Vai al contenuto
marisa minetti

Richiesta informazioni per recesso dell'inquilino contratto di affitto un mese prima della data annunciata sulla disdetta

Buonasera,

approfitto del blog per porre due quesiti

- in qualità di proprietaria di un alloggio il primo marzo 2014 ho stipulato un contratto di affitto a canone concordato 3+2.

in data 3 dicembre 2015 ho ricevuto la raccomandata del conduttore in cui mi annunciava che il 31 maggio2016 avrebbe lasciato libero l' appartamento,oggi mi ha comunicato che a fine aprile mi consegnerà le chiavi e che non mi corrisponderà il canone che dovrò trattenere dalla cauzione,

La cauzione di due mensislità mi era stata corrisposta alla stipula del contratto.

Mi ha anche comunicato che non ha piacere che possa condurre eventuali nuovi potenziali inquilini a visionare l'alloggio,

 

CHIEDO:

- posso pretendere il pagamento della pigione del mese di aprile?

 

_posso trattenere la cauzione visto che la scadenza della disdetta era fissata al 31/5/2016?

 

GRAZIE MILLE Marisa

1) Mi ha anche comunicato che non ha piacere che possa condurre eventuali nuovi potenziali inquilini a visionare l'alloggio

2) posso pretendere il pagamento della pigione del mese di aprile?

3) posso trattenere la cauzione visto che la scadenza della disdetta era fissata al 31/5/2016?

1) Questa richiesta-comunicazione vale men che nulla! Il conduttore, al pari tuo, ha usufruito delle agevolazioni derivanti dal concordato (probabilmente trattasi di un "Allegato A"!) ma ora, guarda caso, bellamente dimentica le clausole che all'epoca ha sottoscritto ed avanza pure pretese.

L'art. 13 è molto chiaro sull'accesso. Non può esser negato e la motivazione è più che solida: tu non puoi permetterti di perdere un potenziale nuovo inquillino perché non può visitare l'abitazione.

 

2) L'affitto di aprile è dovuto, semplicemente perché la consegna chiavi avverrà al termine di aprile.

 

3) Proprio perché la disdetta ammonta a somma pari a sei mensilità, in concomitanza della consegna delle chiavi (a fine aprile) è tuo diritto esigere la somma pari alla mensilità di maggio '16 a completamento del preavviso.

 

In ogni caso, trattenere dalla cauzione anziché farsi corrispondere i due canoni di aprile'16 e maggio '16, significa azzerare il deposito cauzionale (pratica contrattualmente vietata dall'art. 6).

Con eventuali danni da reclamare e le ultime spese che per forza rimangono in sospeso (condominiali, utenze, imposte di registro) e con cauzione azzerata, come conterai di recuperare le eventuali somme che ti spetterebbero ?

×