Vai al contenuto
stedn

Recesso unilaterale dall'inquilino e diniego del proprietari

il mondo va alla rovescia? firmo un contratto 4 più 2 con il mio compagno per un appartamento,ma dopo 2 anni ci separiamo e chiedo (grazie anche ad un art fatto aggiungere all articolo del recesso in solido sul contratto) il recesso unilaterale con almeno 6 mesi di anticipo tramite raccomandata.nell articolo per recesso unilaterale si legge che se uno dei due affittuari volesse recedere può farlo dando comunicazione almeno 6 mesi prima della scadenza del contratto semprechè l altro si assuma tutti gli oneri per intero.La persona che resta nell appartamento è daccordo ed entrambe comunichiamo tutto per raccomandata ma la proprietaria (che è avvocato) ci risponde con una lettera diffida in cui dice che la richiesta di recesso è nulla perchè va fatta solo al termine dei 4 anni di affitto.Ma che senso ha? al termine si sapeva già che si poteva continuare il contratto o recedere!che devo fa?ma è legale quello che ha risposto?

stedn

puoi riportare esattamente la clausola di recesso?

Se è un 4+2 per legge c'è il recesso con 6 mesi e gravi motivi.

il contratto è a canone concordato 4 PIù 2(oltretutto i parametri non corrispondono,nel senso che c è stato calcolato canone in base a 157 mq ma la casa è di 120)

l'articolo8 del resesso recita:è facoltà dei conduttori recedere in solido dal contratto previo avviso da recapitarsi tramite lettera raccomandata almeno 6 mesi prima della scadenza del contratto.

l'art 8bis del recesso unilaterale recita: IL PRESENTE CONTRATTO DI LOCAZIONE PUò ESSERE DISDETTO PREVIO AVVISO DA RECAPITARSI TRAMITE LETTERA RACCOMANDATA ALMENO 6 MESI PRIMA DELLA SCADENZA DEL CONTRATTO DA UN SOLO CONDUTTORE,SEMPRECHè L'ALTRO CONDUTTORE,CHE NON DESIDERA RECEDERE IL CONTRATTO,COMUNICHI,ALMENO 6 MESI PRIMA DELLA SCADENZA,TRAMITE LETTERA RACCOMANDATA AL LOCATARIO LA SUA VOLONTA' DI CONTINUARE LA CONDUZIONE DELL'IMMOBILE,ASSUMENDO NEL CONTEMPO TUTTI GLI ONERI INERENTI AL CONTRATTO E PRESENTANDO LE MEDESIME GARANZIE.

La proprietaria mi risponde con diffida scritta dal suo legale: IL RECESSO UNILATERALE E LA CONSEGUENTE VOLONT DI VOLER CONTINUARE NON PUò AVER PREGIO IN QUANTO IL RECESSO UNILATERALE PUò ESSERE ESERCITATO ALMENO 6 MESI PRIMA DELLA SCADENZA DEL CONTRATTO QUINDI 6 MESI PRIMA DELL APRILE 2015.LE RICHIESTE SONO MANIFESTATAMENTE NULLE.....e prosegue con una serie di diffide sulla conduzione dell'appartamento(asolutamente non veritiere).

La proprietaria mi ha telefonato ieri sera chiedendomi di fare solo uno scritto privato tra me e il coinquilino che lei firmerà senza apportare modifiche al contratto.ma io non so se è legale.Dice che se non sarò daccordo lei preferisce farmi causa piuttosto che cambiare il contratto.Che devo fare? posso comunque andarmene e star tranquilla per il futuro o devo trovarmi un legale?

stedn

Ric75 sarà senz'altro più preciso, ma ti anticipo che quella clausola riguarda la disdetta per la scadenza del primo quadriennio (cioè fra due anni, aprile 2015).

Se ti avvali di quella, devi aspettare altri due anni, pagando l'affitto di questi due anni.

