Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
pzeta

Richiesta parere legale da parte dell'amministratore

salve

può un amministratore richiedere un parere legale ad un avvocato, su un problema riguardante il condominio (eventuale impugnazione di una ordinanza comunale), senza l'approvazione della spesa da parte dell'assemblea?

il parere c'è ed è stato presentato, la sua utilità è dubbia. Ci è stato però presentata anche la parcella di più di 1500 €!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

se l'amministratore richiede un parere legale, senza nessuna autorizzazione assembleare, la parcella se la paga direttamente lui

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
salve

può un amministratore richiedere un parere legale ad un avvocato, su un problema riguardante il condominio (eventuale impugnazione di una ordinanza comunale), senza l'approvazione della spesa da parte dell'assemblea?

il parere c'è ed è stato presentato, la sua utilità è dubbia. Ci è stato però presentata anche la parcella di più di 1500 €!!!

Se rientra nelle competenze dell'amministratore, si può farlo;

 

cc Art. 1131. Rappresentanza.

- Nei limiti delle attribuzioni stabilite dall'articolo 1130 o dei maggiori poteri conferitigli dal regolamento di condominio o dall'assemblea, l'amministratore ha la rappresentanza dei partecipanti e può agire in giudizio sia contro i condomini sia contro i terzi.

...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
salve

può un amministratore richiedere un parere legale ad un avvocato, su un problema riguardante il condominio (eventuale impugnazione di una ordinanza comunale), senza l'approvazione della spesa da parte dell'assemblea?

il parere c'è ed è stato presentato, la sua utilità è dubbia. Ci è stato però presentata anche la parcella di più di 1500 €!!!

Secondo me spettava all'assemblea decidere se impugnare ed eventualmente consultare un legale o decidere semplicemente di rispettare l'ordinanza comunale.

 

Ma se l'amministratore vi presenta il conto e voi pagate senza batter ciglio vuol dire che siete contenti così.

Se non siete contenti non approvate la spesa ed eventualmente revocategli il mandato e nominate un nuovo amministratore affinchè non si ripetano simili episodi.

 

P.S. Una volta che la spesa non è stata approvata, l'amministratore non potrà appropriarsi di quel denaro se non prima sia un Giudice a decidere che l'amministratore ha agito in maniera corretta.

Se vi accorgete che sarete costretti alla lite giudiziaria e preferite una soluzione salomonica, pagate l'avvocato e cambiate immediatamente amministratore. Sicuramente è la soluzione più indolore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

pzeta ha parlato di "parere legale". Secondo me cìè una notevole differenza tra tale richiesta e, per esempio, acquisire una consulenza da parte del legale.

Se l'amministratore si è rivolto di sua libera iniziativa ad un legale per chiedergli appunto un parere legale senza l'autorizzazione dell'assemblea, la parcella se la paga lui. ( anche se bastava farsi un giro sul forum di condominioweb e avrebbe, probabilmente trovato il parere che cercava, parere personale).

Se invece l'ha fatto a seguito di delega assembleare, giusto art. 1131 citato, anche se priva di spesa preventiva, potrà sempre convocare apposita assemblea straordinarie a farsi approvare il riparto della parcella.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie per le risposte

non c'è stata delibera assembleare. Quando l'amministratore ha ricevuto l'ordinanza, di sua iniziativa è andato da un avvocato a cui a chiesto un parere legale.

Io non approverò il bilancio per questa spesa, ma temo che altri condomini siano propensi a lasciar perdere perchè adesso abbiamo problemi più importanti ed onerosi, appunto la ristrutturazione come da ordinanza.

Nel caso decidessi di impugnare l'approvazione del bilancio (conosco l'iter: avvocato mediazione ecc) avrei possibilità di avere ragione? non intendo mollare in mediazione

chi pagherebbe il parere legale? l'amministratore?

ne riceverebbero benefici anche i condomini che non si associano all'impugnazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

€ 1.500,00 per un parere? non credo...non me ne volere ma penso la situazione sia un attimino più ampia di come è stata posta in quanto avete anche ricevuto delle ordinanze del comune avverso il vostro stabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Anch'io trovo che 1500 € per un parere siano troppi, ma proprio di quello si tratta. Per giustificare la cifra viene dettagliato: Parere legale, due incontri con l'amministratore, colloqui telefonici, redazione del parere. Sono 3 pagine e l'avvocato non è neppure dei guru legali....

