Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Garant

Richiesta comunicazione nomi e indirizzi dei condomini

L'amministratore è obbligato di comunicare alla richiesta di un condomino i nomi cognomi di altri intestatari degli immobili e i realtivi indirizzi postali delle residenze dei altri condomini?

Si pensi alla necessità di convocare un'assemblea o straordinaria ai sens dell'art . 66 disp.att.cc, oppure una urgenza di comunicare in modo formale con gli altri per le esigenze e nell' intresse comune e solo relativamente alle questioni condominiali.

 

Penso che anche richiedere comunicare il CF di altri condomini NON è segreto di Stato, ma serve in caso di necessità di verificare effettiva residenza del condomino, per poter da convocarlo senza correre rischio per essere rigettata la notifica per fatto di convocazione in indirizzo errato. a anche verificare se la persona è ancora in reali diritti di possesso dell'immobile.

Questo è sempre nell' interesse di poter inviare una convocazione ad una riunione tra i condomini ai sensi dell'art 66 sopracitato.

L'amministratore mi nega comunicare dati riferendosi alla norma dela privacy.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Art. 1129

...Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'amministratore mi nega comunicare dati riferendosi alla norma dela privacy.
Non esiste privacy per questo nel condominio e l'amministratore ha il dovere di farti visionare i registri, come ha detto Peppe, in particolare il registro di anagrafe condominiale, ed a tua richiesta dovrà fornirti copia a tue spese da lui firmata;

 

cc art. 1130

L'amministratore, oltre a quanto previsto dall'articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:

6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, ...

Se non ti permette di visionare ne concede la copia è passibile di revoca assembleare ed anche giudiziaria;

 

cc art 1129

Costituiscono, tra le altre, gravi irregolarità:

7) l'inottemperanza agli obblighi di cui all'articolo 1130, numeri 6), 7) e 9);

...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buffo invocare la norma sulla privacy quando il richiedente è parte contraente di un contratto di mandato, e i dati richiesti sono quelli inerenti agli altri mandanti. Resta il fatto che peppe riporta il testo della norma che ti autorizza a chiederli.

 

Gli unici dati che l'amministratore non ti dovrebbe dare, perchè fanno parte dei dati personali la cui divulgazione dovrebbe essere autorizzata dal diretto interessato, sono quelli che "non ti servono per la convocazione di assemblee" quali il numero di telefono o l'indirizzo mail personale, dati, tra l'altro, che non fanno parte neanche di quelli elencati nell'art. 1130 c.c. comma 1 punto 6).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per risposta a tutti , cosi anch'io pensavo, so di certo che è obbligato far accedere al registro dell anagrafe. Ma rifiuta. ed ho anche perso causa per questo con precedente per revoca giudiziaria e uno dei elementi indicati come grave irregolarità dell'amministratore - il giudice ha stabuito che vietare l' accesso al Registro di Anagrafe non è grave irregolarita.

 

Ma un ma l'amministratore una volta dato accesso al RdA è obbligato dare accesso ai dati come il Codice Fiscale e dati catastali degli immobili degli altri? E' giusto limitare accesso o fare firmare una dichiarazione di non divulgazione agli altri di alcuni dati come email o n.dei cellulari. Ma il CF e dati catastali delgi immobili non può negare.

Volglio verificare se alcuni condmini hanno immobili al piano terra che hanno fatto delle ristrutturazioni al piano terra trasformando le loro cantine ( accatastati cantine: accessori) in tavernette e addiritture in locali commerciali, altri ancora in abitazioni civili, apmliando le superfici abitativi e calpestabili. Ma loro milessimi sono ancora come 40 anni fa. Volgio anche saopere se hanno comuncato la variazione della destinazione d'uso , essendo lo stabie del '600, le a cantine sono spaziose con soffitti a volta, che una volta ristrutturati diventano bellissimi locali da abitare o per uso uffcio, che collegandosi con una scala al piano di sopra diventano tutti un ambiente unico abitativo o commerciale ad uso civile .

Nel regsitro del'anagrafe infatti sono richiesti questi dati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
- il giudice ha stabuito che vietare l' accesso al Registro di Anagrafe non è grave irregolarita.

