Vai al contenuto
davi71

Richiesta consiglio su locazione non registrata

Salve e da circa 7 mesi che ho dato in locazione il mio appartamento ad una coppia ,lavorando fuori il contratto lo firmato spedito per posta in quanto ho incaricato parenti per farli entrare e vedere l' appartamento , purtroppo non sono riuscito a registrarlo perche si rifiutano di rispedirmelo firmato . come possso fare per mandarli via in quanto mi sento continuamente preso in giro dicendomi che prima o poi me lo spediranno , aggiungo che da questo mese non hanno pagato nenche l'affitto ' come posso risolvere la mia volonta adesso e di sfrattarli in quanto e gente poco seria .. ho devo registrare comunque il contratto senza la loro firma per via telematica ?? per èpoi sfrattarli per morosita'

Ciao, secondo un mio modestissimo parere hai peccato di leggerezza.

Non si può concedere in locazione una casa nel modo come tu hai fatto, neanche se ci sono importanti motivi di lontananza per lavoro, in questo caso è meglio evitare o rimandare.

I contratti di locazione vanno SEMPRE, prima firmati da entrambe i contraenti ed entro 30 giorni al massimo si DEVONO registrare, altrimenti succedono furberie del tipo da te raccontate.

A mio avviso è una furbata da parte dei tuoi inquilini quella di non rispedire il contratto firmato, sai perchè?

Perchè volendo e sono sicura che anche loro lo sanno avrebbero potuto registrarlo anche loro il contratto dove è posta la tua firma in calce.

Quindi volendo si poteva benissimo risolvere questo problema.

Non si risolve e neanche lo risolverai perchè loro già sapevano che non ti avrebbero pagato ed ora, a questo punto, sono loro che hanno l'arma in mano con cui ti possono ricattare dicendoti che potranno andare, questa volta sì, loro alla ADE per farsi registrare un contratto con una cifra nettamente più bassa rispetto a quella che tu volevi che loro pagassero e per cui hai trattato ma NON registrato imprudentemente.

Anzi potrebbero pur dire che loro ti hanno pagato in nero, quindi.......che ti vuoi sfrattare.......

Affidati ad un legale per evitare conseguenze lunghe e dispendiose.

Ciao

>

 

quella legge è stata dichiarata, se ben ricordo, incostituzionale e cancellata. In questo momento kolti inquilini furbacchioni che hanno agito come quelli del caso in oggetto sono sotto asedio da sfratti per morosità in quanto non possono più appellarsi alla legge decaduta.

 

comunque sarà opportuno che tu ti rivolga adf un avvocato. Tu in mano non hai nessun contratto firmato.

 

MA (e sottolineo MA)

 

tu dici che DA QUESTO MESE non han pagato. come hanno pagato sino a quel momento? Spero petr te non in contanti ma in modalità traciabile. Se cosi fosse potrai dimostrare che pagavano un affitto e quindi...... il tuo avvocato saprà come regolarsi.

Salve,

mi sembra di capire che il problema in questo caso non è tanto la mancata registrazione all'ADE quanto che non esiste nemmeno un contratto scritto. Cioè il contratto sembra sia stato redatto ma non c'è una copia firmata da ambo le parti e quindi in tal caso è come se non ci fosse proprio.

La legge dice che un contratto di locazione deve essere in forma scritta altrimenti è nullo.

Inoltre, se parliamo del D.Lsg 23/2011 è vero che è stato dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale. Peccato che con un nuovo decreto legge entrato in vigore lo scorso maggio il Governo è corso ai ripari: "i contratti imposti forzosamente dall'Agenzia Delle Entrate in virtù del D.Lgsl. n. 23/2011, i quali prevedono un canone pari al triplo della rendita catastale, conservano il loro valore almeno fino al 31 dicembre 2015".

Quindi sembra di capire che oggi non è più possibile che un inquilino registri un contratto ad un canone "agevolato", regolarizzando di fatto un contratto non registrato o inesistente. Ma sono stati fatti salvi i casi in cui ciò sia avvenuto fino all'entrata in vigore del decreto correttivo sopra citato. Quindi a mio avviso davi71 si deve preoccupare se i suoi "inquilini" sono riusciti a sfruttare la finestra temporale (chiusasi circa a fine maggio) per regolarizzare il contratto a canone agevolato presso l'ADE.

Ciao, verissimo quanto scritto da vermaccio:

 

"quella legge è stata dichiarata, se ben ricordo, incostituzionale e cancellata. In questo momento kolti inquilini furbacchioni che hanno agito come quelli del caso in oggetto sono sotto asedio da sfratti per morosità in quanto non possono più appellarsi alla legge decaduta."

 

Così, come è pur vero quanto riportato da davidebo:

 

"Quindi sembra di capire che oggi non è più possibile che un inquilino registri un contratto ad un canone "agevolato", regolarizzando di fatto un contratto non registrato o inesistente. Ma sono stati fatti salvi i casi in cui ciò sia avvenuto fino all'entrata in vigore del decreto correttivo sopra citato"

 

C'è però un fatto che davi71 scrive:

 

"lavorando fuori il contratto lo firmato spedito per posta "

 

Quindi un contratto firmato dal proprietario esiste, eccome se esiste, sta proprio qui la leggerezza di cui parlavo prima, non è come dite voi che il contratto non esiste.

 

Ci sono prove sufficienti per poter dimostrare che ci sia stato un ipotetico passaggio di denaro in quanto c'è un accordo scritto che poi, quando vermaccio scrive che questo era un trabocchetto usato da molti inquilini è verissimo e sono d'accordo con lui, su questo pensiero "sfondi una porta aperta".

Questo escamotage veniva usato anche senza la firma su un pezzo di carta da parte del proprietario ed è per questo che, inevitabilmente, il D.Lsg 23/2011 è stato dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale, ci mancherebbe altro!

Nel caso di davi71 c'è la sua firma.......perciò se ancora non lo hanno registrato o usato come clava per una ipotesi di evasione fiscale, direi che davi71 debba procedere per uno sfratto, con rito ordinario, per occupazione senza titolo.

Comunque si deve subito rivolgere ad un legale e, poi, l'osservazione di davidebo è giusta quando si chiede se non pagano da questo mese soltanto.

Spero solo che gli altri 6 mesi precedenti non abbiano pagato con bonifico altrimenti la frittata è fatta, per questo, ribadisco che i contratti di locazione devono sempre essere registrati entro 30 giorni, non dico prima che si consegnino le chiavi ma......quasi....!

Ciao

×