Vai al contenuto
dejan66

Richiesta riparazione spese per opere strutturali

Salve vivo in un condomino di uno stabile di 2 piani con box e mansarda. A seguito di lavori per la ristrutturazione del tetto i 2 condomini proprietari del box hanno chiesto personalmente alla ditta esecutrice un capitolato per la ristrutturazione del box, questo senza comunicare nulla agli altri condomini. Ora esigono la ripartizione delle spese per il box fra tutti i condomini motivando la richiesta con la.presenza di opere strutturali. Sono in condizione di esigere questa ripartizione? Precisamente cosa si intende per.lavori strutturali?

Scusa,se i box sono privati,gli altri cosa centrano?

Infine,se il tetto copre anche i box,partecipano alla ristrutturazione.

Grazie per il tuo contributo.

Non essendo un esperto vorrei essere sicuro di essermi espresso bene.

 

Al piano terra si trova un box coperto che è ripartito secondo millesimi tra due condomini. Il punto è che i signori pretenderebbero una ripartizione delle spese sostenute per il box in quanto affermano sono state sostenute opere strutturali (per esempio inserimento di una trave in acciaio). Mi chiedo quindi se un inquilino che effettui lavori del genere sulla proprietà sua senza avvisare gli altri possa poi pretendere un contributo economico e in caso affermativo, quale documentazione deve portare a corredo della sua richiesta, una perizia redatta da un geometra che attesti la necessità di tali interventi?

 

Dal mio punto di vista (ripeto il parere di un non esperto) un condomino non può coinvolgere gli altri inquilini a contribuire a spese del genere a fine lavori, deve almeno avvertire il condominio che, preso atto delle necessità, decide se intervenire o meno e di eseguire i lavori.

 

Cosa ne pensate?

 

Ringrazio in anticipo

 

Cordiali Saluti

 

dejan66

Mi chiedo quindi se un inquilino che effettui lavori del genere sulla proprietà sua senza avvisare gli altri possa poi pretendere un contributo economico e in caso affermativo, quale documentazione deve portare a corredo della sua richiesta, una perizia redatta da un geometra che attesti la necessità di tali interventi?

Dal mio punto di vista (ripeto il parere di un non esperto) un condomino non può coinvolgere gli altri inquilini a contribuire a spese del genere a fine lavori, deve almeno avvertire il condominio che, preso atto delle necessità, decide se intervenire o meno e di eseguire i lavori. dejan66

Un inquilino che effettui lavori del genere sulla proprietà sua senza avvisare gli altri può poi pretendere un contributo economico ?

Ovviamente NON PUO' pretendere nulla. A meno che l'inazione a fare i lavori non possa portare alla possibilità di danno grave alle parti comuni o alle persone o alle cose. Poichè credo che non ci fosse questi pericoli immediati, l'inquilino doveva mettere a conoscenza del condominio l'esigenza dei lavori da effettuarsi. Sarà poi l'assemblea condominiale a decidere se questi lavori siano di competenza condominiale o meno. Anche perchè è facoltà dell'assemblea condominiale decidere se fare o meno quei lavori, l'entità dei lavori, scegliere la ditta che dovrà eseguire tali lavori. E' ovvio che, se la scelta dell'assemblea condominiale non sia favorevole al condomino, questi può far iniziare (a sue spese) i lavori che vorrà e poi intentare causa legale verso il condominio per farsi rimborsare l'eventuale danno.

×