Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
pitoro

Riforma condominio per l'amministratore

Sembra che con la riforma del condominio ormai imminente l'amministratore debba attivarsi entro quattro mesi per riscuotere dai morosi mediante decreto ingiuntivo, e possa finalmente staccare i servizi a chi non paga SENZA che questo sia specificato sul regolamento condominiale.

Ed il nostro amministratore che dopo 4 anni di morosità non ha mai fatto un decreto ingiuntivo come farà a giustificarsi per evitare di rispondere in solido insieme ai morosi dei debiti condominiali come dice la riforma? Grazie a chi vorrà rispondermi e buon lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ti sei già risposto quando sarà approvata la riforma sarà solidale anche lui.

C'è un ma in generale, quanti costi in più avrete come condomini da anticipare per le spese legali?? ci avete pensato ogni decreto e solo quello fra tasse e avvocato costa a dir poco 1000€.

 

Penso a quanti pianti farete......

 

Modificato Da - Kyr il 01 Mar 2011 16:47:22

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non credo che sarà retroattivo.

La retroattività viene applicata per salvare non per inguaiare.

NaCaSa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

cainano docet!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

non ho letto, ma mi auguro che pongano una soglia (in percentuale spero) per non impantanarsi in beghe per magari pochi euro.

tutti decreti per cautelarsi ?!?!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

se ti vuoi tutelare da solidarietà passive arriverà il punto che per anche 300€ dovrai fare il decreto, non vedo altre strade

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Kyr il 01 Mar 2011 - 16:44:09: ti sei già risposto quando sarà approvata la riforma sarà solidale anche lui.

C'è un ma in generale, quanti costi in più avrete come condomini da anticipare per le spese legali?? ci avete pensato ogni decreto e solo quello fra tasse e avvocato costa a dir poco 1000€.

 

Penso a quanti pianti farete......

 

Modificato Da - Kyr il 01 Mar 2011 16:47:22

Ma vuoi mettere la soddisfazione di punire finalmente chi non paga con la sospensione del servizio? E intanto le spese le riprendiamo quando le case vanno all'asta o con i pignoramenti del quinto di pensioni e stipendi. Spero che la riforma arrivi presto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

è vero ma se il contatore dell'acqua è all'interno della proprietà come fai ad entrare decreto del giudice 800€. contro una spesa di 100€ annui?

Come fai a vietargli l'ascensore o a chiudere il riscaldamento centralizzato utopie....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Intanto si toglie l'acqua che per quanto ci riguarda è il costo più oneroso. L'ascensore non c'è e nemmeno il riscaldamento centralizzato. Se l'amministratore non paga la bolletta condominiale causando il distacco dell'acqua a mia madre anziana, pagante e sola lo porto in tribunale e se posso lo rovino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Kyr il 01 Mar 2011 - 16:53:29: se ti vuoi tutelare da solidarietà passive arriverà il punto che per anche 300€ dovrai fare il decreto, non vedo altre strade

allora sarà opportuno far deliberare in assemblea una cifra minima al di sotto della quale si attende: quando magari dopo "n" mesi o l'anno successivo la soglia sarà superata, si agisce ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Anche come dici tu và bene. L'importante è far pagare forzatamente i morosi e togliere dal mercato gli amministratori inadempienti per una promozione sociale. L'amministratore è un professionista e deve informarsi se vuol fare questo mestiere. Il moroso non deve poter più approfittarsi degli onesti. Questa è la ratio della riforma. E comunque circa il contatore se l'amministratore agisce in forza di legge può staccare l'utenza al moroso con i mezzi che può magari facendosi accompagnare dalle forze dell'ordine etc. etc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da NaCaSa2 il 01 Mar 2011 - 16:46:19: Non credo che sarà retroattivo.

La retroattività viene applicata per salvare non per inguaiare.

NaCaSa

 

Beh non è detto. Comunque da 4 mesi a 4 anni ce ne passa come attesa per attivarsi. Ma interessante è anche la sospensione del servizio senza passare per il regolamento condominiale com'era fino ad ora. Finalmente giustizia per chi paga!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da pitoro il 01 Mar 2011 - 17:07:14: Intanto si toglie l'acqua che per quanto ci riguarda è il costo più oneroso. L'ascensore non c'è e nemmeno il riscaldamento centralizzato. Se l'amministratore non paga la bolletta condominiale causando il distacco dell'acqua a mia madre anziana, pagante e sola lo porto in tribunale e se posso lo rovino.

non so se togliere l'acqua sia da considerarsi come "limitazione dell'uso di servizi comuni" (sicuramente potrebbe esserlo l'ascensore o il riscaldamento) per cui l'amministratore può agire .

da noi ognuno ha un singolo contratto con il gestore del servizio idrico e non è quindi un "servizio comune"; però ci sono casi e casi.

non credere poi che i tempi di riscossione siano rapidi; può essere che tutto sia stato fatto, ma i soldini comunque non ci sono e qualcosa salta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da pitoro il 01 Mar 2011 - 17:20:57: Anche come dici tu và bene. L'importante è far pagare forzatamente i morosi e togliere dal mercato gli amministratori inadempienti per una promozione sociale. L'amministratore è un professionista e deve informarsi se vuol fare questo mestiere. Il moroso non deve poter più approfittarsi degli onesti. Questa è la ratio della riforma. [...]

sono comunque d'accordo: forse una pena più "seria" che non sia quella delle spese legali e accessorie farebbe più da "facilitatore di pagamento"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da pitoro il 01 Mar 2011 - 17:07:14: Intanto si toglie l'acqua che per quanto ci riguarda è il costo più oneroso. L'ascensore non c'è e nemmeno il riscaldamento centralizzato. Se l'amministratore non paga la bolletta condominiale causando il distacco dell'acqua a mia madre anziana, pagante e sola lo porto in tribunale e se posso lo rovino.

