Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
LadyLilia

Quando approvare il bilancio preventivo?

Salve a tutti....

Sono a conoscenza che in non pochi condomini, ovviamente amministrati da diversi soggetti, pur essendo a fine anno (2016) ancora non sono stati messi all'o.d.g. I bilanci "preventivi" dell'anno in corso che ormai a giorni é al termine.

Coincudenza? É cambiato qualcosa che mi sono persa tra le nuove norme?

Ringrazio fin d'ora chi gentilmentre potrà darmi lumi sulla questione.

Buona serata a tutti

L.L.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'amministratore deve redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l'assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni dalla data di chiusura dell'esercizio amministrativo. Contestualmente alla presentazione del rendiconto, deve presentare il nuovo preventivo di spesa, anche perché se non viene presentato ed approvato il preventivo, l'amministratore non ha titolo per richiedere le nuove quote condominiali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve a tutti....

Sono a conoscenza che in non pochi condomini, ovviamente amministrati da diversi soggetti, pur essendo a fine anno (2016) ancora non sono stati messi all'o.d.g. I bilanci "preventivi" dell'anno in corso che ormai a giorni é al termine.

Coincudenza? É cambiato qualcosa che mi sono persa tra le nuove norme?

Ringrazio fin d'ora chi gentilmentre potrà darmi lumi sulla questione.

Buona serata a tutti

L.L.

Strano che dici così, nel condominio dove abito la chiusura dell'anno di gestione è al 30 settembre e tra qualche giorno c'è l'assemblea per il consuntivo e preventivo ecc ecc, perfettamente in linea con gli altri anni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Strano che dici così, nel condominio dove abito la chiusura dell'anno di gestione è al 30 settembre e tra qualche giorno c'è l'assemblea per il consuntivo e preventivo ecc ecc, perfettamente in linea con gli altri anni

quanto dice ladylilia probabilmente succede quanto gli amministratori non convocano le assemblee annualmente, come dovrebbe essere, ma fanno passare anche 2 o 3 anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve a tutti....

Sono a conoscenza che in non pochi condomini, ovviamente amministrati da diversi soggetti, pur essendo a fine anno (2016) ancora non sono stati messi all'o.d.g. I bilanci "preventivi" dell'anno in corso che ormai a giorni é al termine.

Coincudenza? É cambiato qualcosa che mi sono persa tra le nuove norme?

Ringrazio fin d'ora chi gentilmentre potrà darmi lumi sulla questione.

Buona serata a tutti

L.L.

Quando chiude il vostro esercizio annuale?

Il vostro esercizio annuale chiude il 31 dicembre?

Se la risposta è si, avete già approvato il CONSUNTIVO 2015?

Generalmente il preventivo per il nuovo esercizio è presentato CONTESTUALMENTE alla presentazione del rendiconto dell'anno precedente.

 

Se vogliamo attenerci letteralmente alla Norma, l'amministratore è obbligato solo a presentare il rendiconto (consuntivo) mentre è l'assemblea che decide in merito "all'approvazione del preventivo delle spese occorrenti durante l'anno e alla relativa ripartizione tra i condomini" (art. 1135 c.c.) ma nessun obbligo è dato all'amministratore di presentare un preventivo spese di gestione, sebbene sia prassi consolidata.

 

Il rischio di un preventivo non approvato è quello che se ci sono dei morosi, non potranno essere escussi fino ad approvazione consuntivo ma nei condominii in cui tutto è tranquillo e tutti pagano le quote richieste dall'amministratore, il preventivo spese potrebbe anche non essere necessario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Strano che dici così, nel condominio dove abito la chiusura dell'anno di gestione è al 30 settembre e tra qualche giorno c'è l'assemblea per il consuntivo e preventivo ecc ecc, perfettamente in linea con gli altri anni

si anche nei condomini che vedo io, si chiude 3 settembre (alcuni anche 30 giugno) e poi assemblea. Si approva o meno.

