Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
grifis

Recupero spese per ripartizione su causa

Salve,

 

il condominio ha accettato una transazione con la controparte inerente ad una causa (persa per il condominio) con pagamento in tot mesi. dal momento che il 90% ha pagato. per ultimare i pagamenti è stato necessario attingere al conto condominiale e ovviamente l'amm.re ha sollecitato i morosi al pagamento. un moroso sta rateizzando l'importo per ovvie necessità (in difficoltà finanziarie), sull'altro è possibile agire con decreti ingiuntivi o bisogna aspettare la trafila dei 2 solleciti e poi decreto? (è stato anche presentato un resoconto nell'ultima assemblea sulle entrate e uscite (compreso bilancio e compresa causa), prima della scadenza naturale della transazione.

 

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciao, i solleciti non sono mica obbligatori.

L'amministratore potrà farne uno, due, tre e non farne nessuno, se vorrà, altrimenti dovrà chiedere il, giusto e sacrosanto, d.i. almeno entro 6 mesi.

Ciò sta a significare che lo può chiedere anche dal giorno dopo la scadenza di pagamento non rispettata dal moroso, è chiaro, adesso ho esagerato però lo potrebbe fare, quindi non esiste nessuna trafila di solleciti o meno.

Anzi io consiglio di attivarsi subito.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

se c'è una sentenza che prevede il pagamento delle spese a carico del condominio, l'amministratore può agire nei confronti dei morosi in virtù del titolo esecutivo derivante dalla sentenza stessa, senza bisogno di richiedere nuovamente un d.i.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
se c'è una sentenza che prevede il pagamento delle spese a carico del condominio, l'amministratore può agire nei confronti dei morosi in virtù del titolo esecutivo derivante dalla sentenza stessa, senza bisogno di richiedere nuovamente un d.i.

E se il condòmino non paga, come appunto nel caso descritto da grifis?

Che fai?

Come li prendi i soldi?

Come agisci nei confronti dei morosi?

La sentenza è nei confronti del Condominio mica contri i presunti morosi........

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non è necessaria la preventiva messa in mora e un pagamento rateale, deve essere deliberato dall'assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

previa delibera assembleare favorevole, puoi agire in virtù del titolo esecutivo (la sentenza) con pignoramento a carico del condomino moroso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Spero no il pignoramento immobiliare........................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma se fai il d.i. non c'è bisogno della delibera assembleare.

 

Cioè, tenendo presente che la situazione è questa:

 

Scrive grifis:

 

"il condominio ha accettato una transazione con la controparte inerente ad una causa (persa per il condominio) con pagamento in tot mesi. dal momento che il 90% ha pagato. per ultimare i pagamenti è stato necessario attingere al conto condominiale e ovviamente l'amm.re ha sollecitato i morosi al pagamento. un moroso sta rateizzando l'importo per ovvie necessità (in difficoltà finanziarie), sull'altro è possibile agire con decreti ingiuntivi o bisogna aspettare la trafila dei 2 solleciti e poi decreto..."

 

La transazione è una accettazione di pagamento alla contro parte vincente, relativa alla causa persa dal Condominio, quindi, la cifra da pagare sarà stata ripartita in base alle quote millesimali, con le relative scadenze a cui deve ottemperare ogni condòmino.

Se un condòmino (come nel caso descritto da grifis), in base a quel riparto approvato non ottempera al suo dovere, gli devi fare il d.i. per quella cifra, stabilita in quel riparto approvato, per pagare quanto stabilito nella transazione.

 

E' vero quanto dice josefat che si potrebbe agire con la sentenza già emessa dal giudice che costituisce il titolo di pagamento esecutivo ma, questo titolo esecutivo è nei confronti del Condominio TUTTO non specificatamente nei confronti di Tizio che non ha pagato la sua quota, ragion per cui, prima si DEVE pagare la transazione stabilita nelle scadenze prestabilite e, poi, agire nei confronti del moroso per la sua quota mancante.

Con il d.i. che andrà a chiedere l'amministratore non ci sarà bisogno di nessuna assemblea che decide, perché il d.i. l'amministratore lo può anzi, LO DEVE chiedere senza il bisogno di essere autorizzato.

 

Il titolo esecutivo è, giustamente valido per richiedere i soldi ai condòmini ma, rappresenta l'ingiunzione, emessa dal Giudice, per la causa che ha perso il Condominio.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×