Ma un ma l'amministratore una volta dato accesso al RdA è obbligato dare accesso ai dati come il Codice Fiscale e dati catastali degli immobili degli altri?

Ricordo che in una discussione di qualche tempo fa dicevo che l'amministratore deve comunicare al richiedente almeno i nominativi ed indirizzi dei condomini, tralasciando di far visionare il CF dove ci sono dei dati personali come luogo e data di nascita, cose che non hanno nessuna valenza e che possono essere non rese note agli altri condomini.

Ora tu mi dici che un Giudice ha stabilito che vietare l'accesso al registro di anagrafe non è una grave irregolarità, ovvero l'amministratore potrebbe non far visionare nulla e non rischiare la revoca giudiziale (in pratica anche se parzialmente questo giudice la pensa come me), tra le due cose secondo il mio parere la verità potrebbe stare nel mezzo, ovvero l'amministratore deve comunicare al condomino richiedente almeno i dati essenziali degli altri condomini (nome, cognome, residenza) come dicevo io nella vecchia discussione, no il CF perchè non ha nessun interesse per gli altri condomini, per quanto riguarda i dati catastali, essendo conservati al Catasto che è un registro pubblico, è possibile ad ogni persona interessata ottenere i dati, magari con l'assistenza di un tecnico abilitato.

Però devi sapere che i dati catastali registrati non sono probatori per le condizioni attuali degli immobili, perchè possono non essere aggiornati, p.es. uno effettua delle modifiche nella proprie u.i. e non comunica nulla a nessuno, così che al catasto non risulta nulla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie per risposta a tutti , cosi anch'io pensavo, so di certo che è obbligato far accedere al registro dell anagrafe. Ma rifiuta. ed ho anche perso causa per questo con precedente per revoca giudiziaria e uno dei elementi indicati come grave irregolarità dell'amministratore - il giudice ha stabuito che vietare l' accesso al Registro di Anagrafe non è grave irregolarita.

 

Ma un ma l'amministratore una volta dato accesso al RdA è obbligato dare accesso ai dati come il Codice Fiscale e dati catastali degli immobili degli altri? E' giusto limitare accesso o fare firmare una dichiarazione di non divulgazione agli altri di alcuni dati come email o n.dei cellulari. Ma il CF e dati catastali delgi immobili non può negare.

Volglio verificare se alcuni condmini hanno immobili al piano terra che hanno fatto delle ristrutturazioni al piano terra trasformando le loro cantine ( accatastati cantine: accessori) in tavernette e addiritture in locali commerciali, altri ancora in abitazioni civili, apmliando le superfici abitativi e calpestabili. Ma loro milessimi sono ancora come 40 anni fa. Volgio anche saopere se hanno comuncato la variazione della destinazione d'uso , essendo lo stabie del '600, le a cantine sono spaziose con soffitti a volta, che una volta ristrutturati diventano bellissimi locali da abitare o per uso uffcio, che collegandosi con una scala al piano di sopra diventano tutti un ambiente unico abitativo o commerciale ad uso civile .

Nel regsitro del'anagrafe infatti sono richiesti questi dati.

Il giudice avra' anche detto che non fornire copia dell' anagrafe non e' grave irregolarita' ma non ha certo detto che L' amministratore non ha obbligo di fornirtene copia .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se l'amm.re oppone ancora la privacy, gli fai vedere la guida al link, dove parla di ciò che chiedi tu.

http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2680653

 

Nella guida o altrove nel sito del Garante c'è scritto che la legge sulla privacy soggiace a norme di rango superiore, ovvero il codice civile dove si dispone che il registro va mostrato

 

Cerca di farti scrivere (via mail o pec o fax), che ti nega l'accesso. Poi, se hai voglia di fargli uno scherzetto, hai tre forme per reclamare i tuoi diritti al Garante. In uno dei casi puoi far multare l'amm.re.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se L' amministratore non fornisce copia dell' anagrafe occorre rivolgersi all' A.G. non certo al Garante della Privacy .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve, il mandatario quando gli viene fatta questo tipo di richiesta, ho il dovere di riferirlo in assemblea?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Le norme non lo prevedono espressamente, quindi non è sicuramente un obbligo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve, il mandatario quando gli viene fatta questo tipo di richiesta, ho il dovere di riferirlo in assemblea?