Chiusure al 30.12 non ne ho ancora vista

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
quanto dice ladylilia probabilmente succede quanto gli amministratori non convocano le assemblee annualmente, come dovrebbe essere, ma fanno passare anche 2 o 3 anni.
Infatti potrebbe essere come dici, a quanto dice LadyLilia non riguarda il suo condominio perchè fa un discorso in generale dicendo - in non pochi condomini, ovviamente amministrati da diversi soggetti ... , ma non so da dove ricava questa considerazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
si anche nei condomini che vedo io, si chiude 3 settembre (alcuni anche 30 giugno) e poi assemblea. Si approva o meno.

Chiusure al 30.12 non ne ho ancora vista

ci sono moltissimi condomini che l'esercizio si chiude il 30/12, normalmente quelli senza impianto termico centralizzato

 

- - - Aggiornato - - -

 

Infatti potrebbe essere come dici, a quanto dice LadyLilia non riguarda il suo condominio perchè fa un discorso in generale dicendo - in non pochi condomini, ovviamente amministrati da diversi soggetti ... , ma non so da dove ricava questa considerazione.

esatto, probabilmente la considerazione la ricava sentendo condomini di altri stabili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve a tutti....

Sono a conoscenza che in non pochi condomini, ovviamente amministrati da diversi soggetti, pur essendo a fine anno (2016) ancora non sono stati messi all'o.d.g. I bilanci "preventivi" dell'anno in corso che ormai a giorni é al termine.

Coincudenza? É cambiato qualcosa che mi sono persa tra le nuove norme?

Ringrazio fin d'ora chi gentilmentre potrà darmi lumi sulla questione.

Buona serata a tutti

L.L.

se le cose stanno esattamente come tu scrivi, un amministratore di quel genere va mandato a casa subito! non è in grado di svolgere la sua attività di buon padre di famiglia!

stabilita quand'è la chiusura del bilancio condominiale (12 mesi dall'inizio e potrebbero non coincidere con l'anno solare), l'amministratore ha l'obbligo di presentare il bilancio consuntivo del decorso esercizio condominiale, ora fissato in massimo 180 giorni.

detto questo, in occasione della presentazione del rendiconto consuntivo, del riparto a carico dei condomini con i versamenti ed i rispettivi saldi a credito o a debito dell'esercizio chiuso, occorre presentare anche il preventivo dell'esercizio condominiale in corso che è dato dal rendiconto previsto, dalla ripartizione prevista delle spese correnti per i 12 mesi in bilancio e dall'importo delle rate previste per l'anno finanziario condominiale in essere che dovrebbe ricalcare quello dell'esercizio appena chiuso.

se non viene fatto questo non ci troviamo di fronte ad un amministratore che svolge correttamente il suo lavoro ma di fronte ad un mangiasoldi a tradimento! quindi a casa dovete mandarlo poiché diversamente vi combinerà tali disastri contabili amministrativi che non ne verrete più a capo se non continuando a pagare spese passate, correnti e future..... ed inoltre non riuscirete mai a sapere se ci sono morosità o meno ovvero condomini che non pagano, sempre più frequenti......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
si anche nei condomini che vedo io, si chiude 3 settembre (alcuni anche 30 giugno) e poi assemblea. Si approva o meno.

Chiusure al 30.12 non ne ho ancora vista

*

un bilancio annuale condominiale che chiude al 3 settembre ? vuol dire che un anno di amministrazione va dal 2 settembre 2015 al 3 settembre 2016 ovvero dal 02 settembre 2016 al 03 settembre 2017? ma siamo matti? almeno il primo esercizio lo si chiuda al 31 agosto e lo si faccia partire il successivo al 01 settembre!

mi sembra il minimo per regolarità e praticità contabile.

tutto il resto è fantasia.........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
*

un bilancio annuale condominiale che chiude al 3 settembre ? vuol dire che un anno di amministrazione va dal 2 settembre 2015 al 3 settembre 2016 ovvero dal 02 settembre 2016 al 03 settembre 2017? ma siamo matti? almeno il primo esercizio lo si chiuda al 31 agosto e lo si faccia partire il successivo al 01 settembre!

mi sembra il minimo per regolarità e praticità contabile.

tutto il resto è fantasia.........