Già il voler giustificare dettagliatamente la parcella nel rendiconto condominiale mi puzza un po'

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Anch'io trovo che 1500 € per un parere siano troppi, ma proprio di quello si tratta. Per giustificare la cifra viene dettagliato: Parere legale, due incontri con l'amministratore, colloqui telefonici, redazione del parere. Sono 3 pagine e l'avvocato non è neppure dei guru legali....

Già il voler giustificare dettagliatamente la parcella nel rendiconto condominiale mi puzza un po'

a maggior ragione occorreva il consenso dell'assemblea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Anch'io trovo che 1500 € per un parere siano troppi, ma proprio di quello si tratta. Per giustificare la cifra viene dettagliato: Parere legale, due incontri con l'amministratore, colloqui telefonici, redazione del parere. Sono 3 pagine e l'avvocato non è neppure dei guru legali....

Già il voler giustificare dettagliatamente la parcella nel rendiconto condominiale mi puzza un po'

anch'io una volta ho chiesto un parere legale ad un avvocato.

la spesa sarebbe stata 450 euro (ridotte poi per vari motivi a 300).

1500 sono assai, non sarei andato da lui/lei neanche con l'autorizzazione dell'assemblea ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A mio parere ( supportato da quanto qui pubblico)l'amministratore ricevuta l'ordinanza del comune doveva convocare un'assemblea per far approvare alla maggioranza il proprio operato come stabilito dallo stesso art. 1131 comma 3:

 

Qualora la citazione o il provvedimento abbia un contenuto che esorbita dalle attribuzioni dell'amministratore, questi è tenuto a darne senza indugio notizia all'assemblea dei condomini.

 

Infatti una sentenza della cassazione stabilisce che:

In tema di rappresentanza in giudizio, l'art. 1131 c.c., comma 1 conferisce una rappresentanza di diritto all'amministratore, il quale e' legittimato ad agire e a resistere in giudizio, nonchè a proporre impugnazione, senza alcuna autorizzazione assembleare nei limiti delle attribuzioni stabilite dall'art. 1130 c.c., ovvero quando si tratti di azioni che hanno ad oggetto temi connessi a: esecuzione di deliberazioni dell'assemblea e controversie attinenti l'osservanza dei regolamenti di condominio; disciplina dell'uso delle cose comuni, così da assicurarne il miglior godimento a tutti i condomini; riscossione dai condomini inadempienti dei contributi determinati in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea; azioni conservative dei diritti inerenti alle parti comuni dell'edificio (Cassazione Civile, Sezioni Unite, 6 agosto 2010 n. 18332).

 

Quindi parla con gli altri condomini e fagli capire la necessità di revocare l'amministratore per giusta causa e di non pagargli le spese per l'avvocato. Da quello che ho capito avete altri problemi di cui l'ordinanza comunale e se le cose iniziano in questo modo con questo amministratore ho tanto l'impressione che sia solo l'inizio di grosse spese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buon giorno, effettivamente il costo è molto esagerato. Un parere legale scritto che comunque non ha validità di certezza da esperienza vissuta costa non più di 300 euro forse. Poi se si rivolge a in associazione di consumatori o anche di amministratori più anche non averla pagata comprendendo tutto nel tesseramento. Non fatevi ingannare e non approvate tale spesa, se.volete e se vi è accordo tra di voi fatevi una tessera di una associazione dei consumatori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie a tutti!

Vi farò sapere la settimana prossima dopo l'assemblea.

Se qualcuno vuole aggiungere qualcosa....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie a tutti!

Vi farò sapere la settimana prossima dopo l'assemblea.

Se qualcuno vuole aggiungere qualcosa....

Io confermo la mia ipotesi, se l'amministratore ha agito nei limiti delle attribuzioni stabilite dall'articolo 1130 cc o dei maggiori poteri conferitigli dal regolamento di condominio o dall'assemblea, poteva consultare il legale, ma non conoscendo il motivo dell'ordinanza comunale, è impossibile fornire una risposta esaustiva

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'ordinanza del comune era relativa a omessi lavori di manutenzione facciata: a parte l'aspetto estetico (palazzo in centro), a volte cadono i calcinacci dai cornicioni, non mi pare che ci voglia un parere legale per procedere alla ristrutturazione secondo ordinanza (pagata anche multa) o ricorrere al TAR.

