Vai al contenuto
Truluis

Rendiconto annuale - in sede di dibattito

Buongiorno,

sono amministratore del condominio in cui abito e vi pongo un quesito:

In data 26 febbraio 2017 convoco un' assemblea che contiene tra le altre, al primo punto all'ordine del giorno, approvazione bilancio di esercizio 2016. L'assemblea è convocata per giorno 16 febbraio 2017, venti giorni dopo dalla data di notifica. In sede di dibattito, un condomino rappresentato dal suo legale, mi contesta il bilancio non tanto per il suo contenuto, bensì perchè a parere suo avrei dovuto allegare al bilancio anche l'estratto conto bancario dell'anno 2016 in modo tale da poterlo commentare. Io ho contestato, adducendo al fatto che ho dato quei venti giorni tra la notifica e lo svolgimento dell'assemblea, proprio per dare a chi lo avesse chiesto tutte le delucidazioni circa le spese e sul conto bancario, ribadendo che non c'è nessuna norma. che mi obbliga ad allegare l'estratto conto. In buona sostanza alla fine non avendo ricevuto dagli altri condomini nessun tipo di benestare in quanto anche per loro l'argomento risultava nuovo, il bilancio non veniva approvato in attesa di esaminare l'aspetto giuridico dell mancato allegato. Considerato che è la prima volta che mi capita, ho bisogno di uscire dall'imbarazzo. Io ritengo di avere operato bene e voi che ne pensate.

In attesa porgo i migliori saluti.

Hai operato bene, non è obbligatorio allegare nulla alla convocazione, l'importante èe che l'argomento sia posto all'OdG, ed i condomini se vogliono possono chiedere un appuntamento pre assemblea all'amministratore per esaminare la documentazione, compreso l'estratto conto bancario.

Oppure lo potrà fare durante l'assemblea (ricorda che devi portare tutte le giustificazioni in aula) altrimenti il rendiconto potrebbe essere invalido.

 

In tema di condominio, la mancata disponibilità della documentazione contabile in sede di approvazione del consuntivo da parte dei condomini comporta la violazione, da parte dell'amministratore, dell'obbligo di rendiconto e la conseguente invalidità della delibera di approvazione, ciò che non si verifica quando la disponibilità della documentazione manchi in sede di approvazione del preventivo dove, normalmente, l'approvazione della previsione di spesa viene fatta sulla base della gestione dell'anno precedente, e dove, soprattutto, la documentazione sulle spese potrà essere conseguita una volta che esse siano state effettuate, e non in via preventiva. (Cassazione Civile, sez. II, 08-08-2003, n. 11940)

Buongiorno,

sono amministratore del condominio in cui abito e vi pongo un quesito:

In data 26 febbraio 2017 convoco un' assemblea che contiene tra le altre, al primo punto all'ordine del giorno, approvazione bilancio di esercizio 2016. L'assemblea è convocata per giorno 16 febbraio 2017, venti giorni dopo dalla data di notifica. In sede di dibattito, un condomino rappresentato dal suo legale, mi contesta il bilancio non tanto per il suo contenuto, bensì perchè a parere suo avrei dovuto allegare al bilancio anche l'estratto conto bancario dell'anno 2016 in modo tale da poterlo commentare. Io ho contestato, adducendo al fatto che ho dato quei venti giorni tra la notifica e lo svolgimento dell'assemblea, proprio per dare a chi lo avesse chiesto tutte le delucidazioni circa le spese e sul conto bancario, ribadendo che non c'è nessuna norma. che mi obbliga ad allegare l'estratto conto. In buona sostanza alla fine non avendo ricevuto dagli altri condomini nessun tipo di benestare in quanto anche per loro l'argomento risultava nuovo, il bilancio non veniva approvato in attesa di esaminare l'aspetto giuridico dell mancato allegato. Considerato che è la prima volta che mi capita, ho bisogno di uscire dall'imbarazzo. Io ritengo di avere operato bene e voi che ne pensate.

In attesa porgo i migliori saluti.

Penso che sarebbe opportuno tu dettagliassi quali documenti avresti allegato al "rendiconto" ...

Buongiorno, avresti dovuto portare i documenti in assemblea e il gioco era fatto. Nessuna contestazione veniva rivolta.

Buongiorno, avresti dovuto portare i documenti in assemblea e il gioco era fatto. Nessuna contestazione veniva rivolta.
Infatti, l'avevo già scritto, allegando adeguata sentenza 🙂
Da quello che leggo penso sia riferito a chi era interessato a visionare i documenti nello studio mentre diverso è portarli in sede assembleare.
Avevo esaminato e descritto ambedue le situazioni, avendo scritto;

 

- se vogliono possono chiedere un appuntamento pre assemblea all'amministratore per esaminare la documentazione, compreso l'estratto conto bancario.