Probabilmente sarà 30 settembre, ovvero un errore di digitazione, comunque non esiste nessuna disposizione di legge in cui si vieti di chiudere il bilancio in qualsiasi giorno dei 356 giorni dell'anno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... vuol dire che un anno di amministrazione va dal 2 settembre 2015 al 3 settembre 2016 ovvero dal 02 settembre 2016 al 03 settembre 2017? ma siamo matti? almeno il primo esercizio lo si chiuda al 31 agosto e lo si faccia partire il successivo al 01 settembre!

mi sembra il minimo per regolarità e praticità contabile.

tutto il resto è fantasia.........

dal 02 settembre 2016 al 03 settembre 2017 proprio no perchè sarebbero 367 giorni (un anno più 2 giorni).

Semmai andrebbe bene dal 2 settembre 2016 al 1 settembre 2017.

In ogni caso non c'è alcuna controindicazione.

 

L'enel mi fattura i consumi bimestrali fino al 3 di ogni bimestre

L'acquedotto mi fattura i consumi trimestrali fino al 5 di ogni trimestre

... comunque non c'è regolarità e praticità contabile e se si vuole regolarizzare si dovrà riparametrare, annualmente, almeno al giorno esatto della chiusura annuale (nel mio caso 31 dicembre).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
qualsiasi giorno dei 356 giorni dell'anno.
:oops: 365 non 356

Chiedo scusa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi aggiungo alla discussione per un parere sulla nostra situazione. Dopo avere premesso che la presentazione dei bilanci può essere effettuata entro 180 giorni dalla fine dell'esercizio, fino a due anni fa l'assemblea si teneva nei mesi di febbraio/marzo con l'esercizio scadente il 30 settembre. Alle nostre lamentele, l'amministratore si "giustificava" asserendo che la fine dell'anno era per lui il periodo più "caldo" per cui era impossibilitato ad anticipare i tempi (non comprendo perchè ritardava sistematicamente noi e non altri). Allora, in accordo con lui, abbiamo fissato la scadenza al 30 giugno allo scopo di tenere l'assemblea al massimo nel mese di settembre. Come lo scorso anno, siamo a metà novembre e, malgrado i solleciti, non vi è traccia. Secondo alcuni il problema è dovuto ai "pasticci" che vengono regolarizzati dopo la scadenza dell'esercizio.....Secondo voi sono solo illazioni?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
si anche nei condomini che vedo io, si chiude 3 settembre (alcuni anche 30 giugno) e poi assemblea. Si approva o meno.

Chiusure al 30.12 non ne ho ancora vista

il nostro esercizio contabile va da 1/1/ a 31/12 (come da regolamento condominiale) e l'assemblea si svolge tra fine gennaio e inizio febbraio.

il 20% circa dei condomini paga spontaneamente la prima quota entro gennaio di ugual importo a quella dell'anno precedente e poi si riallinea leggendo le carte del preventivo approvato.

gli altri aspettano le carte.

 

@ josefat.

oggi non abbiamo impianto termico centralizzato ma lo avevamo fino alla fine degli anni '80.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
dal 02 settembre 2016 al 03 settembre 2017 proprio no perchè sarebbero 367 giorni (un anno più 2 giorni).

Semmai andrebbe bene dal 2 settembre 2016 al 1 settembre 2017.

In ogni caso non c'è alcuna controindicazione.

 

L'enel mi fattura i consumi bimestrali fino al 3 di ogni bimestre

L'acquedotto mi fattura i consumi trimestrali fino al 5 di ogni trimestre

... comunque non c'è regolarità e praticità contabile e se si vuole regolarizzare si dovrà riparametrare, annualmente, almeno al giorno esatto della chiusura annuale (nel mio caso 31 dicembre).

