Vai al contenuto
Harrison

Revoca e nomina amministratore non menzionata su convocazione assemblea

Buongiorno a tutto il Forum!! Sono qui a chiedervi se è regolare che un amministratore non metta all'ordine del giorno della convocazione assembleare annuale , revoca o nomina amministratore e dei consiglieri , facendo riferimento alla legge 220, dove asuo dire l'incarico dura per due anni???

A me non risulta !! Inoltre solo per questo posso impugnare la convocazione????

è regolare che un amministratore non metta all'ordine del giorno della convocazione assembleare annuale , revoca o nomina amministratore e dei consiglieri , facendo riferimento alla legge 220, dove asuo dire l'incarico dura per due anni???

A me non risulta !! Inoltre solo per questo posso impugnare la convocazione????

Penso che anche il tuo amministratore, come tutti, inserirà, come ultimo punto all'Ordine del giorno: VARIE ED EVENTUALI.

E tu, da bravo condomino che vuol far rispettare la legge, prenderai la parola e al punto "Varie ed eventuali" chiederai che nella prossima Assemblea sia inserita la discussione "Rinnovo o revoca dell'Amministratore" e "Eventuale nuova nomina dell'Amministratore di Condominio" (stessa cosa per il rinnovo, revoca o nuova nomina dei consiglieri".

 

Nelle "VARIE ED EVENTUALI" non si può deliberare nulla, ma si posso scrivere tutti i suggerimenti che i condomini intendono attuare.

Penso che anche il tuo amministratore, come tutti, inserirà, come ultimo punto all'Ordine del giorno: VARIE ED EVENTUALI.

E tu, da bravo condomino che vuol far rispettare la legge, prenderai la parola e al punto "Varie ed eventuali" chiederai che nella prossima Assemblea sia inserita la discussione "Rinnovo o revoca dell'Amministratore" e "Eventuale nuova nomina dell'Amministratore di Condominio" (stessa cosa per il rinnovo, revoca o nuova nomina dei consiglieri".

 

Nelle "VARIE ED EVENTUALI" non si può deliberare nulla, ma si posso scrivere tutti i suggerimenti che i condomini intendono attuare.

Bravo ma se mette a verbale solo cosa vuole lui!! Cosa faresti???

Bravo ma se mette a verbale solo cosa vuole lui!! Cosa faresti???
Se un condomino chiede una cosa legittima nel corso delle "varie ed eventuali" il presidente detterà al segretario la richiesta e l'amministratore non può opporsi ed a tua maggior sicurezza chiedi di controfirmare il verbale e se possibile ottenere la fotocopia a tue spese.
Se un condomino chiede una cosa legittima nel corso delle "varie ed eventuali" il presidente detterà al segretario la richiesta e l'amministratore non può opporsi ed a tua maggior sicurezza chiedi di controfirmare il verbale e se possibile ottenere la fotocopia a tue spese.

Tullio... meno male che ce stai te... Almeno quello che scrivi te lo capiscono... Eppure non era così difficile da capire...

E poi, spesso, incolpano gli amministratori che fanno gli impicci...

Tullio... meno male che ce stai te... Almeno quello che scrivi te lo capiscono... Eppure non era così difficile da capire...

E poi, spesso, incolpano gli amministratori che fanno gli impicci...

Forse perchè scrivo "da condomino"? 😉
Buongiorno a tutto il Forum!! Sono qui a chiedervi se è regolare che un amministratore non metta all'ordine del giorno della convocazione assembleare annuale , revoca o nomina amministratore e dei consiglieri , facendo riferimento alla legge 220, dove asuo dire l'incarico dura per due anni???

A me non risulta !! Inoltre solo per questo posso impugnare la convocazione????

A dire il vero l'interpretazione data dall'amministratore è anche riduttiva a parere di buona parte degli amministratori i quali ritengono, non senza condivisibile criterio, che la nomina dell'amministratore alla stregua di altri tipi di contratto debba intendersi "sine die", cioè a tempo indeterminato, e questo anche per un semplice motivo: la legge stabilisce che l'amministratore possa essere revocato in ogni tempo, basta chiederlo, o prima che si svolga l'assemblea ordinaria annuale o su richiesta di due condomini che rappresentino 1/6 del valore del fabbricato. Quella di inserire la nomina annualmente è una prassi ultraconsolidata nel tempo che sta perdendo recentemente credito grazie soprattutto alla recente legislazione che finalmente ha aperto la strada a giusti dubbi di intrerpetazione, nella quotidianità sta avvenendo che molti amministratori non mettono più all'ordine del giorno la revoca ed il rinnovo della carica, per cui accade che nei condomini in cui l'amministratore è gradito nessuno ha nulla da obiettare perchè sono soddisfatti della gestione, mentre in quelli in cui l'amministratore risulta non gradito....................o si dimette lui (se è una persona seria, ed ha un minimo di dignità) o viene revocato a furor di popolo!......in qualsiasi tempo!

A dire il vero l'interpretazione data dall'amministratore è anche riduttiva a parere di buona parte degli amministratori i quali ritengono, non senza condivisibile criterio, che la nomina dell'amministratore alla stregua di altri tipi di contratto debba intendersi "sine die", cioè a tempo indeterminato, e questo anche per un semplice motivo: la legge stabilisce che l'amministratore possa essere revocato in ogni tempo, basta chiederlo, o prima che si svolga l'assemblea ordinaria annuale o su richiesta di due condomini che rappresentino 1/6 del valore del fabbricato. Quella di inserire la nomina annualmente è una prassi ultraconsolidata nel tempo che sta perdendo recentemente credito grazie soprattutto alla recente legislazione che finalmente ha aperto la strada a giusti dubbi di intrerpetazione, nella quotidianità sta avvenendo che molti amministratori non mettono più all'ordine del giorno la revoca ed il rinnovo della carica, per cui accade che nei condomini in cui l'amministratore è gradito nessuno ha nulla da obiettare perchè sono soddisfatti della gestione, mentre in quelli in cui l'amministratore risulta non gradito....................o si dimette lui (se è una persona seria, ed ha un minimo di dignità) o viene revocato a furor di popolo!......in qualsiasi tempo!
Alfonso sono d'accordo, ma nel caso l'assemblea voglia nominare un altro amministratore e la maggioranza sia quella regolare, non si dica che l'argomento non era all'OdG e qualcuno poi impugni per questo motivo.

Ovvero due sono le cose:

1. o sia regolare la nomina pur non essendo all'OdG l'argomento,

2. oppure l'amministratore inserisca l'argomento annualmente.

×