Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Isabella barbieri

Pulizie condominiali con vuocher

Buongiorno amministra un condomimio e nella scorsa assemblea i condomini hanno deciso di affidare le pulizie a una ditta .una condomina poi ha sollevato la questione di darla a una persona con voucher e regolare che rischi si potrebbero correre perché ho letto che si utilizzano per lavori occasionali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi pare che ci sia stata una modifica dal governo Letta togliendo il requisito di occasionalità

sì, qualcosa c'è stato (non focalizzo bene le date ...) ma comunque non può essere assimilato ad un appalto di servizi: e la pulizia delle parti comuni lo sembra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il D.L. di riferimento è D.L.81/2015 e sembrerebbe che l'uso dei voucher sia limitato solo dall' importo corrisposto con gli stessi e da quanto qui scritto

"I voucher lavoro vanno utilizzati come forma di pagamento per lavoro accessorio o occasionale, ossia i casi in cui la prestazione fornita è del tutto saltuaria e accessoria. Quindi, il lavoratore non deve essere assunto dal committente, né lavorare esclusivamente per lui; soprattutto, il compenso netto annuo per singolo committente non può superare i 2mila euro."

Quindi i pareri possono essere discordi a seconda di come si veda il lavoro svolto da un condomino che fa le pulizie delle scale: tenendo conto che lo stesso non è assunto e non lavora esclusivamente per il condominio il mio parere è che l' uso dei voucher entro i 2000,00 € è legittimo

http://www.leggioggi.it/2016/09/29/voucher-2016-nuovi-obblighi-per-aziende-e-datori-lavoro/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

"Con il DL 81/2015 il limite totale per una persona che non abbia un'altra attività retribuita (es. casalinga, pensionato, disoccupato, ecc.) è stato innalzato a 7mila euro annui (mentre in precedenza ammontava a 5mila euro totali). Inoltre il decreto ha ampliato le possibilità e le prestazioni possono ora essere rese in tutti i settori, da parte di qualsiasi committente, con qualsiasi lavoratore (salvo alcuni limiti nel settore agricolo).

La normativa del 2012 sul lavoro accessorio tramite l'utilizzo di buoni lavoro (o "voucher") ha cancellato dunque il requisito dell' "occasionalità" e ha modificato sostanzialmente il parametro di riferimento economico."

>>> estrapolato da: https://www.condominioweb.com/forum/quesito/affidamento-lavori-di-manutenzione-a-singoli-condomini-93853/ messaggio #3

 

* salvo nuove ed imminenti modifiche

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

I 7000,00 € ( prima 5000.00 €) sono il compenso massimo che un singolo può incassare in un anno solare con i voucher da più comittenti ma sono 2000,00€ il compenso massimo che il medesimo può incassare dallo stesso mandante, quindi nel caso contingente del condominio essedo sempre lo stesso il comittente chi fa le pulizie non deve percepire più di 2000,00 €. Inoltre altra cosa è che non vi sia nessun contratto che stabilisca "un appalto" ma che l'attività risulti comunque non impegnativa per lo stesso e a lungo termine. Nel link che ho postato che contiene a mio avviso documenti molto interessanti raccolti dall' ANACI a seguito di domande dallo stesso poste ai vari enti preposti si legge:

Ad ogni modo si evidenzia che con il D.Lgs. 81/2015 consente l'utilizzo del lavoro accessorio mediante voucher nel rispetto del limite massimo di € 7000 netti (prima 5000) nel corso di un anno civile (1 gennaio 31 dicembre), percepibili dal lavoratore con riferimento alla totalità dei committenti. Si precisa, invece, che il limite dei € 2000 netti dei compensi percepibili, sempre nel corso dell'anno civile, risulta confermato soltanto per lo svolgimento di attività lavorative accessorie in favore di ciascun singolo committente “imprenditore” o “professionista

 

Il Legislatore del due 2015 sancisce inoltre il divieto, già individuato dalla predetta circolare di ricorso al lavoro accessorio nell'ambito dell'esecuzione di appalti di opere o servizi

 

http://anaciemiliaromagna.it/documenti/Circolare_Marchesi_VOUCHER.pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

quel che ho detto nel post#5.

a me sembra che la pulizia delle parti comuni del condominio, ancorchè non più per la legge "occasionale", si possa configurare come appalto di servizio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se c'è un contratto c'è un appalto altrimenti no:

 

APPALTO: Contratto col quale una parte assume, con gestione a proprio rischio, il compimento di un'opera o di un servizio dietro un corrispettivo in denaro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×