Vai al contenuto
etienne

Quota fissa riscaldamento e spese manutenzione

Buongiorno a tutti, con questo "benedetto" riscaldamento ci sono sempre un sacco di questioni.

 

Condominio di 30 unità abitative, alcune unità si sono staccate dal centralizzato e pagano al Condominio

una quota fissa relativa alle spese di riscaldamento e manutenzione caldaia.

 

DOMANDA: le spese di manutenzione ordinaria della caldaia sono a carico dei Locatori o dei Conduttori?

 

Un Conduttore che ha la propria caldaia, paga la quota fissa al Condominio ma contesta le spese di manutenzione

della caldaia sostenendo che tali spese sono a carico della proprietà in quanto lo stesso deve sostenere il carico delle

spese di manutenzione della propria caldaia.

 

Non so come comportarmi, nel senso che, la logica vuole che sia il conduttore a doversi fare carico delle spese di manutenzione poichè "gode" del calore generato dalla caldaia.

 

Cosa ne pensate?

Buongiorno a tutti, con questo "benedetto" riscaldamento ci sono sempre un sacco di questioni.

 

Condominio di 30 unità abitative, alcune unità si sono staccate dal centralizzato e pagano al Condominio

una quota fissa relativa alle spese di riscaldamento e manutenzione caldaia.

 

DOMANDA: le spese di manutenzione ordinaria della caldaia sono a carico dei Locatori o dei Conduttori?

 

Un Conduttore che ha la propria caldaia, paga la quota fissa al Condominio ma contesta le spese di manutenzione

della caldaia sostenendo che tali spese sono a carico della proprietà in quanto lo stesso deve sostenere il carico delle

spese di manutenzione della propria caldaia.

 

Non so come comportarmi, nel senso che, la logica vuole che sia il conduttore a doversi fare carico delle spese di manutenzione poichè "gode" del calore generato dalla caldaia.

 

Cosa ne pensate?

Secondo il mio parere se un condomino si è staccato dal centralizzato, poi ha locato l'appartamento dotando di impianto autonomo, non può pretendere che l'inquilino esegua le manutenzioni ordinarie sia all'impianto centralizzato sia all'impianto autonomo.

Ovvero se non si staccava era giusto che l'inquilino fruitore dell'impianto centralizzato doveva contribuire alle ordinarie, ma pretendere ambedue mi sembra eccessivo, perchè non è stata una scelta dell'inquilino staccarsi dal centralizzato.

Tengo a precisare che è un mio parere personale.

 

p.s. fatto salvo accordi contrattuali tra locatore e locatario

Ciao Tullio e grazie per essere intervenuto. Seguendo il tuo ragionamento l'inquilino non dovrebbe neppure pagare la quota fissa perchè non è stata una sua scelta staccarsi....

 

L'Amministratore dice che il Conduttore ha l'obbligo di pagare sia la quota fissa che la manutenzione poichè beneficia, anche se passivamente, del calore generato dalla caldaia centralizzata che per funzionare necessita di piccoli interventi di manutenzione.

 

Non riesco a trovare dei riferimenti normativi.

Ciao Tullio e grazie per essere intervenuto. Seguendo il tuo ragionamento l'inquilino non dovrebbe neppure pagare la quota fissa perchè non è stata una sua scelta staccarsi....
Giusta osservazione che condivido, purtroppo non ci sono riferimenti normativi, speriamo in qualche riferimento giurisprudenziale, però temo sia troppo presto per avere notizia

Infatti... di fatto non so quanti condomini presentino una situazione analoga alla mia, ovvero, appartamenti termoautonomi con propria caldaia ed appartamenti allacciati alla caldaia condominiale

Buongiorno a tutti, con questo "benedetto" riscaldamento ci sono sempre un sacco di questioni.

 

Condominio di 30 unità abitative, alcune unità si sono staccate dal centralizzato e pagano al Condominio

una quota fissa relativa alle spese di riscaldamento e manutenzione caldaia.

 

DOMANDA: le spese di manutenzione ordinaria della caldaia sono a carico dei Locatori o dei Conduttori?

 

Un Conduttore che ha la propria caldaia, paga la quota fissa al Condominio ma contesta le spese di manutenzione

della caldaia sostenendo che tali spese sono a carico della proprietà in quanto lo stesso deve sostenere il carico delle

spese di manutenzione della propria caldaia.

 

Non so come comportarmi, nel senso che, la logica vuole che sia il conduttore a doversi fare carico delle spese di manutenzione poichè "gode" del calore generato dalla caldaia.

 

Cosa ne pensate?

La legge non dice nulla, nel senso che salvo patto contrario (da contratto) la manutenzione ordinaria spetta al condominio quella straordinaria alla proprietà.

×