Vai al contenuto
erreti

Regolamento assembleare e contrattuale

Un regolamento contenente clausole regolamentari va sottoscritto dai condomini che lo hanno votato o è sufficiente allegare ad esso la delibera di approvazione? Il regolamento è firmato dal presidente e dal segretario (come se si trattasse di una delibera, la giustificazione può essere che è stato redatto da un condomino interno che nel contempo amministrava la compagine e ha ritenuto di sottoscriverlo nella qualità di presidente e segretario), ciò lo rende nullo?. Un regolamento con all'interno clausole aventi natura contrattuale va sottoscritto dall'unanimità dei partecipanti al condominio pena la sua nullità.Se non viene trascritto in conservatoria ma indica di essere riportato in tutti gli atti di trasferimento della proprietà, ha sempre una sua valenza? In un condominio acquisito ho trovato un regolamento con clausole contrattuali, con la firma del presidente e del segretario (una situazione sovrapponibile a quella sopra descritta),e la relativa delibera con la quale all'unanimità dei presenti e non dei partecipanti si approva. Ritengo che non abbia alcun valore e dovrebbe essere riproposto nuovamente in assemblea.

ciao

 

il problema riguarda solo le clausole contrattuali e la pubblicità verso terzi, il resto è tutto regolare. Dovresti anche verificare se all'assemblea, per caso, mancasse qualcuno, o fossero presenti i 1000 /1ooo. Se da quella data non è cambiato nessun condomino, anche le clausole contrattuali hanno valore.

Infatti nell'assemblea di approvazione del regolamento contenente clausole contrattuali non tutti erano presenti. La sottoscrizione del regolamento fuori dal contesto assembleare e quindi successiva all'assemblea ha valenza?

La peculiarità del regolamento contrattuale sta nel fatto che esso, essendo sottoscritto da tutti i condomini, è equiparabile ad un vero e proprio contratto.

Infatti nell'assemblea di approvazione del regolamento contenente clausole contrattuali non tutti erano presenti. La sottoscrizione del regolamento fuori dal contesto assembleare e quindi successiva all'assemblea ha valenza?

ciao

 

certamente si. Ma solo per i firmatari e coloro che lo hanno approvato in assemblea, in assenza di trascrizione.

ciao

 

certamente si. Ma solo per i firmatari e coloro che lo hanno approvato in assemblea, in assenza di trascrizione.

La firma deve essere comunque di tutti. Nel caso anche un solo condomino non lo sottoscrive, è privo di validità.

La firma deve essere comunque di tutti. Nel caso anche un solo condomino non lo sottoscrive, è privo di validità.

ciao

se qualcuno era presente in assemblea e ha votato a favore, non serve la firma, che invece serve per gli assenti a tale assemblea.

La firma deve essere comunque di tutti. Nel caso anche un solo condomino non lo sottoscrive, è privo di validità.

Se volete trascriverlo, deve essere firmato da tutti i condomini.

×