Vai al contenuto
specchio

"Appropriazione indebita" da parte dell'amministratore?

Scritto da tuxxx il 02 Gen 2013 - 13:49:16: Specchio (come condomino proprietario) non può essere sostituito neppure a maggioranza schiacciante 999 mlm su 1000, se lui stesso non vende la sua U.I., l'amministratore SI, a norma delle norme vigenti

 

ex tux

 

neanche a 1000/1000 ... la mia era solo una considerazione, caro Tuxxx ... mi meraviglio tu non l'abbia capita !!!!!!!!

Scritto da pessina il 02 Gen 2013 - 14:02:32:

neanche a 1000/1000 ... la mia era solo una considerazione, caro Tuxxx ... mi meraviglio tu non l'abbia capita !!!!!!!!

Scusami, ma mi meraviglio del contrario, ovvero se Specchio vende la sua U.I mi sembra ovvio che non avrà più nessun diritto.

Ma fintanto è, e sarà condominio avrà tutti i diritti e non potrà MAI essere sostituito come condominio da nessun altro e da nessuna maggioranza, ne convieni?

Ovvero io proprietario di xx mlm non sarò mai e poi mai espropriato dall'assemblea, non sei d'accordo?

p.s. tu avevi detto, se non erro di sostuire specchio

Scritto da pessina il 02 Gen 2013 - 13:24:36: Avete passato il capodanno e il primo dell'anno per giungere alle stesse consideraioni .... magari gli altri condomini vorrebbero sostituire Specchio !!!!!
Ma francamente mi pare una cosa impossibile

Salvo che Specchio non cambi condominio e/o venda questa u.i.

 

ex tux

 

Modificato Da - tuxxx il 02 Gen 2013 14:24:52

Tra gli altri elementi che mancano, se non mi sono sbagliato, c'è il SALDO del conto corrente.

Qualcuno ha già fatto presente la necessità di far fronte anche alle spese ordinarie ed il "flusso d'uscita" è nelle mani dell'amministratore.

Faccio un esempio. Supponiamo che il saldo del c.c. sia ogi di 2.000,00 euro. Teoricamente i fondi per pagare la ditta ci sarebbero. Tuttavia, presumiamo pure che l'amministratore abbia ricevuto una fattura per l'acqua potabile domiciliata in conto di euro 2.100,00 con scadenza 7/01/2013 (non è una scadenza a caso, dalle mie parti stanno arrivando). In questo caso l'amministratore ha lasciato la somma di 1000,00 euro sul conto per consentire il regolare pagamento della fattura dell'acqua senza l'applicazione delle pesantissime more che scattano per quel tipo di utenza, pertanto nel ritardare il pagamento all'impresa ha semplicemente cercato di tutelare gl'interessi dei condomini, anche quelle di Specchio che pare animato da tanto astio nei di lui confronti.

D'ipotesi se ne possono fare molte altre (anche sui presunti omessi controlli al cantiere...), ma le ipotesi non portano da nessuna parte.

Prima si determina con certezza lo stato dei fatti con un sereno confronto con o senza assemblea straordinaria, poi si può dare un giudizio di merito sulla qualità dell'amministrazione.

Qui invece il percorso è stato inverso.

Molto triste.

maxxone

Torino

"chi non vuol lavorare neppure mangi"

Alzo le mani di fronte a chi mi invita a mannallo a Vancouver. Già, perchè, nun lo famo? La risposta già l'ho data: comunque che ci sia o no, c'est la meme chose. Se penso che, di fronte alla sua latitanza ed inerzia, è dovuta intervenire un'ordinanza dell'autorità comunale, da me richiesta formalmente, per far eseguire i lavori in questione, data la pericolosità della situazione!

Batto le mani invece e dico, come Petrolini:" Bene, Bravo, Bis" a quanti hanno tentato maldestramente di spostare il tiro dal quid, cioè dalla questione che è di una semplicità disarmante al quis, cioè al sottoscritto, a cui le loro spiritosaggini più puerili che insulse je rimbarzano ( come di dice in Cina ..) anche perchè de minimis non curat praetor.

Rispondo volentieri invece alla domanda diretta e corretta di Leonardo53 che si chiede " ..perchè se il lavoro è stato eseguito e terminato da due mesi, e se il denaro è stato raccolto con apposito fondo ad hoc sul cc. ( e tutti hanno pagato), come mai l'amministratore non salda la ditta?".

Perfetto: il punto è tutto qui, caro Leonardo. I soldi ( euro 1760, estratto del 28/12/2012) ci sono: e lo RIPETO per l'ennesima volta a chi cade dal pero e mi chiede ancora se ci sono i soldi.

Siccome, per mia professione e costume,nonchè per rispetto a chi mi legge, prima di scrivere mi documento sempre in maniera maniacale, ho telefonato un minuto fa al titolare della ditta che mi ha confermato, qualora ce ne fosse bisogno "..di non essere stato saldato, che non ama essere preso per i fondelli e che sta ormai perdendo la pazienza nei confronti dell'amministratore che oltretutto si fa sempre negare".

 

Lasciamo per decenza le balle siderali come quella di chi ha scritto che forse ci potrebbe essere qualche bolletta, come quella di 2000 euro dell'acqua,da domiciliare. Niente di tutto questo: non ci sono spese condominiali, se non la luce ( 400 euro/anno); non ci sono morosità e, nel caso, ho invitato formalmente il Fantasma, ad usare gli strumenti di legge. C'è l'assicurazione del fabbricato: poco più di 1050 euro/anno già saldata in due rate ( maggio e settembre 2012)

Ci sarebbe il compenso dell'amministratore ( poco più di mille euro/anno ) ma anche questo è già stato pagato.

Infatti, dopo che il 20 ottobre erano affluiti sul conto i 13 mila euro dei lavori, cosa ha fatto costui ? I primi di novembre si è autobonificato le altre due rate ( "terzo e quarto trimestre " così si legge sull'estratto) di 500 euro, saldando così quanto rimaneva del suo compenso.

 

In questo modo viene sancito un teorema: un amministratore si autobonifica il totale del compenso con sei mesi di anticipo rispetto alla scadenza naturale del suo mandato ( maggio 2103),perchè quattro trimestri per lui non corrispondono ad un anno ma a sei mesi; mentre una ditta che ha lavorato, e per la quale i condomini hanno pagato per i lavori eseguiti, può attendere di essere saldata con ritardo di oltre due mesi,o peggio, sine die.

Va bene, non chiamiamola appropriazione indebita e magari neanche prematura: chiamiamola trasmigrazione,trasfigurazione,transustanziazione,transizione,transfert,trasferimento,transumanza e via transitando.. E chi più ne ha di trans ( senza fare invidia alla via Salaria ) più ne metta.

Scritto da Patrizia Ferrari il 01 Gen 2013 - 19:53:52:

 

...visto che di appropriazione indebita non si tratta,speriamo che il 2013 regali a Specchio la possibilità di un confronto diretto e chiarificatore.Buona fortuna.

Staff

×