Vai al contenuto
FSciaraffia

Qual è il "miglior/più utilizzato" programma di gestione condominiale utilizzato?

@Giovanni; giusto ascoltare i difetti riscontrati sul campo e divulgarli, ma io mi rivolgevo a chi di un programma a priori non ne conosce a fondo le funzionalità e per pigrizia magari non legge neanche il manuale (e credimi ce ne sono tanti); e la conseguenza è che diffonde genericamente note negative; poi un programma non sarà mai rispondente in toto a ciò che nella realtà ci troviamo ad affrontare; e lungi da me il fare discorsi campanilistici, tante volte ho dialogato con l'assistenza del mio programma trovando immediato riscontro e ringraziamenti per la segnalazione specifica fatta, sia per una funzione non adeguata e quindi migliorabile, sia per una innovazione utile a tutti gli utenti finali. Non ti nascondo che sono stata molto interessata al programma della Danea, ma per me è mancante di alcune funzioni che invece ho molto apprezzato nel mio software; e nonostante questo non vado in giro a dire che il prodotto della Danea è da evitare; semplicemente non lo prendo in considerazione e continuo con quello che utilizzo adesso. E poi, la maggior parte dei software si possono provare in demo e questo ci da la possibilità di misurare con mano l'efficienza e la sua adeguatezza alle nostre esigenze, senza per forza di cose accettare per scontato l'opinione di chi, ripeto, non sa usare bene quel dato prodotto e facilmente lo denigra. Tutto qua...

E' vero che non è bello sparare a zero su certi programmi, però è sacrosanto criticare le mancanze o le lacune di un software con i dovuti modi, in primis contattando direttamente loro. Solo così il produttore può migliorare il proprio prodotto.

Sono sicuro che i produttori sono a contatto con alcuni amministratori, che testano in lungo ed in largo il programma, i tester o clienti pilota (lo sono anch'io). Quindi quando ci si accorge di alcune lacune è meglio contattatare l'assistenza e vedere se si possono risolvere.

E dimmi, la tua qualifica è "Architetto" che suggerimenti dai al produttore riguardo l'esposizione contabile? Il programma alla fine è quello che deve produrre: il bilancio. Ecco, scusami la franchezza, la produzione di software che redigono situazione patrimoniale che sono numeri buttati a casaccio. Questo è per far capire a Valeria da dove provengono i suggerimenti. I tuoi suggerimenti avrebbero valenza su un software di cad, ma poichè tutti possono fare gli amministratori, anche i farmacisti, mentre i ragionieri non possono fare i farmacisti o gli architetti (guai se fosse possibile), ci troviamo software che non valgono nulla o quasi.

E dimmi, la tua qualifica è "Architetto" che suggerimenti dai al produttore riguardo l'esposizione contabile? Il programma alla fine è quello che deve produrre: il bilancio. Ecco, scusami la franchezza, la produzione di software che redigono situazione patrimoniale che sono numeri buttati a casaccio. Questo è per far capire a Valeria da dove provengono i suggerimenti. I tuoi suggerimenti avrebbero valenza su un software di cad, ma poichè tutti possono fare gli amministratori, anche i farmacisti, mentre i ragionieri non possono fare i farmacisti o gli architetti (guai se fosse possibile), ci troviamo software che non valgono nulla o quasi.

Scusa ma meriti un doppio "mi piace"!

Hai scritto la sacrosante verità...anche se mi piacerebbe qualcuno rispondesse al mio quesito.🤣

...Poi ci sono persone che non guardano il programma per i risultati che dà (per esperienza sono l'80%), non sanno da dove vengono presi i numeri esposti nei bilanci, eleborati da questi software, i cui produttori, come ti ho scritto sopra, mirando più al loro profitto, non si sono soffermati sull'elaborazione e cacciono numeri a casaccio, senza senso. Il loro motto è "mors tua vita mea".

Beh, da "produttore", mi sembra un'opinione po' eccessiva. Hai ragione che ci sono persone (ed aziende) che sono veramente così… ho avuto una triste esperienza di recente di collaborazione con individui simili e sono felice d'essermene liberato 😉

Excel!

Senza nessun dubbio.

Ne amministri meno,ma avrai sempre una contabilità perfetta.Io stesso nei primi tempi che frequentavo il forum chiesi la tua stessa cosa,poi mi sono accorto che quello che ti da Excel,non te lo da nessuno.Certo ti costringe ad essere attento ad ogni cella quello che scrivi,ma il rapporto ""fisico""con la materia che ti impone lavorare così,non te lo impone nessuno.Anche perché finisci sempre per restare padrone di ogni cosa,senza infantilismi:giorni fa leggevo sul forum un utente che chiedeva come si fa un sollecito di pagamento con un certo programma:ma per dire a qualcuno che non ti paga quella certa somma relativa a quel conto,hai bisogno di un programma gestionale??

