega sottostante, è concesso ai condomini relativi solo per il diritto d’utilizzo di passaggio pedonale, al fine di accedere o lasciare il proprio palazzo, mentre la proprietà della stessa area risulta, come scritto sul nostro Rogito in merito, in possesso esclusivo del costruttore del connesso edificio.

Ho una visione della problematica completamente diversa.

C'è una piazzetta parificabile al lastrico solare che funge da copertura ad una proprietà sottostante (il negozio). Su questa piazzetta di proprietà esclusiva del Costruttore fin dall'origine il Costruttore stesso ha acceso una servitù di passaggio a favore di tutti i condòmini costituenti il Condominio.

Si potrebbe pensare all'applicazione del 1126 c.c. in virtù del fatto che la piazzetta sia equiparabile al lastrico ad uso esclusivo, ma la presenza della determinante e qualificante funzione di accesso ( dovuta alla servitù di passaggio a favore dei condòmini) mi porta a concludere per l'applicazione del 1125 c.c. con riparto delle spese al 50% fra soprastante e sottostante eccettuate le opere dettagliate nell'articolo medesimo che rimarranno a carico di soprastante e sottostante.

Però, a mio avviso, il riparto delle spese interesserà solo il Costruttore (Proprietà soprastante) ed il negozio (Proprietà sottostante) qualora la servitù ai condomini sia stata concessa senza alcun espresso e specifico obbligo di partecipazione a questa tipologia di spesa/riparazione.

×