Vai al contenuto
Angelo09

Requisiti per svolgere la professione

Pongo la seguente domanda....

Io ho iniziato a fare l'amministratore nel 2012 proprio l'anno in cui è entrata in vigore la nuova riforma sul condominio...

Contrariamente al passato in cui chiunque poteva fare l'amministratore.... oggi sono richiesti dei requisiti... come l'obbligo di frequentare un corso di preparazione e abilitazione....

Io ho frequentato un corso presso una delle associazioni di categorie nel 2009.... Chiedo.... mica devo rifare il corso... oppure quello fatto nel 2009 è valido?

Mi sorge questo dubbio per il semplice fatto che ho letto un articolo..... che sostanzialmente diceva che si è in attesa del decreto ministeriale finalizzato a disciplinare i requisiti dei corsi di formazione iniziale e l'individuazione dei soggetti legittimati a fare questi corsi...

Siccome io ho iniziato la professione nel 2012... quindi necessito obbligatoriamente del corso per professare... dato che non avevo 3 anni di esperienza alle spalle al momento di entrata in vigore del decreto.... Chiedo vale il corso che ho fatto nel 2009 oppure mi tocca rifarlo?

...Siccome io ho iniziato la professione nel 2012... quindi necessito obbligatoriamente del corso per professare... dato che non avevo 3 anni di esperienza alle spalle al momento di entrata in vigore del decreto.... Chiedo vale il corso che ho fatto nel 2009 oppure mi tocca rifarlo?

Necessiti solo di rivedere la data di entrata in vigore della riforma e gli articoli in essa contenuta.

La riforma approvata a dicembre 2012 è entrata in vigore il 18 giugno 2013

L'art. 71 bis c.c tra l'altro recita:

A quanti hanno svolto attività di amministrazione di condominio per almeno un anno nell’arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione, è consentito lo svolgimento dell’attività di amministratore anche in mancanza dei requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma. Resta salvo l’obbligo di formazione periodica.

Questo significa che non dovevi aver professato per tre anni ma almeno un anno prima dell'entrata in vigore della riforma.

Se hai cominciato a "professare" almeno dal 17 giugno 2012 non hai bisogni di "professori" per il corso iniziale.

Avrai bisogno solo dei corsi di aggiornamento ancora non definiti.

Io sono stato nominato amministratore del mio primo condominio in data 24/09/2012....

Quindi dovrei rifare il corso?

Il corso che ho fatto nel 2009 presso l'ANACI non vale un bel niente?

Io sono stato nominato amministratore del mio primo condominio in data 24/09/2012....

Quindi dovrei rifare il corso?

Il corso che ho fatto nel 2009 presso l'ANACI non vale un bel niente?

Appunto perchè gli ho dato un'occhiata..... non si capisce chi può e chi no può fare la professione.... secondo me nella riforma dovevano specificare se chi aveva frequentato corsi negli anni precedente potevano o non fare questa professione oppure dovevano ripetere il corso....

 

Per poi non parlare di dove uno debba andare a fare i corsi di aggiornamento.... praticamente uno è obbligato a iscriversi presso una delle associazioni di categoria...

Se sei amministratore del condominio dove sei condomino non è necessario ne aver frequentato un corso ne frequentare i corsi d'aggiornamento, è sufficiente però avere gli altri requisiti previsti dall'art Dacc 71. bis;

 

71-bis. Possono svolgere l’incarico di amministratore di condominio coloro:

a) che hanno il godimento dei diritti civili;

b) che non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l’amministrazione

della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge

commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque

anni;

c) che non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia

intervenuta la riabilitazione;

d) che non sono interdetti o inabilitati;

e) il cui nome non risulta annotato nell’elenco dei protesti cambiari;

f) che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado;

g) che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica

in materia di amministrazione condominiale.

I requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma non sono necessari qualora l’amministratore sia

nominato tra i condomini dello stabile.

Possono svolgere l’incarico di amministratore di condominio anche società di cui al titolo V del libro

V del codice. In tal caso, i requisiti devono essere posseduti dai soci illimitatamente responsabili,

dagli amministratori e dai dipendenti incaricati di svolgere le funzioni di amministrazione dei

condomini a favore dei quali la società presta i servizi.

La perdita dei requisiti di cui alle lettere a), b), c), d) ed e) del primo comma comporta la cessazione

dall’incarico. In tale evenienza ciascun condomino può convocare senza formalità l’assemblea per la

nomina del nuovo amministratore.

A quanti hanno svolto attività di amministrazione di condominio per almeno un anno nell’arco dei tre

anni precedenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione, è consentito lo svolgimento

dell’attività di amministratore anche in mancanza dei requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo

comma. Resta salvo l’obbligo di formazione periodica.

Appunto perchè gli ho dato un'occhiata..... non si capisce chi può e chi no può fare la professione.... secondo me nella riforma dovevano specificare se chi aveva frequentato corsi negli anni precedente potevano o non fare questa professione oppure dovevano ripetere il corso....

 

Per poi non parlare di dove uno debba andare a fare i corsi di aggiornamento.... praticamente uno è obbligato a iscriversi presso una delle associazioni di categoria...

La mia opinione è che al momento, proprio perchè non specificato, può amministrare anche chi ha fatto un corso iniziale presso un amministratore che abbia amministrato più di un anno prima della riforma, con una semplice dichiarazione firmata dall'amministratore "docente".

 

Per quanto riguarda i corsi, la proposta è di dare facoltà di tenere corsi anche a nuovi soggetti; da qui il fermento delle associazioni di categoria.

Potrebbero nascere anche società formate da avvocati, magistrati, docenti universitari che hanno già pubblicato opere... portando il business in altra direzione.

No l'ho incominciato a svolgere come professione e non dove abito...

Lo conosco l'articolo di riferimento, quello che chiedo.... il corso che ho svolto nel 2009 è valido oppure non vale a niente?

Perchè visto che io non ho svolto la professione per almeno un anno nell'arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore dalla riforma, per svolgere questa professione necessito obbligatoriamente del corso di formazione..... corso di formazzione che ho fatto nel 2009.... e sinceramente ad oggi non so se è ritenuto valido oppure no...

No l'ho incominciato a svolgere come professione e non dove abito...

Lo conosco l'articolo di riferimento, quello che chiedo.... il corso che ho svolto nel 2009 è valido oppure non vale a niente?

Perchè visto che io non ho svolto la professione per almeno un anno nell'arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore dalla riforma, per svolgere questa professione necessito obbligatoriamente del corso di formazione..... corso di formazzione che ho fatto nel 2009.... e sinceramente ad oggi non so se è ritenuto valido oppure no...

A mio avviso, nel vago della norma, AL MOMENTO il tuo corso è valido.

Per domani... si vedrà.

Spero vivamente di non dover rifare il corso....

e spero anche che trovino il modo di permettere agli amministratori di fare corsi di aggiornamento anche se non iscritti ad associazioni di categoria... sennò credo proprio che tutto questo non farà altro che la loro fortuna 😜

×