Oppure lo potrà fare durante l'assemblea (ricorda che devi portare tutte le giustificazioni in aula)

Ok forse mi è sfuggito il passaggio, essere ripetitivo non è un errore.

Ok forse mi è sfuggito il passaggio, essere ripetitivo non è un errore.
Non ho detto questo, anzi two is better than one, e mi fa piacere per te, hai perso un Like da parte di Patrizia Ferrari 🙂

Buongiorno, siete straordinari! Saluti. ( per i saluti non ho trovato le smile!).

Quando ho notificato la convocazione, ho allegato il bilancio di esercizio 2016, contenente tutti i capitoli di spesa, entrate ed uscite, fondi accantonamenti, debiti e crediti e infine la situazione bancaria con le entrate le uscite , e gli oneri bancari.

 

- - - Aggiornato - - -

 

io penso che in sede di assemblea, si debba o approvare o dissentire, le operazioni preliminare si devono svolgere ante assemblea, e io di tempo ne ho dato parecchio, giorni venti

 

- - - Aggiornato - - -

 

l'avevo proposto, ci sarebbero voluti pochi minuti, ma il rifiuto è stato netto. O allegati o niente

 

- - - Aggiornato - - -

 

Scusa Tullio, però leggendo la legge, pare che non avere presentato la documentazione comporti una violazione da parte dell'amministratore, per cui alla fine sono in torto lo stesso.

Quando ho notificato la convocazione, ho allegato il bilancio di esercizio 2016, contenente tutti i capitoli di spesa, entrate ed uscite, fondi accantonamenti, debiti e crediti e infine la situazione bancaria con le entrate le uscite , e gli oneri bancari.

 

- - - Aggiornato - - -

 

io penso che in sede di assemblea, si debba o approvare o dissentire, le operazioni preliminare si devono svolgere ante assemblea, e io di tempo ne ho dato parecchio, giorni venti

 

- - - Aggiornato - - -

 

l'avevo proposto, ci sarebbero voluti pochi minuti, ma il rifiuto è stato netto. O allegati o niente

Scusa ma se li hai allegati, che cosa pretende il condomino?

 

Comunque, ed a prescindere, queste documentazioni erano presenti in assemblea?

io penso che in sede di assemblea, si debba o approvare o dissentire, le operazioni preliminare si devono svolgere ante assemblea, e io di tempo ne ho dato parecchio, giorni venti...

Correggimi se sbaglio ma io deduco che tu non hai allegato l'estratto conto bancario alla convocazione e non lo hai mostrato neanche in assemblea.

 

Se è così, sei in torto perchè tutto si visiona in assemblea ed il condòmino non è tenuto a venire a visionare la documentazione al tuo studio o a casa tua, nemmeno se gli avessi dato 3 mesi di tempo.

Il luogo deputato a discutere di tutto è solo il luogo in cui si svolege l'assemblea, nello stesso momento in cui si svolge la riunione.

Considerato che abito nello steso stabile dove si è svolta l'assemblea, ho chiesto solo due minuti per andarlo a prendere, ma non mi è stato consentito.

Considerato che abito nello steso stabile dove si è svolta l'assemblea, ho chiesto solo due minuti per andarlo a prendere, ma non mi è stato consentito.
Bhe se questa è la verità hai ragione da vendere e potevi "correre" a prendere quanto richiesto, era già successo a me, l'ho raccontato diverse volte in questo forum, quando da condomino non conoscevo tutte le regole ed avevo chiesto la visione delle documentazioni, e l'amministratore si è scusato, è uscito dall'assemblea e dopo alcuni minuti è ritornato con tutto il "fardellone" delle documentazioni salvandosi in corner.
Considerato che abito nello steso stabile dove si è svolta l'assemblea, ho chiesto solo due minuti per andarlo a prendere, ma non mi è stato consentito.

Allora sono pretesti da avvocato azzeccarbugli.

 

Se l'assemblea si fosse svolta nell'ufficio di un amministratore professionista e questi, alla richiesta di visionare gli estratti conto, avrebbe detto di attendere che li andava a prendere nella stanza a fianco, nello stesso ufficio.... l'avvocato avrebbe cietato all'amministratore di abbandonare la stanza??? 😉

Se utilizzi un conto corrente con home banking, la prossima volta ti consiglio di fare come faccio io.

