Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
nicols

Riparazione portone condominio

Buona sera a tutti

chiedo se è corretto dividere le spese per una riparazione del portone secondo la tabella millesimale D - E , noi con questa tabella dividiamo le spese di pulizia scale e illuminazione su tutti i piani

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buona sera a tutti

chiedo se è corretto dividere le spese per una riparazione del portone secondo la tabella millesimale D - E , noi con questa tabella dividiamo le spese di pulizia scale e illuminazione su tutti i piani.

Le spese per la riparazione del portone, fatto salvo altri accordi unanimi o convenzioni diverse va ripartita per mlm di proprietà, 1° comma art. 1123 cc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per l'immediata risposta , sono in sintonia con lei

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie per l'immediata risposta , sono in sintonia con lei

SEMPRE CHE.... nel regolamento condominiale contrattuale non sia stabilito che le spese del portone facciano parte delle spese per le scale...

La norma (e l'intelligenza) dovrebbero portare verso la contabilizzazione delle spese per il portone verso "spese per la proprietà comune". Ma, non sempre, chi redige i regolamenti condominiali usa l'intelligenza. A volte lo fanno per convenienza a volte per incapacità...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
SEMPRE CHE.... nel regolamento condominiale contrattuale non sia stabilito che le spese del portone facciano parte delle spese per le scale...

La norma (e l'intelligenza) dovrebbero portare verso la contabilizzazione delle spese per il portone verso "spese per la proprietà comune". Ma, non sempre, chi redige i regolamenti condominiali usa l'intelligenza. A volte lo fanno per convenienza a volte per incapacità...

Infatti se nel RdC Contrattuale è stabilito che le spese del portone facciano parte delle spese per le scale è una convenzione come avevo detto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Infatti se nel RdC Contrattuale è stabilito che le spese del portone facciano parte delle spese per le scale è una convenzione come avevo detto.

Tullio... ti conosco (professionalmente) troppo bene... La mia aggiunta non era diretta a te... era solo un completamento... 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Tullio... ti conosco (professionalmente) troppo bene... La mia aggiunta non era diretta a te... era solo un completamento... 🙂Scusa non l'avevo capito :oops:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buona sera a tutti

chiedo se è corretto dividere le spese per una riparazione del portone secondo la tabella millesimale D - E , noi con questa tabella dividiamo le spese di pulizia scale e illuminazione su tutti i piani

*

dipende!

cosa dice il regolamento condominiale, se esiste?

vi è stato per caso un precedente in proposito?

anche se le consuetudini fossero diverse a chi chiede di applicare la tabella di proprietà, la più corretta e stabilita dal c.c., a questi bisogna rispondere con l'applicazione delle leggi, c.c..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

il c.c. art 1123, come spesso accade nelle leggi italiane, non è veritiero alla realtà. In effetti la ripartizione deve essere fatta in base all'uso, quindi avendone un uso paritario , deve essere diviso in parti uguali in relazione al numero dei condomini della scala. Perchè logicamente per le spese di ascensore, illuminazione,pulizia etc etc il condomino dei piani alti , può utilizzare abitualmente tutta la scala, e quindi è giusto il riparto per millesimi di scala.Per il citofono, portone, cassette lettere, eventuale(solo) androne,l'uso è unitario e paritario , quindi il riparto de ve essere fatto in parti uguali.Cass. 29 gennaio 2000, n. 1033 e proprio per interventi sul portone Cass. 16 febbraio 2001, n. 2301).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

buonasera mi intrometto nella discussione chiedendovi, ma la spesa spetta al proprietario o all'affittuario ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
il c.c. art 1123, come spesso accade nelle leggi italiane, non è veritiero alla realtà. In effetti la ripartizione deve essere fatta in base all'uso, quindi avendone un uso paritario , deve essere diviso in parti uguali in relazione al numero dei condomini della scala. Perchè logicamente per le spese di ascensore, illuminazione,pulizia etc etc il condomino dei piani alti , può utilizzare abitualmente tutta la scala, e quindi è giusto il riparto per millesimi di scala.Per il citofono, portone, cassette lettere, eventuale(solo) androne,l'uso è unitario e paritario , quindi il riparto de ve essere fatto in parti uguali.Cass. 29 gennaio 2000, n. 1033 e proprio per interventi sul portone Cass. 16 febbraio 2001, n. 2301).
Mentre per l'uso dell'ascensore, pulizia ed illuminazione delle scale è possibile usare criterio proporzionale, ovvero chi abita più in alto più paga, ovvero il 2°c. art. 1123 cc, per l'uso del portone non è possibile usare nessun metodo, fatto salvo non si installi un contatore per conteggiare chi usa più volte il portone per entrare ed uscire, per cui non essendoci questa modalità si usa il 1°c. art. 1123 cc
buonasera mi intrometto nella discussione chiedendovi, ma la spesa spetta al proprietario o all'affittuario ?
La riparazione spetta al conduttore, la sostituzione al proprietario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ok, Tullio, sostanzialmente hai confrrmato il mio pensiero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La riparazione spetta al conduttore, la sostituzione al proprietario.

ok grazie Tullio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
il c.c. art 1123, come spesso accade nelle leggi italiane, non è veritiero alla realtà. In effetti la ripartizione deve essere fatta in base all'uso, quindi avendone un uso paritario , deve essere diviso in parti uguali in relazione al numero dei condomini della scala. Perchè logicamente per le spese di ascensore, illuminazione,pulizia etc etc il condomino dei piani alti , può utilizzare abitualmente tutta la scala, e quindi è giusto il riparto per millesimi di scala.Per il citofono, portone, cassette lettere, eventuale(solo) androne,l'uso è unitario e paritario , quindi il riparto de ve essere fatto in parti uguali.Cass. 29 gennaio 2000, n. 1033 e proprio per interventi sul portone Cass. 16 febbraio 2001, n. 2301).

*

trattasi di semplice interpretazione personale e del....caso.

 

- - - Aggiornato - - -

 

ok, Tullio, sostanzialmente hai confrrmato il mio pensiero

*

bisogna tener presente che l'installazione del contatore non è possibile se non c'è l'unanimità dei consensi.

trattasi di un problema di privacy. il garante lo vieta!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
bisogna tener presente che l'installazione del contatore non è possibile se non c'è l'unanimità dei consensi.

trattasi di un problema di privacy. il garante lo vieta!

A parte la spesa per un contatore per calcolare l'uso del portone (entrata/uscita di ogni utente condomino) che sarebbe esosa rispetto al risultato, non vedo perchè il Garante della Privacy dovrebbe proibire/vietare una simile installazione, non essendo leso nessun dato sensibile riguardo la privacy dei condomini.

Esiste qualche norma che lo vieta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ringrazio a tutti per la risposta, se ho capito bene ci puo' stare bene la tabella di proprietà o parti uguali , ma è assolutamente scorretto la divisione secondo la tabella delle pulizie dove chi abita sui piani alti paga di più

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×