Vai al contenuto
mariolino1

Richiesta di convocazione assemblea straordinaria - la convocazione di un' assemblea straordinaria e se, si quanti mill

Buongiorno,

 

Abito in un contesto di 3 palazzine per un totale di 50 condomini. Vorrei sapere se un condomino può richiedere la convocazione di un' assemblea straordinaria e se, si quanti mill. occorrono nel nostro caso.

 

grazie

 

Mario

Un solo condomino può chiedere ma potrebbe non ottenere la convocazione dell'assemblea, è molto meglio, essere almeno in due e rappresentanti almeno 1/6 del valore del condominio come previsto dall'art. 66 Dacc;

 

- L'assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall'articolo 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall'amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

quindi nel nostro caso di 50 condomini basterebbero tanti condomini per un totale di 166 mill. è corretto?

quindi nel nostro caso di 50 condomini basterebbero tanti condomini per un totale di 166 mill. è corretto?
Si esatto, come minimo almeno due condomini

Considerando il totale di 1000 mill e nel nostro caso 50 condomini basterebbero tanti condomini per un totale di 166 mill. è corretto?

Considerando il totale di 1000 mill e nel nostro caso 50 condomini basterebbero tanti condomini per un totale di 166 mill. è corretto?

I due condomini su 50 devono, essi soli, avere almeno 166,66 mill:

"o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio. "

Considerando il totale di 1000 mill e nel nostro caso 50 condomini basterebbero tanti condomini per un totale di 166 mill. è corretto?
Si esatto, come minimo almeno due condomini, rappresentanti almeno 166.66p mlm (già risposto nei post precedenti)

Ma stante le regole sopracitate, cioè almeno 2 condomini che rappresentino 1/6 del valore del condominio, l'amministratore è tenuto comunque a convocarla oppure ci sono delle restrizioni per quanto riguarda le motivazioni della richiesta di convocazione.

Nel nostro caso si tratterebbe di ridiscutere un provvedimento già preso e approvato nell'assemblea di Giugno ma che alcuni condomini ( me compreso ) vorrebbero ridiscutere alla luce di nuove problematiche. L'argomento in questione è la scelta di dove far passare i cavi per l'impianto antincendio volta all'ottenimento del CPI.

Ma stante le regole sopracitate, cioè almeno 2 condomini che rappresentino 1/6 del valore del condominio, l'amministratore è tenuto comunque a convocarla oppure ci sono delle restrizioni per quanto riguarda le motivazioni della richiesta di convocazione.

Nel nostro caso si tratterebbe di ridiscutere un provvedimento già preso e approvato nell'assemblea di Giugno ma che alcuni condomini ( me compreso ) vorrebbero ridiscutere alla luce di nuove problematiche. L'argomento in questione è la scelta di dove far passare i cavi per l'impianto antincendio volta all'ottenimento del CPI.

L'amministratore se a suo giudizio non ritiene valida, non è obbligato a convocare l'assemblea richiesta a norma dell'art. 66 Dacc (almeno 2 condomini rappresentanti almeno 166,66p mlm), ma se non la convoca lui, i richiednti potranno convocarla loro stessi (dopo 10 giorni) e le delibera in merito a quanto richiesto, se raggiungerà il quorum deliberativo sarà validissima

quindi nel nostro caso i condomini devono essere tanti quanti necessari per arrivare ad 1/6 di 1000 che è il totale dei mill.

quindi nel nostro caso i condomini devono essere tanti quanti necessari per arrivare ad 1/6 di 1000 che è il totale dei mill.
I condomini proponenti come minimo devono essere due (uno solo non è sufficiente) e la somma dei mlm rappresentati da questi condomini devono essere almeno 166,66p mlm.

E' più chiaro ora?

×