 

Esiste invece, come diceva Ric75, la possibilità di recesso unilaterale anticipato per gravi motivi. Attivando quella, puoi recedere dal contratto in qualunque momento, con sei mesi di preavviso (cioè pagando solo altri sei mesi di affitto dopo l'arrivo della raccomandata).

 

Ma la definizione di "grave motivo" è nebulosa.

Nel tuo caso, la separazione può sicuramente essere un "grave motivo": devi farlo presente al locatore, e se lui condivide (o comunque lo convinci) che sia davvero un "grave motivo", tutto a posto.

Ma se non condivide, allora solo un giudice potrà confermare la tua (oppure la sua) opinione.

 

(aggiungerei anche che in realtà la legge favorisce te, perchè se invii il recesso unilaterale anticipato e fra sei mesi te ne vai e smetti di pagare l'affitto, il "cerino acceso" resterà al locatore, che -se vuole- dovrà ricorrere lui al giudice sperando che il giudice dia ragione a lui -ed è improbabile).

ho capito,quindi il proprietario avrebbe ragione.

io però ho mandato per raccomandato una richiesta di recesso anticipato per gravi motivi,che già avevo spiegato a voce al proprietario.lui cmq rifiuta e come dicevo mi invita a fare una scrittura privata tra me e l'altro conduttore che lei firmerà.è valida una cosa del genere?

 

stedn

aggiungo,visto che il coinquilino manterrebbe stesse garanzie e si farebbe carico di pagare l affitto per intero perchè questa opposizione cosi decisa?

 

stedn

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 10:02:57: ho capito,quindi il proprietario avrebbe ragione.

io però ho mandato per raccomandato una richiesta di recesso anticipato per gravi motivi,che già avevo spiegato a voce al proprietario.lui cmq rifiuta e come dicevo mi invita a fare una scrittura privata tra me e l'altro conduttore che lei firmerà.è valida una cosa del genere?

 

stedn

Scusami, questo è un dettaglio (importamte) che non avevo recepito.

Quindi il tuo ex compagno rimane lì, e si accolla il pagamento di tutto l'affitto da solo.

 

Allora la cosa è più semplice, "basta" fare la scrittura privata come dice il proprietario, e poi registrarla all'AdE per la variazione del contratto.

il proprietario (che è avvocato) mi parlava di questa scrittura privata,però non vuole apportare modifiche al contratto.E' sufficiente che io e il mio coinquilino facciamo questa scrittura privata e poi per la modifica del contratto?la proprietaria a quel punto non può opporsi? torno a dire mi ha risposto "preferisco farvi causa che cambiare il contratto"

 

stedn

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 10:16:12: il proprietario (che è avvocato) mi parlava di questa scrittura privata,però non vuole apportare modifiche al contratto.E' sufficiente che io e il mio coinquilino facciamo questa scrittura privata e poi per la modifica del contratto?la proprietaria a quel punto non può opporsi? torno a dire mi ha risposto "preferisco farvi causa che cambiare il contratto"

 

stedn

Qui c'è qualcosa che non torna, forse non hai riportato esattemente le sue parole (o forse si è espressa male lei, non so).

 

"Fare quella scrittura privata" e "cambiare il contratto", è la stessa cosa: la scrittura privata serve appunto a cambiare il contratto, che da essere intestato a tutti e due passerà a essere intestato solo al tuo ex.

 

La proprietaria può opporsi (perchè una persona sola le dà ovviamente meno garanzie che due) però se controfirma la scrittura privata, ha di fatto accettato il cambiamento del contratto.

... avrei anche una riflessione da fare:

- cosa succederebbe se tu te ne andassi in silenzio, e il tuo ex continuasse a pagare l'intero affitto da solo, senza dir nulla a nessuno?

- come farebbe la proprietaria a sapere che vi siete lasciati, e che tu non sei magari in vacanza chissà dove, e che i soldi li sta mettendo tutti lui?

In realtà, come vedi, non ci sarebbe bisogno di fare nulla; l'unico che potrebbe darti problemi sarebbe l'ex coinquilino che, se mai non riuscisse più a pagare l'intero affitto, potrebbe pretendere da te la tua quota.