Ti presenti all'assemblea con notebook e stampante.

Colleghi il notebok a internet tramite il thetering del tuo smartphone.

Entri nell'home banking e stampi tutti i movimenti IN TEMPO REALE fino a quel preciso istante in cui è effettuata la richiesta.

In questo modo non sarai costretto ad abbandonare l'assemblea e mai estratto conto potrà essere più veritiero e fedele 😉

Considerato che abito nello steso stabile dove si è svolta l'assemblea, ho chiesto solo due minuti per andarlo a prendere, ma non mi è stato consentito.

sono d'accordo con leonardo: pretesti da avvocato azzeccagarbugli.

 

convoca una assemblea straordinaria per approvazione di quanto impeditoti in precedenza.

porta in assemblea tutte le carte necessarie, compreso ovviamente il famigerato e/c bancario alla data di chiusura contabile.

allega, se vuoi, quello che hai allegato in precedenza (non è necessario sia perchè già lo hanno avuto, sia perchè non è previsto dalle norme).

se vuoi, in assemblea informa i condomini che ovviamente ci saranno ulteriori spese per questa assise supplementare (convocazione, verbale, affitto sala, tue competenze se previste, ...).

A pensar male si fa peccato ma...

 

un avvocato che chiede l'estratto conto e non permette di prenderlo entro 2 minuti, facendo bocciare il rendiconto senza entrare nel merito e senza nemmeno chiedere di visionare registro di contabilità e giusificativi di spesa...

mi fa pensare solo ad uno stratagemma messo in atto per poter "guadagnare" una nuova assemblea, per assicurarsi una nuova delega ed un ulteriore compenso dal condòmino suo cliente.

 

Se poi ci sono altri motivi per cui l'avvocato aveva interesse a non far approvare il rendiconto, attaccandosi ad ogni pretesto, ce lo dovrà dire Truluis.

Non è usuale che un condòmino si faccia rappresentare da un legale se non c'è un contenzioso tra condòmino e condominio.

No Leonardo, tutto regolare. L'avvocato rappresenta una proprietaria che purtroppo per lei non sta bene in salute, per cui le figlie non essendo in grado di gestire una assemblea si fanno assistere da un legale, ma non solo in questa occasione. Come potrebbe essere anche una ripicca per un problema legale legato ad uno spazio condominiale di mia proprietà dove io da proprietario ho dettato alcune regole. Ma comunque un legale non dovrebbe arrivare a queste bassezze. Per non di meno, farò un'altra assemblea, con lo stesso ordine del giorno, darò nuovamente venti giorni circa di tempo per potere a chi vuole esaminare le carte, portando questa volta l'estratto conto bancario in assemblea.

... darò nuovamente venti giorni circa di tempo per potere a chi vuole esaminare le carte, portando questa volta l'estratto conto bancario in assemblea.

Non dimenticare di portare in assemblea ogni giustificativo di spesa della gestione da approvare, nonchè il registro di contabilità con l'indicazione di ogni singolo movimento in entrata e in uscita.

Tutto deve essere presente in assemblea. Portati tutto con il carrello della spesa se necessario ma non lasciare appigli.

(se la proprietaria che non sta bene paga l'avvocato per ogni assemblea... qual'è l'interesse dell'avvocato? Potrebbe anche impugnare indipendentemente da chi ha ragione. L'avvocato vince sempre perchè è pagato in ogni caso))

 

Questo è quanto prevede la Norma:

 

Art. 1130-bis c.c.

Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve, che devono essere espressi in modo da consentire l'immediata verifica. Si compone di un registro di contabilità, di un riepilogo finanziario, nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti...

No Leonardo, tutto regolare. L'avvocato rappresenta una proprietaria che purtroppo per lei non sta bene in salute, per cui le figlie non essendo in grado di gestire una assemblea si fanno assistere da un legale, ma non solo in questa occasione. Come potrebbe essere anche una ripicca per un problema legale legato ad uno spazio condominiale di mia proprietà dove io da proprietario ho dettato alcune regole. Ma comunque un legale non dovrebbe arrivare a queste bassezze. Per non di meno, farò un'altra assemblea, con lo stesso ordine del giorno, darò nuovamente venti giorni circa di tempo per potere a chi vuole esaminare le carte, portando questa volta l'estratto conto bancario in assemblea.

oltre tutto quanto detto da leonardo, ricordati la nota esplicativa della gestione (prevista dalla norma).

un paio di paginette che descrivono quel che si legge nei numeri del rendiconto e della situazione patrimoniale.

niente di che, ma visti i precedenti ... ?

×