Vai al contenuto
luvel85

"varie ed eventuali"

Salve.

In ogni convocazione di assemblea che si rispetti viene scritto l'ordine del giorno.

Solitamente l'ultima voce è "varie ed eventuali" e su questa avrei qualche domanda.

Cosa comprende questa voce?

Può comprendere una votazione per la delibera di lavori al condominio?

O questo tipo di delibera deve essere espressamente scritta come voce dell o.d.g.?

Grazie

La delibera adottata dall'assemblea eventualmente sarà annullabile, lo scopo delle "varie ed eventuali" è quello di discutere argomenti che non erano all'OdG ma non si può deliberare, pena il ricorso per l'annullamento, rimane però lo scopo di suggerire argomenti da porre all'Odg in una successiva assemblea o di discutere altri argomenti inerenti il condominio.

Tribunale di Napoli, 11 luglio 2002, n. 11201

E' nulla la delibera relativa ad argomenti assunti sotto la voce > (ora soltanto annullabile) dell'ordine del giorno indicato nell'avviso di convocazione. Tale formula, infatti, stante la sua genericità ed insignificanza, non è idonea a conseguire l'obbiettivo della preventiva informazione dei condomini richiesta ex art. 1105 c.c. per la validità delle deliberazioni assunte dalla maggioranza. La formula > che nella prassi si usa inserire come ultimo argomento dell'ordine del giorno, inoltre, è di regola riservato a mere > che in assemblea intende fare l'amministratore o qualche condomino su argomenti di ordinaria amministrazione e non prelude ad alcuna deliberazione la quale, al massimo, può essere rinviata ad seduta, previa idonea informazione del suo oggetto.

La delibera adottata dall'assemblea eventualmente sarà annullabile, lo scopo delle "varie ed eventuali" è quello di discutere argomenti che non erano all'OdG ma non si può deliberare, pena il ricorso per l'annullamento, rimane però lo scopo di suggerire argomenti da porre all'Odg in una successiva assemblea o di discutere altri argomenti inerenti il condominio.

Tribunale di Napoli, 11 luglio 2002, n. 11201

E' nulla la delibera relativa ad argomenti assunti sotto la voce > (ora soltanto annullabile) dell'ordine del giorno indicato nell'avviso di convocazione. Tale formula, infatti, stante la sua genericità ed insignificanza, non è idonea a conseguire l'obbiettivo della preventiva informazione dei condomini richiesta ex art. 1105 c.c. per la validità delle deliberazioni assunte dalla maggioranza. La formula > che nella prassi si usa inserire come ultimo argomento dell'ordine del giorno, inoltre, è di regola riservato a mere > che in assemblea intende fare l'amministratore o qualche condomino su argomenti di ordinaria amministrazione e non prelude ad alcuna deliberazione la quale, al massimo, può essere rinviata ad seduta, previa idonea informazione del suo oggetto.

Grazie per la risposta, molto esaustiva.

Quindi in varie ed eventuali si puo per esempio dire all amministratore di farsi fare dei preventivi per i lavori ma non si puo votare per la delibera per questi lavori se per caso esiste gia un preventivo ma la voce di questi lavori non è presente nell o.d.g.

Ho capito bene?

Infatti per essere valide le delibere devono essere elencate all'OdG, altrimenti saranno annullabili su ricorso.

Infatti per essere valide le delibere devono essere elencate all'OdG, altrimenti saranno annullabili su ricorso.

Ok capito.

Un ultima cosa. Il ricorso lo devo presentare tramite raccomandata AR all amministratore oppure esiste qualche organo preposto?

Ok capito.

Un ultima cosa. Il ricorso lo devo presentare tramite raccomandata AR all'amministratore oppure esiste qualche organo preposto?

La procedura l'ha già scritta Mario Pessina, e vorrei aggiungere che il ricorso non serve a nulla se inviato all'amministratore, tuttalpiù potrebbe ravvedersi se ha errato e riparare all'errore, magari convocando un'assemblea straordinaria con l'argomento contestato.
×