Scritto da Giuda il 26 Set 2012 - 10:23:10: Qui c'è qualcosa che non torna, forse non hai riportato esattemente le sue parole (o forse si è espressa male lei, non so).

 

"Fare quella scrittura privata" e "cambiare il contratto", è la stessa cosa: la scrittura privata serve appunto a cambiare il contratto, che da essere intestato a tutti e due passerà a essere intestato solo al tuo ex.

 

La proprietaria può opporsi (perchè una persona sola le dà ovviamente meno garanzie che due) però se controfirma la scrittura privata, [...]

 

no,ho capito bene quello che mi ha detto.la proprietaria vuole la scrittura privata ma non vuole registrarla,la terrebbe li nel cassetto e io pure.

 

stedn

Scritto da Giuda il 26 Set 2012 - 10:30:47: ... avrei anche una riflessione da fare:

- cosa succederebbe se tu te ne andassi in silenzio, e il tuo ex continuasse a pagare l'intero affitto da solo, senza dir nulla a nessuno?

- come farebbe la proprietaria a sapere che vi siete lasciati, e che tu non sei magari in vacanza chissà dove, e che i soldi li sta mettendo tutti lui?

In realtà, come vedi, non ci sarebbe bisogno di fare nulla; l'unico che potrebbe darti problemi sarebbe l'ex coinquilino che, se mai non riuscisse più a pagare l'in [...]

perchè dovrei sgattaiolare via come una ladra? non è il mio ex compagno che mi preoccupa,la proprietaria mi ha detto " se vai via e lui non paga è a te che cercherò" come posso pensare di affittare un altro alloggio se non concludo in modo legale questa situazione?

 

stedn

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 10:46:15: no,ho capito bene quello che mi ha detto.la proprietaria vuole la scrittura privata ma non vuole registrarla,la terrebbe li nel cassetto e io pure.
Sarebbe una cosa illecita (e meno male che è avvocato!) ma non credo avrebbe conseguenze, a patto di tenerne una copia (originale, non fotocopia) anche tu.

 

Anche tenendo presente quello che ho scritto prima:

Scritto da Giuda il 26 Set 2012 - 10:30:47: ... avrei anche una riflessione da fare:

- cosa succederebbe se tu te ne andassi in silenzio, e il tuo ex continuasse a pagare l'intero affitto da solo, senza dir nulla a nessuno?

- come farebbe la proprietaria a sapere che vi siete lasciati, e che tu non sei magari in vacanza chissà dove, e che i soldi li sta mettendo tutti lui?

In realtà, come vedi, non ci sarebbe bisogno di fare nulla; l'unico che potrebbe darti problemi sarebbe l'ex coinquilino che, se mai non riuscisse più a pagare l'in [...]

 

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 10:48:36:

perchè dovrei sgattaiolare via come una ladra? non è il mio ex compagno che mi preoccupa,la proprietaria mi ha detto " se vai via e lui non paga è a te che cercherò" come posso pensare di affittare un altro alloggio se non concludo in modo legale questa situazione?

 

stedn

 

non solo ma esistono garanzie terzi per canoni affitto di 12000 euro.equamente suddivisi,6000 da un mio parente e 6000 da un parente del mio ex.Lui sostituirebbe anche le garanzie del mio parente,il problema sembrerebbe essere solo della proprietaria verso l ufficio delle entrate e basta.non so per quale motivo ma non capisco ancora se un pezzo di carta privato che non verrebbe registrato abbia valore per un futuro.tutto qui.io vorrei stare tranquilla

 

stedn

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 10:48:36:

perchè dovrei sgattaiolare via come una ladra? non è il mio ex compagno che mi preoccupa,la proprietaria mi ha detto " se vai via e lui non paga è a te che cercherò" come posso pensare di affittare un altro alloggio se non concludo in modo legale questa situazione?

Basterebbe, come ho detto prima, che tu avessi una copia di quel documento.

 

Ma siccome la signora avvocato è evidentemente una gran furbacchiona, non te la concederà.