Ho parlato con altri condomini.

Vi chiedo di dirmi cosa succede se non approviamo il consuntivo che include la parcella dell'avvocato per la consulenza, già saldata.

Ripeto: anche a me pare una parcella esorbitante. C'è comunque un metodo per capirlo: chiedere all'ordina degli avvocati, perchè hanno dei tariffari.

Aspetto vostri riscontri. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'ordinanza del comune era relativa a omessi lavori di manutenzione facciata: a parte l'aspetto estetico (palazzo in centro), a volte cadono i calcinacci dai cornicioni, non mi pare che ci voglia un parere legale per procedere alla ristrutturazione secondo ordinanza (pagata anche multa) o ricorrere al TAR.

Ho parlato con altri condomini.

Vi chiedo di dirmi cosa succede se non approviamo il consuntivo che include la parcella dell'avvocato per la consulenza, già saldata.

Ripeto: anche a me pare una parcella esorbitante. C'è comunque un metodo per capirlo: chiedere all'ordina degli avvocati, perchè hanno dei tariffari.

Aspetto vostri riscontri. Grazie.

se è come dici, concordo con te non era necessario un parere legale peraltro costato € 1.500,00, bastava eseguire i lavori come previsti dall'ordinanza comunale. Quindi se lo ritenete potete non approvare il consuntivo che include questa spesa. E' una valutazione che dovete fare voi condomini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'ordinanza del comune era relativa a omessi lavori di manutenzione facciata: a parte l'aspetto estetico (palazzo in centro), a volte cadono i calcinacci dai cornicioni, non mi pare che ci voglia un parere legale per procedere alla ristrutturazione secondo ordinanza (pagata anche multa) o ricorrere al TAR.

Ho parlato con altri condomini.

Vi chiedo di dirmi cosa succede se non approviamo il consuntivo che include la parcella dell'avvocato per la consulenza, già saldata.

Ripeto: anche a me pare una parcella esorbitante. C'è comunque un metodo per capirlo: chiedere all'ordina degli avvocati, perchè hanno dei tariffari.

Aspetto vostri riscontri. Grazie.

Ora che il motivo dell'ordinanza comunale è noto, condivido con chi ha detto che si doveva chiedere ai condomini in assemblea se opporsi all'ordinanza oppure no, per cui l'amministratore ha agito con leggerezza ed al consuntivo sta a voi condomini la scelta se ratificare o no la spesa per il consulto legale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La parcella dell'avvocato e' già stata pagata dall'amministratore. Anche se non approviamo il consuntivo non cambia niente. Scusate lo sfogo: e sempre sia lodato quel FURBO che ha pagato con i soldi degli altri. Aggiungo: e pure ci ha guadagnato.

Seriamente, per favore ditemi che succede se non approviamo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La parcella dell'avvocato e' già stata pagata dall'amministratore. Anche se non approviamo il consuntivo non cambia niente. Scusate lo sfogo: e sempre sia lodato quel FURBO che ha pagato con i soldi degli altri. Aggiungo: e pure ci ha guadagnato.

Seriamente, per favore ditemi che succede se non approviamo.

se non approvate il consuntivo, non dovete nemmeno pagare la quota riferita alla parcella, sarà poi il giudice a decidere nel merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La parcella dell'avvocato e' già stata pagata dall'amministratore. Anche se non approviamo il consuntivo non cambia niente. Scusate lo sfogo: e sempre sia lodato quel FURBO che ha pagato con i soldi degli altri. Aggiungo: e pure ci ha guadagnato.

Seriamente, per favore ditemi che succede se non approviamo.

Se l'assemblea non approva il consuntivo l'amministratore deve rivedere il bilancio in modo tale da farlo approvare, cioè se voi non volete pagare quel consulto con l'avvocato deciso dall'amministratore, questo deve essere tolto dalle spese di bilancio, cioè l'amministratore deve rimetterci di tasca sua.

 

p.s. oppure andare al contenzioso come ha detto JOSEFAT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La parcella dell'avvocato e' già stata pagata dall'amministratore. Anche se non approviamo il consuntivo non cambia niente. Scusate lo sfogo: e sempre sia lodato quel FURBO che ha pagato con i soldi degli altri. Aggiungo: e pure ci ha guadagnato.

Seriamente, per favore ditemi che succede se non approviamo.

