Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Fionda

Responsabilità dell'amministratore o dell'assemblea?

Secondo voi, la mancata approvazione del bilancio può essere usata contro l'amministratore eccependo, in sede civile, il ristoro dei crediti condominiali (verso condomini e verso terzi) per impossibilità a riscuoterli in assenza di strumenti idonei (appunto l'esistenza di un bilancio approvato)?

 

Vorrei precisare a tal proposito che l'amministratore dichiara di aver smarrito tutta la documentazione condominiale e siamo in possesso soltanto dell'ultimo bilancio presentato dallo stesso amministratore e sottoposto all'assemblea condominiale la quale si è rifiutata di approvarlo.

 

Ringrazio tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Secondo voi, la mancata approvazione del bilancio può essere usata contro l'amministratore eccependo, in sede civile, il ristoro dei crediti condominiali (verso condomini e verso terzi) per impossibilità a riscuoterli in assenza di strumenti idonei (appunto l'esistenza di un bilancio approvato)?

 

Vorrei precisare a tal proposito che l'amministratore dichiara di aver smarrito tutta la documentazione condominiale e siamo in possesso soltanto dell'ultimo bilancio presentato dallo stesso amministratore e sottoposto all'assemblea condominiale la quale si è rifiutata di approvarlo.

 

Ringrazio tutti.

L'amministratore è responsabile della custodia dei documenti condominiali e può essere chiamato a risarcire i danni provocati dalla mancata custodia che dovreste dimostrare equivalenti alle morosità non potute riscuotere.

Pur con documentazione smarrita, partendo dall'ultimo rendiconto approvato può essere ricostruita la contabilità incrociando eventuali operazioni su c/c condominiale, richiedendo copia di fatture ed eventuali quietanze ai fornitori e chiedendo ai condòmini di dimostrare le quote pagate o con bonifico o in contanti esibendo ricevuta dall'amministratore.

Per tutto quello che l'amministratore non riuscirà a giustificare potrà essere iniziata azione risarcitoria per appropriazione indebita.

E' un caso particolare di cui possono essere date solo linee guide generali ma va affrontato carte alla mano per definire le responsabilità di ciascuno (amministratore e morosi)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'amministratore è responsabile della custodia dei documenti condominiali e può essere chiamato a risarcire i danni provocati dalla mancata custodia che dovreste dimostrare equivalenti alle morosità non potute riscuotere.

E come è possibile definire l'importo del danno per mancata custodia dei documenti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E come è possibile definire l'importo del danno per mancata custodia dei documenti?
Non cedo sia facile stabilire una cifra esatta, potete chiedere quanto a voi sembra giusto, e se l'amministratore accetta, va bene e pace fatta, altrimenti si va per via legale iniziando dalla mediazione con l'assistenza di un legale, senza accordo si va dal Giudice e lui stabilirà se la cifra chiesta è giusta e caso mai la stabilirà lui in via equitativa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E come è possibile definire l'importo del danno per mancata custodia dei documenti?

I danni da mancata custodia sono:

se i condòmini durante l'anno, bonifici e ricevute alla mano, dimostrano di aver versato duemila euro nella cassa del condominio ed ora la cassa e vuota, l'amministratore deve dimostrare come ha speso quei duemila euro.

Sarà suo compito andare a rintracciare i giustificativi fiscali tramite assegni o bonifici effettuati.

Quello che non riuscirà a dimostrare sarà considerato un danno e cioè appropriazione indebita o danno da mancata custodia, se preferisci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

e se i condomini non riescano a dimostrare nulla, ma dalla lettura dell'ultimo bilancio redatto dall'amministratore uscente risulta che il condominio vanta crediti verso terzi e verso i condomini per ero 20.000,00, può essere - a questo punto - imputata interamente all'amministratore la responsabilità del mancato recupero dei 20.000,00 euro per mancata consegna della documentazione condominiale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
e se i condomini non riescano a dimostrare nulla, ma dalla lettura dell'ultimo bilancio redatto dall'amministratore uscente risulta che il condominio vanta crediti verso terzi e verso i condomini per ero 20.000,00, può essere - a questo punto - imputata interamente all'amministratore la responsabilità del mancato recupero dei 20.000,00 euro per mancata consegna della documentazione condominiale?

Mi sono perso.

Un conto è recuperare i documenti ed un conto è recuperare i soldi.