 

Quindi direi:

- chiedile una copia: se non te la da, tu e il tuo ex farete comunque un'altra copia (anche non controfirmata da lei) senza dirglielo, e tienila tu (puoi anche vedere se all'AdE te la registrano); se qualcuno ti chiedesse qualcosa, potrai opporgli quella;

- la disdetta che avete già inviato, è comunque valida per la scadenza dell'aprile 2015, e a quella data il contratto sarà per te definitivamente risolto.

Scritto da Giuda il 26 Set 2012 - 10:58:34: Basterebbe, come ho detto prima, che tu avessi una copia di quel documento.

 

Ma siccome la signora avvocato è evidentemente una gran furbacchiona, non te la concederà.

 

Quindi direi:

- chiedile una copia: se non te la da, tu e il tuo ex farete comunque un'altra copia (anche non controfirmata da lei) senza dirglielo, e tienila tu (puoi anche vedere se all'AdE te la registrano); se qualcuno ti chiedesse qualcosa, potrai opporgli quella;

- la disdetta che avete già inviato, è comunque vali [...]

un contratto di affitto è peggio di un vincolo matrimoniale,in questo caso io e il mio ex però siamo daccordo su tutto ma il prete o il giudice vuole che restiamo insieme per forza!!! mi viene da piangere! grazie ancora per le risposte vi farò sapere

 

stedn

mi sono sentita con un avvocato dell'UPPI che mi conferma quanto da voi scritto.

il contratto può essere recesso solo 6 mesi dalla scadenza e cioè nel 2015,

anche lui mi dice che sono vincolata ma nessuno mi vieta di uscire di casa,fermo restando che la scrittura privata ha senso solo per eventuali richieste future dal mio ex per gli affitti fino al 2015 (ma so che non mi farebbe mai del male),lui è daccordo comunque nel fare la scrittura privata.questa può essere mandata al proprietario per presa visione con racc ar sarebbe meglio,ma il proprietario ha la facoltà di rifiutarsi di modificare il contratto all ade.

perciò non ho scelta,o resto in questa casa fino al 2015 o me ne vado e mi ritrovo sulla testa 2 contratti di affitto da rispettare.bel casino.

un saluto

 

stedn

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 12:15:55: ...

perciò non ho scelta, [...]

Non mi preoccuperei, se i tuoi rapporti con l'ex sono buoni e lui non ha problemi economici, non succederà nulla.

 

... comunque, l'UPPI è l'Unione Proprietari ... il "nemico", insomma

(scherzo, infatti ti ha detto le stesse cose nostre)

Scritto da Giuda il 26 Set 2012 - 12:31:36: Non mi preoccuperei, se i tuoi rapporti con l'ex sono buoni e lui non ha problemi economici, non succederà nulla.

 

... comunque, l'UPPI è l'Unione Proprietari ... il "nemico", insomma

(scherzo, infatti ti ha detto le stesse cose nostre)

 

il nemico...si! :-) è un avvocato amico di amici!

per i problemi economici....non saprei....visto l'aria che tira in italia tutto può succedere ma a quel punto lui recederebbe per gravi motivi,io il recesso comunque l ho comunicato,non credo ci sarebbero problemi.o sbaglio? non me fate venì altri dubbi eh!!!:-)

 

stedn

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 12:42:26: ... non me fate venì altri dubbi eh!!!:-)

... attenta a quello che chiedi ...

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 12:42:26: ...

per i problemi economici....non saprei....visto l'aria che tira in italia tutto può succedere ma a quel punto lui recederebbe per gravi motivi,io il recesso comunque l ho comunicato,non credo ci sarebbero problemi.o sbaglio?

... sbagli.

I problemi economici, da soli, non bastano per recedere.

A quel punto il proprietario potrebbe rivalersi sul coinquilino (te) e poi sui garanti ...

 

Però, ripeto, non mi preoccuperei: due anni passano presto, e poi l'atto scritto e inviato alla proprietaria (magari anche controfirmato, anche se non vuole registrarlo) ti tutela parecchio.