L'amministratore non aveva il consenso dell'assemblea ( su questo punto mi pare di capire siamo tutti d'accordo) per effettuare quella spesa ; a questo punto l' approvazione del bilancio consuntivo che contiene quella spesa se approvato dall'assemblea e non impugnato dai dissenzienti approverà a posteriori quella spesa in esso contenuta. Se non verrà approvato si potrà chiedere all'amministratore di restituire il compenso per l'avvocato indebitamente prelevato dal conto senza approvazione assembleare e di rifare il bilancio senza detta spesa. Se si rifiuta potrà essere denunciato per appropriazione indebita ( si va nel penale) e revocato immediatamente per gravi irregolarità amministrative. L'amministratore per evitare la denuncia dovrà restituire i soldi al condominio e se crede di essere nel giusto e di avere interpellato giustamente l'avvocato anche senza consenso farà causa al condominio per essere rimborsato dei soldi che ha anticipato di tasca sua per pagare l'avvocato. Io la situazione la vedo così poi sta chiaramente all'assemblea decidere in merito

 

[/b]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

niente da fare

purtroppo l'ignoranza nonchè l'ottusità dei condomini è imperante

mi sono opposto solo io, l'amministratore ovviamente affermava che dicevo sciocchezze, che era nei suoi compiti richiedere un parere legale, addirittura era obbligatorio!

Neanche la lettuta dell'art. 1131 CC lo ha convinto.

Gli ho obiettato che non era stato approvato dall'assemblea e un cretino di condomino ha detto: lo ratifichiamo adesso! Io: a posteriori non lo può fare, può approvare il consuntivo.!

E chi lo dice che non possiamo ratificare e approvare la richiesta di parere legale?

E' andata a finire che il consuntivo è stato approvato, solo io contrario.

Lo so che economicamente non sarebbe conveniente, ma davvero vorrei impugnare la delibera.

Secondo voi cosa succede? si andrebbe in mediazione?

se io mi impunto ho possibilità di averla vinta?

aspetto vostri pareri

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
niente da fare

purtroppo l'ignoranza nonchè l'ottusità dei condomini è imperante

mi sono opposto solo io, l'amministratore ovviamente affermava che dicevo sciocchezze, che era nei suoi compiti richiedere un parere legale, addirittura era obbligatorio!

Neanche la lettuta dell'art. 1131 CC lo ha convinto.

Gli ho obiettato che non era stato approvato dall'assemblea e un cretino di condomino ha detto: lo ratifichiamo adesso! Io: a posteriori non lo può fare, può approvare il consuntivo.!

E chi lo dice che non possiamo ratificare e approvare la richiesta di parere legale?

E' andata a finire che il consuntivo è stato approvato, solo io contrario.

Lo so che economicamente non sarebbe conveniente, ma davvero vorrei impugnare la delibera.

Secondo voi cosa succede? si andrebbe in mediazione?

se io mi impunto ho possibilità di averla vinta?

aspetto vostri pareri

grazie

Se impugni si va a mediazione, però visto che la spesa è stata ratificata, temo che il mediatore non sarà dalla tua parte e non so che tipo di accordo potrebbe proporre ma non credo a tuo favore, e se non sarai d'accordi e vorrai proseguire in Tribunale .... ma visto che c'è la ratifica non ti converrà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se impugni si va a mediazione, però visto che la spesa è stata ratificata, temo che il mediatore non sarà dalla tua parte e non so che tipo di accordo potrebbe proporre ma non credo a tuo favore, e se non sarai d'accordi e vorrai proseguire in Tribunale .... ma visto che c'è la ratifica non ti converrà.

Non c'è la ratifica, volevano ratificare. C'è l'approvazione a maggioranza dell'assemblea del consuntivo. Discorde PZeta, ho fatto verbalizzare: perché non approva la spesa del parere legale non approvata dall'assemblea.

Che succede se impugno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non c'è la ratifica, volevano ratificare. C'è l'approvazione a maggioranza dell'assemblea del consuntivo. Discorde PZeta, ho fatto verbalizzare: perché non approva la spesa del parere legale non approvata dall'assemblea.

Che succede se impugno?

Se c'è stata l'approvazione del consuntivo comprendente anche quella spesa è come fosse stato ratificata, nulla vieta a te che hai votato contro al consuntivo di impugnare, ma come detto se il consuntivo è stato approvato temo che sarà molto dura per te.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×