Vai al contenuto
stefano83

Rendita e redditi da locazione appartamento condominiale nel 73

buongiorno.

nel condominio in cui vivo ci sono 2 appartamenti (ex portinerie), che sono a tutti gli effetti proprietà dei condomini, visto che al momento del rogito del mio appartamento ho rogitato anche la quota dei 2 condominiali (ovviamente la quota è ripartita in base ai millesimi dell'appartamento principale).

uno di questi appartamenti è locato ad uso privato (non ad un portiere) e pertanto produce reddito derivante da contratto di locazione, l'altro è vuoto.

ho 3 domande:

- la percentuale a me spettante del reddito derivante dal contratto di locazione va indicato nel mio 730 ? (calcolate che il condominio è molto grande e la quota a me spettante è di circa 20€ visto che 7/1000 di proprietà)

- tutte le tasse sui 2 appartamenti comuni debbono essere versate dal condominio o dai singoli proprietari? (imu-tasi ecc..)

- nel 730 debbo inserire comunque questi 2 appartamenti e quindi essi contribuiscono al reddito dei fabbricati di mia proprietà?

 

vi ringrazio in anticipo

Salve,

essendo proprietà condominiale è come se fosse proprietari tutti di quella parte.

1) Il reddito derivante da questi immobili andrà inserito se la quota derivante da ciascuna unità supera i 25,82.

2) Per le tasse ti rimando a questo link sulla Tasi: http://www.studiofiasconaro.it/index.php/consulenze-archivio/tutte-le-consulenze/70-tra-proprietario-ed-inquilino-chi-paga-la-tasi

3) Alla terza ho risposto con la prima risposta.

 

Cordiali saluti

1) Il reddito derivante da questi immobili andrà inserito se la quota derivante da ciascuna unità supera i 25,82.

I redditi degli immobili di proprietà comune

 

Ai fini della presentazione della dichiarazione dei redditi, il condominio non assume la qualificadi soggetto passivo d'imposta e non è tenuto a presentare altra dichiarazione se non quellain qualità di sostituto d'imposta (vedi capitoli 2 e 3). Conseguentemente gli immobili checostituiscono oggetto di proprietà comune e che sono imputabili al singolo condòmino in proporzioneai millesimi di proprietà, come esempio i locali per la portineria, l'alloggio del portiere,la lavanderia, il riscaldamento centrale e gli altri servizi oggetto della proprietà condominiale,cui è attruibile un’autonoma rendita catastale, devono essere dichiarati dal singolocondòmino ma soltanto nel caso in cui la quota di*reddito*a lui spettante per ciascuna unitàimmobiliare sia superiore a 25,82 euro. Questa esclusione non si applica per gli immobili concessiin*locazione*e per i negozi.

1): si

2): condominio. l'amministratore ti darà le notizie da riportare sul modello della dichiarazione dei redditi.

3): si

×