 

Scritto da Giuda il 26 Set 2012 - 13:01:17: ... sbagli.

I problemi economici, da soli, non bastano per recedere.

A quel punto il proprietario potrebbe rivalersi sul coinquilino (te) e poi sui garanti ...

 

Però, ripeto, non mi preoccuperei: due anni passano presto, e poi l'atto scritto e inviato alla proprietaria (magari anche controfirmato, anche se non vuole registrarlo) ti tutela parecchio.

 

vabbè vado a suicidarmi!:-)) m hai ucciso!

grazie comunque dei consigli,cercherò di capire come muovermi(se restare o andare,preferisco una convivenza disastrosa ad una causa legale)!!!

 

stedn

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 08:56:45: il contratto è a canone concordato 4 PIù 2(oltretutto i parametri non corrispondono,nel senso che c è stato calcolato canone in base a 157 mq ma la casa è di 120)

questo potrebbe essere un ottimo asso nella manica, però devi esserne sicura. controlla le modalità di calcolo negli accordi territoriali del comune (calcolo degli spazi comuni, cantine, garage, aree verdi, terrazze,....ed eventuali maggiorazioni previste)

Nel caso che la superficie convenzionale sia stata "gonfiata" puoi richiedere indietro quanto versato in più rispetto al canone massimo permesso conteggiato sulla superficie effettiva (art 13 comma 4-5). Puoi quindi giocarti questa opzione per spingere il locatore a venirti incontro.

Scritto da stedn il 26 Set 2012 - 13:06:49: vabbè vado a suicidarmi!:-)) m hai ucciso!

grazie comunque dei consigli,cercherò di capire come muovermi(se restare o andare,preferisco una convivenza disastrosa ad una causa legale)!!!

No, dai, la cosa non è così tragica.

Puoi andartene tranquillamente.

 

Il rischio che l'ex finisca i soldi prima di due anni, e che poi lui o il garante cerchino di scarciare il problema su di te, mi sembra lontanissimo.

 

Poi, ripeto, l'atto che la furbissima avvocato vi vuol far firmare, in realtà garantisce solo te, anche se non lo registrate.

 

E alla fine di tutto, sai cosa potrebbe ottenere l'avvocato se nessuno pagasse più l'affitto? ... lo sfratto!!!

Esatto, otterrebbe di mandarvi via ... cioè proprio quello che vuoi tu

Scritto da Giuda il 26 Set 2012 - 09:55:51: Ric75 sarà senz'altro più preciso, ma ti anticipo che quella clausola riguarda la disdetta per la scadenza del primo quadriennio (cioè fra due anni, aprile 2015).

Se ti avvali di quella, devi aspettare altri due anni, pagando l'affitto di questi due anni.

 

Esiste invece, come diceva Ric75, la possibilità di recesso unilaterale anticipato per gravi motivi. Attivando quella, puoi recedere dal contratto in qualunque momento, con sei mesi di preavviso (cioè pagando solo altri sei mesi di [...]

Concordo su tutto.

Aggiungo solo che se ti avvali del recesso anticipato con 6 mesi + gravi motivi (art 3 comma 6 431/98), invece che di una delle due clausole a contratto, il recesso può essere dato solo in solido dall'intera parte conduttrice, cioè dovete liberare l'immobile tra 6 mesi entrambi. Ovviamente al recesso anticipato ai sensi dell'art 3 comma 6 431/98 non ci si può opporre facilmente, a meno che ritenga che il motivo non sia grave (e può farlo solo andando davanti al giudice rischiando poi di perdere e pagare anche le spese).

A questo punto puoi tentare di spiegare ciò al locatore (mettendoti d'accordo con il tuo ex ) e spingerlo ad accettare la cessione da parte tua al tuo ex della tua parte di contratto, in modo da uscirne definitivamente, pena la il recesso in solido di entrambi tra 6 mesi e perdita da parte del locatore di un guadagno sicuro.

×