Ha il dovere di dare seguito alla richiesta del condomino .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

peppe 64, il giuidice ha scritto proprio cosi: NON DARE ACCESSO al Regsitro della Anagrafe - non rientra nelle , di conseguenza NON ti da ne aceesso, ne copia, perché per avere la copia ( stampa a tue spese ) prima deve fare richiesta di accesso, e poi chiedergli rilasciare la copia. Un cane che si morde la cosa, per noi condomini è una strada senza uscita, per amministratore quando non vuole fare gli obblighi trova sempre una strada per non farla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si mi ha scritto in un PEC invocando la norma sulla privacy, ora gli ho risposto che sbagia, e di informarsi, la cosa buffa che neanche due mesi fa mi ha fatto vedere tutti documenti compreso RdA che ho constatatto che non era per nulla aggiornato, anzi non esistente, solo elenco dei condomini e loro indirizzi, email e cell. Ma non dati catastali. Ma questo è un Registro che proveniva dall'amministratore appena rinosso dal Tribunale e il nuovo amministratore è uno nominato dal Giudice. Nel periodo tra Revoca e Nomina un condomino ha venduto il locale al piano terra e ha iniziato la ristrutturazione piuttosto aggressiva apmpliando la superfice utile trasformando la cantina in ambiente civile collegandolo al piano terra con una scala comoda e larga, prima la cantina era collegato con una bottola. Quindi ho segnalato al nuovo amministatore questa circostananza del compra vendita avvenuta e ho chiesto di accertare la proprietà. Lui avrebbe venuto e mi comunica ora che per motivi della privacy non può riferirmi i dati del nuovo proprietario,ora gli ho contestato la risposta , aspetterò sua replica, poi vedo come procedere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tullio, la richiesta di Revoca dell'amministratre ovviamente non era solo per avermi negato l'accesso al RdA, ma faceva parte di un lungo elenco delle altre regolarità, anche se ho perso la causa per alcuni circostanze molto da discutere, che qui non mi allargo a raccontare perché è off topic, ma e in riferimento del mancato permesso di accedere al RdA, il Giudice ha sentenziato proprio cosi: Non dare accesso al RdA non costitisce , Infatti la legge invoca come la mancanza di tenuta, di cura, di aggiornamento e di realizzazione del Registro e non il fatto di non dare l'accesso allo stesso.

Il CF fiscale NON è nenache questo è segreto di Stato, te lo chiedono ovunque in qualsiasi ufficio pubblico e non per svariati esigenze.

Ma come sai se vai in Catasto ad interrogare gli elenchi delle prorietà immobiliari ti chiedono il CF della persona per risalire ad altri dati.

E' vero che i dati catastali possono essere non aggiornati, anzi, in maggior caso non lo sono, perché questo è negli interessi degi stessi condomini che non hanno comunicazne all'Agenzia del Catasto per aver fatto gli interventi di ristrutturazioni che comportavavno variazione d'uso degli ambienti, oppure perchè i lavori sono state fatte senza comunicazoni alle autorità comunali, oppure fatte non a regola d'arte e senza alcun progetto, o abusivi, o semplicemente in nero. Io mi chiedo, se nell'intersse comune del condominio i dati catastali sono accessibili da parte del condomino verso dati degli altri condomini, per poter rivedere le tabelle millisimali perché voglio aggiornare le tabelle in quanto gli altri hanno trasformato le cantine in uffici e anche nelle abitazioni, ampliando superficie utile degli immobili. Se un locale viene vendito come monospazio + cantina ( rientra nella tabella catastale come "accessori", e ha un incidenza minima sul valore del immobile e non sono calcollati i mq della cantina ai fini di misurazione della superficie utile.)

