Vai al contenuto
dareus1944

Recupero quota da fondo morosità

Gentili signori ecco il quesito che vi sottopongo:

Ho venduto un appartamento ereditato da mia mamma e dal prospetto subentri redatto dall'amministratore di condominio si evidenziava una piccola quota in mio favore.

Negli anni precedenti il condominio aveva promosso un'azione esecutiva immobiliare nei confronti di un condomino x morosità. A tal fine si era reso necessario istituire un fondo x far fronte alle spese di gestione. La quota afferente all'appartamento in questione ammontava a ca.500 € versate nella gestione 2012-13 e 2014-15.

A luglio scorso facevo presente all'amministratore che dal consuntivo di gestione si evinceva che il fondo non era ancora stato utilizzato e quindi richiedevo la restituzione.

Questa la risposta dell'Amministratore: "Il fondo essendo stato anticipato x gestioni pregresse, non posso restituirlo a lei ed addebitarlo all'acquirente che sarebbe obbligato a pagare in solido solo le spese della gestione in corso e di quella precedente. Dalla vendita dell'immobile, al Condominio non verrà riconosciuto nulla, per cui temo che la quota da lei versata non potrà essere restituita. Ci aggiorniamo eventualmente dopo che il giudice dell'esecuzione predisporrà il piano di riparto del ricavato”.

Come mi devo comportare? Pretendere cmq la restituzione o aspettare x conoscere la cifra ricavata dalla vendita all'asta e la ripartizione tra i vari creditori? E se nn rimanesse nulla la mia quota andrebbe definitivamente persa?

Grazie a tutti.

Giustamente l'amministratore non può restituire la quota del fondo istituita per far fronte alle spese legali e burocratiche del contenzioso ancora in corso.

 

Nel caso specifico, colui che è tenuto a sopportare dette spese è colui che era proprietario al momento della deliberazione di attivazione della causa.

 

Anzi, se fossero necessarie ulteriori somme per far fronte alle spese prima del recupero, saresti tu a dover partecipare e non l'attuale proprietario (a meno di accordi tra le due parti).

 

Naturalmente, quando si sarà esaurito l'iter in corso, se favorevole e se esisteranno ancora fondi dopo l'asta, sarai tu a recuperare la quota del fondo appositamente versata e non il nuovo proprietario.

Giustamente l'amministratore non può restituire la quota del fondo istituita per far fronte alle spese legali e burocratiche del contenzioso ancora in corso.

 

Nel caso specifico, colui che è tenuto a sopportare dette spese è colui che era proprietario al momento della deliberazione di attivazione della causa.

 

Anzi, se fossero necessarie ulteriori somme per far fronte alle spese prima del recupero, saresti tu a dover partecipare e non l'attuale proprietario (a meno di accordi tra le due parti).

 

Naturalmente, quando si sarà esaurito l'iter in corso, se favorevole e se esisteranno ancora fondi dopo l'asta, sarai tu a recuperare la quota del fondo appositamente versata e non il nuovo proprietario.

Sono d'accordo che l'amministratore non possa restituire la quota versata, ma non sono d'accordo sul resto.

 

Prendiamo i commi 4 e 5 del articolo 63 del codice civile:

IV. Chi subentra nei diritti di un condomino e' obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente.

 

V. Chi cede diritti su unita' immobiliari resta obbligato solidalmente con l'avente causa per i contributi maturati fino al momento in cui e' trasmessa all'amministratore copia autentica del titolo che determina il trasferimento del diritto.

Io la interpreto che con il passaggio di proprietà dell'unità immobiliare, anche i vari debiti/crediti connessi ad essa passano in toto al nuovo proprietario.

 

Vediamola anche da un punto di vista pratico: io condomino vendo casa, dopo un paio d'anni il vecchio condominio mi dice che servono ulteriori soldi per una causa intentata quando io ero presente: innanzitutto come fanno a rintracciarmi fisicamente, a sapere a che indirizzo mandare la raccomandata (specie se ho cambiato comune)? E anche dopo come fanno a costringermi a pagare? Fanno una causa nuova appositamente contro di me? Magari per poche centinaia di euro? Mah...

×