Vai al contenuto
RenatoBS

Quadro Ac

Buonasera a tutti 

Avrei bisogno di chiarimenti sulla compilazione del quadro Ac

Se nel 2021 si sono fatti lavori in condominio che hanno sfruttato i vari bonus, qualche forniture ci ha fatto lo svonto in fattira del 50% per lavoro di manutenzione, inoltre abbiamo avviato lavoro bonus 110, con i sal pagato nel 2021 con sconto in fattura. 

Volevo sapere snel primo caso (sconto 50%) che importo bisogna riportare nel quadro ac, mentre nel secondo cado in cui abbiamo pagato 0 euro, si deve riportare quale importo? 

 

Grazie in anticipo 

Nel quadro AC, nel caso in cui il condomìnio abbia sostenuto costi che hanno dato diritto a detrazione (qualsiasi tipo di detrazione), non sono da riportare le relative fatture, si devono solo indicare i dati catastali dell'edificio.

Vedi: Risoluzionen.+67+del+20+settembre+2018.pdf

Ma nelle fatture bonus 110 con sconto in fattura l'importo da pagare é 9 euro, come si gestisce? La banca non ha fatto la ritenuta, ovviamente 

RenatoBS dice:

Non 9 ma 0 euro(errore di scrittura) 

Sui bonifici per ristrutturazioni edilizi , interventi di risparmio energetico e di miglioramento sismico non sono  riportate la ritenute di acconto.

Infatti sono le banche o poste ad effettuare le ritenute nella misura del’8% degli imponibili.

Pertanto, le fatture con ritenuta pari a zero sono corrette e, come ha già scritto Danielabi, non devi indicare alcuna somma nel quadro AC del modello PF o K del modello 730, ma indicare solo i dati catastali dell’edificio condominiale

Modificato da G.Ago
G.Ago dice:

Sui bonifici per ristrutturazioni edilizi , interventi di risparmio energetico e di miglioramento sismico non sono  riportate la ritenute di acconto.

Infatti sono le banche o poste ad effettuare le ritenute nella misura del’8% degli imponibili.

Pertanto, le fatture con ritenuta pari a zero sono corrette e, come ha già scritto Danielabi, non devi indicare alcuna somma nel quadro AC del modello PF o K del modello 730, ma indicare solo i dati catastali dell’edificio condominiale

Ma la risoluzione Dell Agenzia riporta questo 

Poiché dette somme sono soggette a ritenuta alla fonte a titolo di acconto dell’imposta sui redditi da parte degli intermediari (banche e Poste Italiane Spa ) e, pertanto, sono già esposte nella dichiarazione dei sostituti d’imposta -modello 770 – quadro SY – sezione III, si ritiene che tale ipotesi possa rientrare nel caso di esonero previsto dal punto b) del comma 2 dell’articolo 1 del citato decreto attuativo.

 

Ma non cado della fattura con sconto in fattura è importo pari a 0, non c'è ovviamente la ritenuta della Banca 

RenatoBS dice:

Ma la risoluzione Dell Agenzia riporta questo 

Poiché dette somme sono soggette a ritenuta alla fonte a titolo di acconto dell’imposta sui redditi da parte degli intermediari (banche e Poste Italiane Spa ) e, pertanto, sono già esposte nella dichiarazione dei sostituti d’imposta -modello 770 – quadro SY – sezione III, si ritiene che tale ipotesi possa rientrare nel caso di esonero previsto dal punto b) del comma 2 dell’articolo 1 del citato decreto attuativo.

 

Ma non cado della fattura con sconto in fattura è importo pari a 0, non c'è ovviamente la ritenuta della Banca 

Infatti, la banca o Poste  effettuerà la ritenuta nell'ipotesi in cui lo sconto in fattura dovesse essere parziale o nelle ipotesi in cui la detrazione spettante sia quella del  50% delle ristrutturazioni edilizie, per esempio.

In ogni caso nel quadro AC devi indicare solo i dati catastali dell’edificio condominiale.

  • Mi piace 1
RenatoBS dice:

Ma non cado della fattura con sconto in fattura è importo pari a 0, non c'è ovviamente la ritenuta della Banca

Anche per le fatture dei forfettari non si applica la ritenuta, pure sono da inserire nelle CU e non nel quadro AC.

Non devi farti confondere dalla presenza in fattura della ritenuta: non sono da indicare nel quadro AC i costi relativi a redditi soggetti a ritenuta, per capire meglio: ipoteticamente soggetti a ritenuta, perchè la loro natura imporrebbe il calcolo e versamento della ritenuta d'acconto, ma per previsione legislativa ne sono esentati; in ogni caso appartengono ai redditi assoggettabili a r.a. quindi esclusi dal quadro AC

Forse non li sono spiegato, l'esenzione nel riportare gli importi nel quadro AC per le fatture dei lavori che beneficiano delle detrazione sorge dal fatto che le banche trattenga o 8% come ritenuta e poi presentino loro la Cu per tale ritenuta. 

Se la fattura é a 0 per il fatto che si approva lo sconto in fattura, la banca non applicherà la ritenuta del 8%

Quindi che importi riportare del quadro Ac

Se il costo è zero, non indichi nulla.

×