*

è ovvio che i 365 giorni vanno dal 4 settembre al 3 settembre successivo!

errore di digitazione paga debito? ciò non toglie che l'annualità sia quantomeno anomala. so vogliamo attenerci anche alle indicazioni della oic le date non potrebbero che essere diverse........ ovvero dal 1° al 30 o 31 del mese........

se guardiamo alle fatture o alle fatturazioni di norma la contabilità, nel caso, viaggia per cassa e non per competenza come nella contabilità ordinaria (l'enel, a seconda delle zone, ma anche altri importanti fornitori, fattura anche a metà mese e gli acquedotti ogni 6 mesi, o 1 volta all'anno in caso di idranti non utilizzati), ciò non toglie che uno contabilizzi anche prima di pagare, tutto sta nell'essere trasparenti e chiari a richiesta dei condomini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
*

un bilancio annuale condominiale che chiude al 3 settembre ? vuol dire che un anno di amministrazione va dal 2 settembre 2015 al 3 settembre 2016 ovvero dal 02 settembre 2016 al 03 settembre 2017? ma siamo matti? almeno il primo esercizio lo si chiuda al 31 agosto e lo si faccia partire il successivo al 01 settembre!

mi sembra il minimo per regolarità e praticità contabile.

tutto il resto è fantasia.........

mi sembra scontato che sia una digitazione di uno zero mancata ... infatti tra parentesi dice "alcuni anche il 30 giugno".

la mia "intuizione" è che abbia voluto dire 30 settembre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi aggiungo alla discussione per un parere sulla nostra situazione. Dopo avere premesso che la presentazione dei bilanci può essere effettuata entro 180 giorni dalla fine dell'esercizio, fino a due anni fa l'assemblea si teneva nei mesi di febbraio/marzo con l'esercizio scadente il 30 settembre. Alle nostre lamentele, l'amministratore si "giustificava" asserendo che la fine dell'anno era per lui il periodo più "caldo" per cui era impossibilitato ad anticipare i tempi (non comprendo perchè ritardava sistematicamente noi e non altri). Allora, in accordo con lui, abbiamo fissato la scadenza al 30 giugno allo scopo di tenere l'assemblea al massimo nel mese di settembre. Come lo scorso anno, siamo a metà novembre e, malgrado i solleciti, non vi è traccia. Secondo alcuni il problema è dovuto ai "pasticci" che vengono regolarizzati dopo la scadenza dell'esercizio.....Secondo voi sono solo illazioni?

 

Grazie

*

non capisco di quali pasticci si tratti...... tutt'al più, succede anche a me, si ritarda l'assemblea quando terzi, obbligati, ritardano a farti avere le fatture da contabilizzare per rendere attuali le spese sostenute e non doverle rinviare all'anno dopo con i condomini dalla memoria corta che tranquillamente ti vengono a dire "ma non era già stata contabilizzata l'anno scorso?", ingenerando ovviamente lauti sospetti tra i condomini!!!!..... - non escludo che ci siano amministratori che ci navigano in questi pasticci....- lo dimostra il fatto che spesso i condomini vengono da me quando hanno delle situazioni contabili incomprensibili e devo sbrogliare loro le matasse.... e non dico cosa trovo......

ora, se le assemblee si svolgono entro 180 giorni non vedo dove sta il problema. semmai sarà l'amministratore che si troverà senza mezzi finanziari e dovrà chiedere un lauto acconto, a meno che possa attingere al fondo spese future accantonate negli esercizi precedenti. così pure il ritardo ora potrebbe essere attribuito al letturista dei contabilizzatori, per riscaldamento centralizzato, che non elabora in tempi reali i dati rilevati e forniti per determinare il costo della quota fissa ed il costo della quota variabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
*.

... se guardiamo alle fatture o alle fatturazioni di norma la contabilità, nel caso, viaggia per cassa e non per competenza...

Quindi, cosa cambia che un esercizio annuale chiuda il il 2 settembre piuttosto che al 31 agosto se comunque ti arriva una fattura relativa al periodo 6 luglio - 5 settembre?

