Vai al contenuto
Nicocico

Retribuzione Amministratore non deliberata

In sede di rinnovo dell'incarico all'amministratore non viene deliberato il compenso allo stesso. E' sufficiente l'approvazione del bilancio preventivo che prevede la spesa o serve apposita delibera ? Se serve apposita delibera significa che l'amministratore non può prelevare il compenso ?

Secondo il mio parere se l'importo è previsto nel preventivo, si dovrebbe intendere onnicomprensivo di tutte le facoltà e obblighi dell'amministratore, ovvero se si effettua una o più assemblee straordinarie, nulla sarà dovuto, se dovrà intraprendere delle richieste per D.I. nulla sarà dovuto ecc. ecc.

buongiorno, io non ho la risposta ma ho una domanda al proposito e vorrei che qualcuno me la chiarisca. Nel condominio dove abito mio figlio sono stati deliberati lavori straordinari. Nel preventivo gestione dell'amministratore è riportato: eventuali compensi per lavori straordinari verranno deliberati dall'assemblea. Il soggetto invece si è autoscritto nel verbale (segretario prestanome): l'amministratore comunica che il suo compenso per i lavori straordinari sarà di ecc. Possiamo non pagarlo? è troppo tardi per impugnare l'assemblea, mio figlio se ne è accorto tardi. Grazie

buongiorno, io non ho la risposta ma ho una domanda al proposito e vorrei che qualcuno me la chiarisca. Nel condominio dove abito mio figlio sono stati deliberati lavori straordinari. Nel preventivo gestione dell'amministratore è riportato: eventuali compensi per lavori straordinari verranno deliberati dall'assemblea. Il soggetto invece si è autoscritto nel verbale (segretario prestanome): l'amministratore comunica che il suo compenso per i lavori straordinari sarà di ecc. Possiamo non pagarlo? è troppo tardi per impugnare l'assemblea, mio figlio se ne è accorto tardi. Grazie

Se tutti i presenti all'assemblea si son resi conto che l'amministratore ha scritto a verbale una cosa mai deliberata, la cosa migliore da fare e che l'assemblea gli revochi immediatamente il mandato richiedendo un'assemblea straordinaria.

Se la cosa è vera è molto grave.

Alle prossime assemblee, invece di scappare come di solito i condòmini usano fare, pretendete che il verbale sia scritto in assemblea e firmato dai presenti. Eviterete sgradevoli sorprese e contestazioni.

grazie, ma... quei condomini non leggono neanche i verbali, è sufficiente che l'amministratore gli risolva problemi banali, come cambiare immediatamente la lampadina nelle scale. Su questo conta l'amministratore che prima ha emarginato me (proprietaria) facendomi passare per una rompiscatole. Abbiamo avuto diversi scontri, per questo ultimamente ho delegato mio figlio che abita nell'appartamento. Sono al limite, il parere del forum seppure competente non basta più, penso che mi rivolgerò ad un avvocato. Cosa mi consigliate? grazie

grazie, ma... quei condomini non leggono neanche i verbali, è sufficiente che l'amministratore gli risolva problemi banali, come cambiare immediatamente la lampadina nelle scale. Su questo conta l'amministratore che prima ha emarginato me (proprietaria) facendomi passare per una rompiscatole. Abbiamo avuto diversi scontri, per questo ultimamente ho delegato mio figlio che abita nell'appartamento. Sono al limite, il parere del forum seppure competente non basta più, penso che mi rivolgerò ad un avvocato. Cosa mi consigliate? grazie

Se l'assemblea (la maggioranza) ratifica all'amministratore qualsiasi delibera, rivolgendoti ad un avvocato potrai ottenere la revoca giudiziale solo se riuscirai a dimostrare gravi irregolarità.

L'impresa è ardua perchè servono fatti.

grazie, ma... quei condomini non leggono neanche i verbali, è sufficiente che l'amministratore gli risolva problemi banali, come cambiare immediatamente la lampadina nelle scale. Su questo conta l'amministratore che prima ha emarginato me (proprietaria) facendomi passare per una rompiscatole. Abbiamo avuto diversi scontri, per questo ultimamente ho delegato mio figlio che abita nell'appartamento. Sono al limite, il parere del forum seppure competente non basta più, penso che mi rivolgerò ad un avvocato. Cosa mi consigliate? grazie
Credo che il condominio dove risiedi/abiti o sei proprietaria, sia uno dei tanti dove i condomini non vogliono interessarsi di nulla e sistematicamente vengono "raggirati" (nel senso buono) dall'amministratore, il quale fa il minimo indispensabile e vivacchia alle spalle di voi condomini, a questo punto o ti adegui oppure come hai ben capito sarà necessario ricorrere alle vie legali, attendi il momento opportuno, ossia che venga deliberata una decisione assolutamente nulla, oppure che l'amministratore incorra in una delle irregolarità elencate nell'art. 1129 cc, dove potrai richiedere la revoca giudiziale.

Dico questo perchè impugnando una delibera solamente annullabile, sicuramente l'avrai vinta, ma questa potrà essere riproposta ed approvata in maniera regolare in un'assemblea successiva, con il risultato che tu avrai speso una barca di soldi con il minimo risultato.

grazie per i pareri. E' difficile lo so e avete centrato il problema: purtroppo ci sono amministratori che vivono sulla "ignoranza" (intesa come non sapere e non informarsi) dei condomini nonché sul loro (legittimo) desiderio di vivere in pace, con meno problemi possibili. Fanno anche tenerezza perché nella maggior parte dei casi sono persone anziane. Con queste situazioni non resta che complimentarci con la "professionalità" nonché "onestà" di certi amministratori. Per fortuna ce ne sono anche dei corretti, ma tale tipo sta diventando raro

Non esageriamo: "purtroppo" una cattiva gestione fa più "notizia" di una buona, per questo sembra che ci siano pochi amministratori onesti 😉

Confermo... non esagerare...

Mi pare anche che tuo figlio sia stato il primo a non leggere il verbale...

Facciamo anche un pò di autocritica... ogni tanto.

×