Se invece la cantina viene trasfomata in locale in "tavernetta " o addirittura in un altro locale ad uso civile, commerciale o abiattivo, vuol dire che la superficie della propietà si è radoppiata e deve essere rivisitata la tabella dei millesimi. Nel nostro caso, essendo palazzo del '600, con cantine spaziose con soffitti a volta, si prestano bene a questo tipo di trasformazione. Quindi poter conoscere il CF di ciascuno, e poter accedere ai dati catastali di ognuno attraverso il RdA , penso sia che tra i diritti dei condomini e deve essere consentito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
peppe 64, il giuidice ha scritto proprio cosi: NON DARE ACCESSO al Regsitro della Anagrafe - non rientra nelle , di conseguenza NON ti da ne aceesso, ne copia, perché per avere la copia ( stampa a tue spese ) prima deve fare richiesta di accesso, e poi chiedergli rilasciare la copia. Un cane che si morde la cosa, per noi condomini è una strada senza uscita, per amministratore quando non vuole fare gli obblighi trova sempre una strada per non farla.

Il giudice non mi sembra che abbia detto che non deve darti copia se richiesta , ha detto che se non te la da non e' una grave

irregolarita' . Non ha detto che non hai diritto ad avere copia .

mi sembra che l'oggetto della causa sia :revoca amministratore per gravi irregolarità' e non mancato ottenimento di copia anagrafe condominiale .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se l'amm.re oppone ancora la privacy, gli fai vedere la guida al link, dove parla di ciò che chiedi tu.

http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2680653

 

Nella guida o altrove nel sito del Garante c'è scritto che la legge sulla privacy soggiace a norme di rango superiore, ovvero il codice civile dove si dispone che il registro va mostrato

 

Cerca di farti scrivere (via mail o pec o fax), che ti nega l'accesso. Poi, se hai voglia di fargli uno scherzetto, hai tre forme per reclamare i tuoi diritti al Garante. In uno dei casi puoi far multare l'amm.re.

Salve"...In uno dei casi puoi far multare l'amm.re..." in che modo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve"...In uno dei casi puoi far multare l'amm.re..." in che modo?

In nessun modo visto che il Garante si occupa di violazione del codice della privacy e non di violazioni in materia civile ( se L' amministratore non fornisce copia dell'anagrafe a un condomino commette un illecito civile non una violazione al codice della privacy )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In nessun modo visto che il Garante si occupa di violazione del codice della privacy e non di violazioni in materia civile ( se L' amministratore non fornisce copia dell'anagrafe a un condomino commette un illecito civile non una violazione al codice della privacy )

Forse mi sono espresso male, intendevo "chiedere l'applicazione di una sanzione". Ciò tramite domanda al Garante nelle forme note. https://sosonline.aduc.it/scheda/privacy+tutela+davanti+al+garante+al+giudice_17845.php

 

In effetti, non credo sia facile trattandosi di una disposizione del cc. Però, l'art. 7 si potrebbe usare in altra maniera: ad esempio, come anche indicato al link, chiedendo al Garante tramite semplice segnalazione "chiedere a quali soggetti i dati possono essere comunicati;".

 

Ovvero, uno chiede a chi possono essere comunicati i propri dati. Se la risposta è favorevole se ne chiede l'applicazione all'amministratore in quanto ciò che vale per uno vale anche per gli altri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il problema dell'OP non e' sapere a chi possono essere comunicati i dati dell' anagrafe condominiale ma ottenerne copia , il mancato ottenimento non e' sanzionandole dal garante e neanche dal giudice visto che non e' prevista sanzione . Il garante vigila su trattamenti illeciti non sul mancato trattamento .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E io proprio su quello ho scritto. Forse hai letto di fretta.

 

Lo riscrivo. Chiedo al Garante della Privacy a chi possono (in base all'art. 7), essere comunicati i miei dati relativi al condominio. Se Garante mi rispondesse, come ha scritto sul Vademecum a pag. 22, che possono essere comunicati a condomini (e non, tipo creditori terzi), sulla base del codice civile, opporrò la risposta all'amministratore, dato che come possono essere comunicati i miei agli altri, possono esserlo anche quelli degli altri a me.

