Vai al contenuto
Dave

Ricevuta condominio e riscaldamento

Salve sono venuto in possesso di una casa lo scorso anno, da subito ho pagato le quote condominiali spettanti e alla mia richiesta

all'amministratore di rilasciarmi una ricevuta del pagato, mi è stato risposto che non era tenuto a lasciarla e mi ha dato una scheda, di cui ne ha una copia anche esso, dove annota e sigla i pagamenti ricevuti ma che rimane in suo possesso.

Dal cambio dal 2014 al 2015 si sono perse due rate di riscladamento che sono sicuro di aver pagato e che non sono nelle sue benedette schede.Pago sempre in contanti e quindi non posso risalire dai bonifici.

Volevo chiedervi se l'amministratore è obbligato a rilasciare la ricevuta delle quote condominiali per legge e come posso comportarmi se fosse obbligato e non avesse alcuna intenzione a farle

 

grazie per l'attenzione

Quello che mi stupisce è che tutti i condòmini accettino tale situazione senza dire nulla. Quando si fà un pagamento è diritto avere un riscontro del passaggio di denaro effettuato. Per il passato, non saprei cosa suggerire visto che non ci sono elementi per risalire ai pagamenti. Per il futuro, fermo restando la situazione, fai i bonifici.

grazie per la tua risposta Giovanni

ma anche se faccio i bonifici non avrò mai le ricevute, è pur vero che ci sarà traccia dell'avvenuto pagamento, la cosa che vorrei sapere se ce qualche legge che lo obbliga a fare le ricevute

fai i bonifici e gli chiedi il rilascio della relativa quietanza.

se non vorrà farti neanche quella, avendo scritto nella causale il dettaglio del versamento sul c/c condominiale, sei comunque tranquillo per una eventuale chiamata in causa.

Come detto, fermo restando l'inusuale usanza di non rilasciare ricevuta dei pagamenti, l'unica è utilizzare il bonifico. Nella causale potrai specificare a cosa si riferisce il pagamento. Quanto meno è una traccia..

Ok grazie a tutti. farò cosi

manderò una email per sapere l'importo e farò il bonifico specificando cosa pago nella causale

 

grazie ancora

×