E dimmi, la tua qualifica è "Architetto" che suggerimenti dai al produttore riguardo l'esposizione contabile? Il programma alla fine è quello che deve produrre: il bilancio. Ecco, scusami la franchezza, la produzione di software che redigono situazione patrimoniale che sono numeri buttati a casaccio. Questo è per far capire a Valeria da dove provengono i suggerimenti. I tuoi suggerimenti avrebbero valenza su un software di cad, ma poichè tutti possono fare gli amministratori, anche i farmacisti, mentre i ragionieri non possono fare i farmacisti o gli architetti (guai se fosse possibile), ci troviamo software che non valgono nulla o quasi.

Scusa Giovanni non sono stato chiaro.

 

Non sto testando un programma gestionale, quindi niente contabilità è un applicativo di comunicazione.

Lavoro insieme a geometri che fanno l'amministratore, hanno fatto i corsi per diventarlo. Io li aiuto così come loro aiutano me.

Ciao

Mi inserisco in questa discussione, io in 8 anni di lavoro ho provato più applicazioni, ma alla fine valutando prezzo, "controllabilità dei calcoli", "controllabilità delle distribuzioni delle spese" mi sto trovando bene con Millesimo. Devo dire che per me è un porto sicuro, si ha il pieno controllo di tutto, in modo semplice. okai non è un programma perfetto, ha le sue pecche tipo mancanza di stampe di bollettini freccia, oppure modelli precompilati per gestione di sinistri (in realtà si pososno creare, ma chi ha tempo?), ma sono cose arginabili. Poi devo fare un plauso al signore che lo gestisce che una sera alle 10.00 mi ha aiutato in un inghippo che non riuscivo a gestire, persona cortese e disponibile.

Oltre Millesimo plaudo Danea che ha le stesse caratteristiche del Millesimo cioè ti fa lavorare secondo registro ma con un prezzo decisamente importante che per un singolo come me incidemolto.

E' una sfida all'ultimo aggiornamento ma penso che questi due siano i migliori sul mercato.

Excel!

ma:ma per dire a qualcuno che non ti paga quella certa somma relativa a quel conto,hai bisogno di un programma gestionale??

Confermo per poter usare exell senza errori si deve conoscere a mena dito la materia contabile condominiale altrimenti non si costruisce nulla di buono e si deve porre molta attenzione nell'utilizzo di questo strumento che spesso non ha tutti i campanelli d'allarme necessari.

Questo lo riporto da affermazione di programmatore capace di creare il modello perfetto.

 

Venendo invece alla tua domanda la risposta è semplice e data da altra domanda: perchè dovrei rinunciare ad un sistema che:

-mi segnala la morosità

-me la distribuisce in stampa dettagliata

-con un click me la invia via mail-pec a tutti i ritardatari siano essi 2 o 20 o 50

-con un altro click me la archivia a memore ricordo

Nessun cartaceo ma tutto sotto controllo in tempo reale.

 

Forse lungo il mio percorso ho incontrato (tanti) ma solo utilizzatori di exell poco pratici che nei passaggi consegna mi han riempito faldoni di solleciti cartacei o forse il sistema è flessibile ma poco funzionale.Questo è quello che la mia esperienza ha vissuto...al momento.

Se si ragione per un singolo condominio excel può andare, tra l'altro Per excel ci sono le lezioni di lynda.com su internet per imparare a gestirlo stupendamente con tabelle pivot ecc.....

 

Ma quando fai il salto.... e prendi parecchi condomini.... non ti basta, non riesci a gestirli..... e il mio consiglio è quello di usare o il Millesimo di cui ho scritto sopra o il Danea dic ui ho scritto sopra ( il primo versione full 300 € mi pare, il secondo 900€mi pare ).

 

I professionisti devono lavorare con programmi ad hoc per il proprio settore, uno per non commettere errori e due per essere competitivi con i colleghi.

Quando vedo una gestione con excel penso che sia un vecchio amministratore pasticcione, e di solito non sbaglio ;-)

Ciao a tutti

Dopo anni di excel sono passata a Danea, perdevo troppo tempo nella gestione fiscale. I costi sono accettabili, la resa ottima. Buon lavoro.

Io non uso programmi...opto sempre e comunque per i "vecchi" excel e word...Ci metterò più tempo direte...Può essere...ma con le cose fatte a mano hai più controllo a mio avviso...ne ho visti amministratori che usavano gestionali...quante pecche...ammanchi...errori di numeri e ortografici...

 

Preferisco perfezione fatta a mano...e al centesimo di Euro...altrochè pasticcioni :-)

Va bè diciamo che la prima cosa è scaricare le demone provare. Sicuramente se una persona si appresta a amministrare solo il suo o un condominio va bene anche word o Excel. Se invece ci si appresta alla professione, un buon programma di gestione condominiale (PIGC, DOMOSTUDIO ETC...) ti aiuta molto sia nella gestione di tutte le certificazioni che anche per i singoli bilanci etc.

Se ne è già parlato molto, in questo ed altri forum; alla fine hanno ragione tutti:

 

- Excel + Word / Open Office Calc + Writer: se li si conosce, vanno bene per gestire personalmente uno o pochi condomìni; in realtà credo che la differenza con un software la si senta soprattutto quando si hanno collaboratori o quando i condomìni da amministrare diventano veramente tanti

- software Pinco Pallo: va bene se ci si impegna a "capirlo", alcuni sono più semplici altri meno... spesso la semplicità è dovuta solo a quale sia "nelle nostre corde" (un buon pianista può trovare difficile imparare a suonare il violino e viceversa)

- carta e penna: oggi non va più bene neanche per un condominio minimo ma se si ha tempo e pazienza, perché no?