 

Se dovessi giudicare l'operato altrui usando il tuo stesso metro di giudizio sugli amministratori mi verrebbe da dirti:

 

"un amministratore (commercialista) di quel genere va mandato a casa subito! non è in grado nemmeno di digitare un periodo di 365 giorni tra due date a cavallo di di due anni diversi; figuriamoci come digiterà le cifre sul gestionale e che conti sballati usciranno..."

Ma siccome io non giudico, non ti dico niente e resto a filosofare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Convengo su quasi tutto, ma aggiungo. Ci sembra "scorretto" che dopo avere modificato il periodo dell'esercizio con uno scopo preciso e noto, si proceda come in passato, anche se la legge lo consente con l'assurda situazione di approvare il preventivo dopo quasi sei mesi dall'inizio dell'esercizio. Abbiamo il riscaldamento centralizzato, ma il nostro contatore è a lettura automatica e, per quanto riguarda l'acconto per il nuovo esercizio, è già stata versata una consistente quota il 1° settembre. Infine, circolano "voci" che riferiscono presunte lamentele dei fornitori per i ritardi nei pagamenti (ovviamente nessuno lo confermerà per ovvi motivi); si teme anche che alcuni condomini non rispettino i tempi delle rate con il benestare tacito dell'amministratore. A questo punto non rimane che una scrupolosa verifica della documentazione da parte del Consiglio di Condominio cui viene sottoposto il bilancio prima della presentazione in assemblea.

Grazie e buona sera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buonasera. Non avrei certo immaginato di innescare una tale discussione. Mi rendo pure conto che le mie parole possono aver creato confusione.

Quel che volevo esprimere é questo: ho avuto modo di riscontrare che in diversi condomini, dove l'esercizio si conclude normalmente al 31 dicembre (gestione ordinaria), quest'anno non abbiano ancora approvato né il consuntivo 2015, né il preventivo 2016 (anno che si sta concludendo).

Ció mi é apparsa come una strana e anomala coincidenza; per questo ho chiesto se fosse entrata in vigore qualche nuova norma che rendeva possibile la proroga delle normali scadenze, ovvero che allungava i termini entro i quali presentare il bilancio (i 180 giorni)..

Aggiungo che, come nei casi da me riscontrati, i termini dell'esercizio finanziario, sono indicati nel regolamento di condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'art 1129 12° comma elenca e specifica casi di gravi irregolarità e tra queste al punto primo, del succitato comma, "l'omessa convocazione dell'assemblea per l'approvazione del rendiconto condominiale", comma che va letto in combinazione con l'art 1130 10° comma "redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l'assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni".

Le gravi irregolarità di cui parla l'art.1129 12° comma, sono causa di revoca dal Tribunale, anche su istanza di un solo condomino, quando l'assemblea non riconosce le gravi irregolarità e conferma l'amministratore.

Per inciso: nessuna proroga

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... ho avuto modo di riscontrare che in diversi condomini, dove l'esercizio si conclude normalmente al 31 dicembre (gestione ordinaria), quest'anno non abbiano ancora approvato né il consuntivo 2015, né il preventivo 2016 (anno che si sta concludendo)...

Evidentemente si tratta di amministratori sovraccarichi di lavoro che, pur sapendo di commettere una grave irregolarità, ritardano la presentazione nei condominii ritenuti tranquilli, dove tutti pagano ed a nessuno dei condòmini viene in mente di ricorrere al Giudice e chiedere la revoca dell'amministratore per gravi irregolarità.

 

Sono rischi che ogni amministratore valuta quando non rispetta i tempi.

Anch'io conosco condominii "tranquilli e ben selezionati" ai quali gli amministratori tralasciano di presentare il rendiconto previsto perchè sono super impegnati a sanno che il rischio di revoca giudiziale è pari o prossimo allo zero.

 

Un amministratore che ha 100 condominii con la stessa scadenza di esercizio, dovendo convocare l'ordinaria entro 6 mesi, tolti i sabato, domenica, festività e ferie, dovrebbe fare almeno due assemblee ordinarie al giorno (per cui può succedere quanto hai riscontrato) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×