 

di dove sei?

perchè diversi magistrati in puglia, non danno il d.i. per le morosità dell'acqua che è una spesa personale, anche se la bolletta è del condominio :-) e purtroppo i magistrati possono dire no e non dire come secondo loro bisognerebbe fare

 

e per quanto ne sò, nessun magistrato in Italia consentirebbe la dismissione del servizio dell'acqua al condomino moroso, seppur in presenza di regolamento contrattuale

il mio legale mi raccontava di un caso del genere dove non solo lo prevedeva il reg del condominio, ma lo diceva anche il contratto di locazione, il magistrato ha detto NO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

vero.

l'acqua è un bene primario essenziale e non può esserne sospesa l'erogazione (in alcuni casi anche a fronte di debiti verso il getore idrico).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Beh credo che se non si può togliere l'acqua al condomino moroso figuriamoci a chi invece paga. Giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da pitoro il 01 Mar 2011 - 18:18:35: Beh credo che se non si può togliere l'acqua al condomino moroso figuriamoci a chi invece paga. Giusto?

giusto !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

si ma la materia non era il togliere l'acqua, era fare i decreti ingiuntivi entro i tre mesi o quattro quelli che sono, l'acqua non la tolgono a nessuno toglietivi dalla testa certe cose cari condomini, il mondo dall' altra parte non lo conoscete e siete bravissimi a sparare sentenze. Venite una settimana dall'altra parte così vi rendete contro delle bufale che sparate!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da Kyr il 01 Mar 2011 - 20:50:06: si ma la materia non era il togliere l'acqua, era fare i decreti ingiuntivi entro i tre mesi o quattro quelli che sono, l'acqua non la tolgono a nessuno toglietivi dalla testa certe cose cari condomini, il mondo dall' altra parte non lo conoscete e siete bravissimi a sparare sentenze. Venite una settimana dall'altra parte così vi rendete contro delle bufale che sparate!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scritto da Kyr il - 01 Mar 2011 : 16:53:29

quote: se ti vuoi tutelare da solidarietà passive arriverà il punto che per anche 300€ dovrai fare il decreto, non vedo altre strade

Quoto in pieno questa considerazione.

Secondo me anche per Euro 100, altrimenti il vizietto di non pagare le piccole spesucce che comunque devono essere pagate, rimarrà sempre.

E poi alla fine, come al solito, qualcuno dovrà pur pagarli sti Euro 100 e così vennero ripartiti per tutti.....come al solito, appunto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da ale66 il 02 Mar 2011 - 15:27:32:

perchè dici che alla fine sti 100 euro verrebbero ripartiti fra tutti ...

resta un debito del singolo che si incrementerà (o diminuirà) anno dopo anno, ma sempre un suo debito resta fino a che l'amministratore fa il decreto.

se poi l'assemblea decide di "fare beneficenza" può farlo (non so con quali maggioranze), ma non decide mica chi amministra ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Questo è il testo Legge per ora approvato al senato. Col cavolo che farei l'ammnistratore condominiale....

 

Art. 19.

 

1. L’articolo 63 delle disposizioni per l’attuazione del codice civile e disposizioni transitorie, di cui al regio decreto 30 marzo 1942, n. 318, è sostituito dal seguente:

 

«Art. 63. – Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall’assemblea e per la riscossione delle sanzioni irrogate a norma dell’articolo 70, l’amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori del condominio non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi e l’eventuale ricorso a strumenti coattivi di riscossione ai sensi dell’articolo 1129, nono comma, del codice.

 

I creditori del condominio non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti, se non dopo l’escussione degli altri condomini.

In caso di mora nel pagamento dei contributi che si sia protratta per un quadrimestre, l’amministratore può sospendere il condomino moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato, salvo che l’autorità giudiziaria, adita anche in via d’urgenza, riconosca l’essenzialità del servizio per la realizzazione di diritti fondamentali della persona e l’impossibilità oggettiva del ricorso a mezzi alternativi.

Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente.

Chi cede diritti su unità immobiliari resta obbligato solidalmente con l’avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui è trasmessa all’amministratore copia autentica del titolo che determina il trasferimento del diritto».

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

pensa a tutti quelli che lo fanno in condizioni si vanno a trovare.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

questo è l'attuale art. 63

 

"Art. 63 Disp. Att. (Riscossione contributi - Condomino subentrante - mora nei pagamenti)

Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea, l'amministratore può ottenere decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione. Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente. In caso di mora nel pagamento dei contributi, che si sia protratta per un semestre, l'amministratore, se il regolamento di condominio ne contiene l'autorizzazione, può sospendere al condomino moroso l'utilizzazione dei servizi comuni che sono suscettibili di godimento separato."

 

forse non realizzo le grosse differenze se non che da un semestre passa a quattro mesi per eventualmente sospendere l'utilizzazione dei servizi comuni.

c'è poi maggior chiarezza per ciò che l'ammi deve dare al creditore, ma sono carte e conteggi che ha sempre a disposizione ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×