 

La scelta è una questione personale e dipende sia dalle funzioni che dall'estetica: in fondo il software, qualunque esso sia, lo si deve guardare per ore ed ore... ricordo ancora le critiche alle vecchie icone del mio ?

Va bè diciamo che la prima cosa è scaricare le demone provare. Sicuramente se una persona si appresta a amministrare solo il suo o un condominio va bene anche word o Excel. Se invece ci si appresta alla professione, un buon programma di gestione condominiale (PIGC, DOMOSTUDIO ETC...) ti aiuta molto sia nella gestione di tutte le certificazioni che anche per i singoli bilanci etc.
Se proprio vogliamo raccontarla tutta il gestionale,seppur con limiti e vincoli,ha molte più potenzialità di quelle da te evidenziate che permettono una gestione integrata a 360°.Ma è un'evoluzione da provare,raccontarla non fornisce la giusta percezione.Per inciso,da fiscalista,evidenzio che ci sono ancora soggetti che compilano le dichiarazioni fiscali a mano,perfettamente elaborate e congrue,quindi ogni campo ha ancora a disposizione la manualità nell'esecuzione lasciando al singolo la facoltà di come gestirsi.

Marco: BRAVISSIMO.

Voglio sconfessare Rimbaud(il poeta,non il cavallo...):non bisogna sempre essere assolutamente moderni!

Io uso da anni Millesimo di Gemma per i miei sessanta condomini e mi trovo benissimo, l'implementazione dei mav è fantastica.

Mi trovo benissimo e l'assistenza è costante e gratuita. il prezzo insuperabile. non lo cambierei con niente e nessuno.

 

- - - Aggiornato - - -

x amministratore4xcaso

Anch'io Millesimo, e usavo anche il Danea. Top ma il millesimo lo puoi modulare come ti pare e viene incontro alle esigenze di $ di tutti.

Scommetto che se costasse 900 euro o più tutti correrebbero a comprarlo

Desidererei poter visionare la situazione patrimoniale elaborata da Millesimo, se ti viene facile di dò la mia email: giovluca@live.it

Sapete benissimo che nel corso degli anni sono stato sempre critico con tutti i produttori di programmi per condominio specialmente quando si notano piccoli o grandi difetti. Diversi anni fa acquistai Millesimo per la curiosità di testarlo in parallelo con un altro programma di cui mi fidavo ciecamente. Bene, Millesimo lo misi da parte proprio per l'esposizione "pasticciata" del rendiconto e della "Situazione patrimoniale". In particolare quest'ultima. Stefano Gemma, mi ha contattato privatamente (su mia richiesta) dandomi l'opportunità di poter verificare l'evoluzione dell suo prodotto che ha avuto in questi ultimi anni. So che il mio giudizio importa poco a molti, ma devo renderglio onore per i risultati raggiunti, principalmente due punti di forza lo contraddistinguono dai più blasonati:

1) flessibilià (e non è poco per le casistiche estreme che si possono incontrare nel corso delle gestioni);

2) CORRETTA ESPOSIZIONE DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE.

Complimenti.

Volere, potere!!!

Sapete benissimo che nel corso degli anni sono stato sempre critico con tutti i produttori di programmi per condominio specialmente quando si notano piccoli o grandi difetti. Diversi anni fa acquistai Millesimo per la curiosità di testarlo in parallelo con un altro programma di cui mi fidavo ciecamente. Bene, Millesimo lo misi da parte proprio per l'esposizione "pasticciata" del rendiconto e della "Situazione patrimoniale". In particolare quest'ultima. Stefano Gemma, mi ha contattato privatamente (su mia richiesta) dandomi l'opportunità di poter verificare l'evoluzione dell suo prodotto che ha avuto in questi ultimi anni. So che il mio giudizio importa poco a molti, ma devo renderglio onore per i risultati raggiunti, principalmente due punti di forza lo contraddistinguono dai più blasonati:

1) flessibilià (e non è poco per le casistiche estreme che si possono incontrare nel corso delle gestioni);

2) CORRETTA ESPOSIZIONE DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE.

Complimenti.

Volere, potere!!!

 

Devo dire che la nuova versione con i bollettini freccia e il rendiconto separato, raggiunge la perfezione. io sono iper contento. poi il prezzo, vuoi mettere col Danea che fa le stesse cose, non si scappa, sempre quelle sono, ma prezzo digeribilissimo per il millesimo.

Pecca manca modello detrazione. ciao

Domanda da un 1.000.000 di schiaffi.... ma tra Danea - Millesimo - Pigc qualcuno di questi è in grado di importare i dati da Wstabi d&d?

esiste un modo per non rifare tutto da capo?

Qulcuno qualche anno fa cercò di mettere tutti insieme o produttori per far dialogare i software, il progetto fallì.

×