 

Ad un amministratore professionale dovrebbe già bastare il vademecum. Se l'amministratore è particolarmente ostinato, si può allegare una eventuale diffida alla risposta. Basta essere disposti ad andare da un avvocato in caso di ulteriore diniego.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Dispositivo dell'art. 7 Codice della Privacy

 

FontiCodice della PrivacyPARTE I - Disposizioni generaliTitolo II - Diritti dell'interessato (artt. 7-10)

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

 

l'art 7 riguarda i propri dati non altrui dati . la copia dell'anagrafe condominiale si ottiene per disposizioni civilistiche non per disposizioni del codice privacy .

difatti la copia dell'anagrafe condominiale va richiesta ai sensi dell'art 1130 comma 6 codice civile .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi pare di avertelo già spiegato a sufficienza il perchè riguardi pure i dati altrui. Io chiedo al garante lumi sul punto 2e riguardo i miei dati. Richiesta più che legittima.

Quello che ci faccio dopo con la risposta (utilizzandola con l'amministratore), è altra cosa. E anche il come la utilizzo te l'ho già sufficientemente spiegato.

Se fai finta di non capirlo o hai voglia di polemica è un problema tuo, ma lo capisco, considerate le discussioni passate.

 

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/registro-anagrafe-condominiale-e-privacy-96564/

 

Cari saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I singoli condòmini non possono appellarsi al

cosiddetto diritto di accesso ai dati previsto dalla

normativa privacy (art.7 del Codice) per consul

tare

le informazioni riferibili all’intera compagine

condominiale: ad esempio, il contratto di affitto

di un appartamento di proprietà condominiale

stipulato con un soggetto terzo.

Tale specifico diritto, infatti, spetta all’amministratore

(o altra persona munita di apposito

incarico da parte della compagine condominia

le),

mentre il singolo condomino può richiedere

l’accesso solamente ai propri dati personali.

Naturalmente ogni condomino può conoscere

tutte le informazioni relative all’intera gestione

condominiale in base ad altre norme dell’ordinamento,

ed in particolare alle disposizioni del

codice civile.

 

 

 

estratto dalla guida del garante .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Peppe 64,

se mi puoi gentilmente spiegare questo tuo astratto pensiero - <....giudice non ha detto deve darti copia se richiesta che te la da- e una grave>

irregolarita' . Non ha detto che non hai diritto ad avere copia > . E come tu saresti comportato in seguito a questa situazione?

Precisamente al Giudice fu formulata la doglianza che l'amministratore NON da accesso al RdA per consentire conoscere gli indirizzi dei condomini per poter convocare l'assemblea ex art 66 disp att. CC perché nessuno dei condomini ha la residenza nello stabile e nessuno vi abita stabilemnte. Veniva inoltre speigata la necessità e motivo della convocazione e mancato riscontoro alla richiesta delle convocazione da parte di due condomini.

Sono stati presentati numerosi altre lettere formali di richiesta di accesso alla documentazione condominiale rivolti all'amministratore alle quali lui non ha dato alcun seguito.

Il giudice sovraponendosi alla mia doglianza di impedire accesso al RdA ha formulato questa risposta : non costituisce grave irregoalarità NON dare accesso al Registro del Anagrafe condominiale.

Infatti la legge condanna l'amministratore solo se NON cura i 4 Registri obbligatori ma non il fatto di non dargli accesso. Nello stesso tempo , come prass, i per richiedere la copia prima deve fare richiesta ad acesso al fascicolo, al RdA e solo in secondo tempo dopo aver individuato il documento del tuo interesse, puoi chiedere copia che l'amministratore ti deve consentire a fare a tue spese o consegnare lui, e farti pagare le spese che ha sostenuto.

A me sembra tutto questo un sado maso legslativo processuale per far arricchiere lo Stato e indurre fare più cause possibile per ottenere suo diritto, mi are essere tra i down che semplicemente non sono in grado di una elementare giustizia . I tutti questi casi sono tipici abui del potere e i condomini che non sono graditi all'amministratori si trovano in condizioni di essere " seguestrati" dall'amministratore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×