Se dall'ultimo consuntivo approvato il condominio vantava un credito dai morosi di ventimila euro ed i morosi non dimostrano di aver pagato, il debito resterà comunque anche nel nuovo consuntivo senza documenti.

Se i morosi vogliono impugnare dovranno essere loro a produrre le ricevute dei loro pagamenti effettuati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io penso che le parti del contendere siano da un lato l'amministratore e dall'altro il condominio e non l'amministratore e i morosi.

Infatti è il condominio, rappresentato dal nuovo amministratore, che agisce nei confronti dell'amministratore uscente.

Nel caso in questione è stato incardinato un contenzioso in sede civile contro l'amministratore che non ha consegnato i documenti ed in quella sede il condominio ha chiesto al giudice che l'amministratore sia condannato a risarcire l'importo dei crediti condominiali che lo stesso professionista ha indicato nell'ultimo bilancio sottoposto all'assemblea condominiale.

Questo rappresenta l'unico documento contabile in possesso del condominio e si tratta di un bilancio non approvato visto che l'assemblea, non vedendoci chiaro, ha deciso di non approvarlo.

 

A tal punto, vorrei capire se ha ragione l'avvocato del condominio ad aver incardinato la causa in tal modo e quindi se ci sono possibilità che il giudice ritenga che la responsabilità di non poter incassare le somme (quanto meno dei condomini, magari dai terzi può tentare di ottenere una liberatoria) per assenza di un bilancio approvato sia da imputare interamente all'amministratore e che il danno per il condominio sia pari all'importo dei crediti condominiali.

Spero di essere stata più esauriente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

...A tal punto, vorrei capire se ha ragione l'avvocato del condominio ad aver incardinato la causa in tal modo e quindi se ci sono possibilità che il giudice ritenga che la responsabilità di non poter incassare le somme (quanto meno dei condomini, magari dai terzi può tentare di ottenere una liberatoria) per assenza di un bilancio approvato sia da imputare interamente all'amministratore e che il danno per il condominio sia pari all'importo dei crediti condominiali.

Spero di essere stata più esauriente.

Secondo me l'avvocato a forzato la mano proprio per costringere l'amministratore a giustificare il rendiconto.

Non è sufficiente non approvare un bilancio per chiedere i danni all'amministratore.

Credo che il Giudice nominerà un CTU (contabile d'ufficio) e si ricostruirà il bilancio.

Se l'avocato ha citato ai danni l'amministratore avrà le sue ragioni e lo avrà fatto a ragion veduta esaminando la situazione contabile, anche partendo dall'ultimo rendiconto approvato.

Ti pare che su un forum puoi avere una risposta più precisa di quello dell'avvocato del condominio che ha le carte in mano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il fatto è che non mi aspettavo una tale situazione.

Solitamente mi capitano ctu nelle quali devo stabilire quanto richiesto dal G. attraverso una ricostruzione contabile (quella appunto da te citata). In questo caso il G. mi affida l'incarico di quantificare il danno patito dal condominio per responsabilità dell'amministratore con i soli documenti disponibili nei fascicoli delle parti, pertanto solo l'ultimo bilancio "non approvato".

 

Naturalmente so come muovermi (perlomeno parzialmente) ma l'aver sottoposto l'argomento in questo forum ha il fine di ampliare le mie conoscenze con le vostre conoscenze ed esperienze dirette.

Speravo che, magari, aveste avuto esperienze simili, ma sono soddisfatta del dialogo intercorso con Leonardo e spero che anche altre risposte possono fornirmi degli utili spunti di riflessione.

 

Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

... Naturalmente so come muovermi (perlomeno parzialmente) ma l'aver sottoposto l'argomento in questo forum ha il fine di ampliare le mie conoscenze con le vostre conoscenze ed esperienze dirette.

Speravo che, magari, aveste avuto esperienze simili, ma sono soddisfatta del dialogo intercorso con Leonardo e spero che anche altre risposte possono fornirmi degli utili spunti di riflessione.

Grazie a tutti

Io non sono un professionista.

Amministro solo il mio condominio e per tua sfortuna ma mia grandissima fortuna non ho esperienze dirette al riguardo.

Mi auguro che qualcun altro riesca a darti un contributo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi hai fatto comunque riflettere su un aspetto importante che avevo un pò trascurato. Ti ringrazio e ... alla prossima!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×