Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
lsp.amministrazioni

Proroga comunicazione amministratore spese detrazione irpef

Ciao a tutti,

sono alle prese con la comunicazione per la detrazione delle spese ale 65% relative all'adeguamento dell'impianto termico con installazione delle valvole termostatiche.

Da quanto apprendo dalla guida, la detrazione è concessa solo alle persone fisiche indicando il codice fiscale. Viceversa per tutti gli altri appartamenti del condominio che sono di proprietà di un ente li faccio rientrare trai casi specifici....quindi l'ammontare complessivo liquidato nel periodo comprenderà anche queste ultime?

 

Grazie del supporto

 

Federico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve, approfitto di questo post per chiedere se, a seguito della comunicazione all'AdE delle detrazioni, è necessario fornire ai condomini la solita certificazione annuale delle spese detraibili. grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve, approfitto di questo post per chiedere se, a seguito della comunicazione all'AdE delle detrazioni, è necessario fornire ai condomini la solita certificazione annuale delle spese detraibili. grazie

sì.

non è stata abolita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

salve, la stessa per ogni anno di beneficio oppure una solamente che vale per tutti gli anni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
salve, la stessa per ogni anno di beneficio oppure una solamente che vale per tutti gli anni?

una; per l'anno di riferimento della spesa.

se poi il caf ne richiede una l'anno, in teoria il condomino dovrebbe averla tra le carte che ha dato e ricevuto dal caf stesso.

o se nessuno la trova gliene si stampa una copia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ok grazie per la completezza. Meglio farsi qualche fotocopia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sapete indicare cosa ai condomini si deve davvero scrivere oltre all'invio telematico al fisco?

Mi spiego: certificazioni spese straordinarie regolarmente inviate al fisco ed accettate:

 

Inviate anche ai condomini in modello timbrato e firmato per i loro commercilisti.

Modello composto da.

Intestazione Amministrazione, stabile, via numero civito città cap, ecc. CF dello stabile

Nome e cognome del richiedente detrazione, suo codice fiscale ed indirizzo anagrafico

attestazione "in qualità di amministratore" della spesa sui m/m del condomino del totale pagato fatturato ditte per l'anno di riferimento

Dati catastali, mappa, folgio, subalterno.

 

Tuttavia alcuni commercialisti (di associazioni sopratutto) si impuntano a non volere accettare tale documento cartaceo e quindi di bloccare la richiesta detrazione irpef dicendo che manca la dicitura che in base alle "legge" l'amministratore ha adempiuto a tutti gli obblighi di legge e che la documentazione ralativa a fatture e bonifici "parlanti" sono tenuti per dieci anni in studio. Dicono secondo una circolare, altrimenti vogliono fatture e bonifici. Tuttavia l'Ade, non richiede nulla di ciò nella circolare che dicono loro (CISL).

Sia per principio che per re-inviare più di 250 rifacimenti di tali documentazioni, (solo per i condomini) non pare doveroso se non richiesto dalla legge.

Sapete dirmi qualcosa su tale problema ?

 

Grazie in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sapete indicare cosa ai condomini si deve davvero scrivere oltre all'invio telematico al fisco?

Mi spiego: certificazioni spese straordinarie regolarmente inviate al fisco ed accettate:

 

Inviate anche ai condomini in modello timbrato e firmato per i loro commercilisti.

Modello composto da.

Intestazione Amministrazione, stabile, via numero civito città cap, ecc. CF dello stabile

Nome e cognome del richiedente detrazione, suo codice fiscale ed indirizzo anagrafico

attestazione "in qualità di amministratore" della spesa sui m/m del condomino del totale pagato fatturato ditte per l'anno di riferimento

Dati catastali, mappa, folgio, subalterno.

 

Tuttavia alcuni commercialisti (di associazioni sopratutto) si impuntano a non volere accettare tale documento cartaceo e quindi di bloccare la richiesta detrazione irpef dicendo che manca la dicitura che in base alle "legge" l'amministratore ha adempiuto a tutti gli obblighi di legge e che la documentazione ralativa a fatture e bonifici "parlanti" sono tenuti per dieci anni in studio. Dicono secondo una circolare, altrimenti vogliono fatture e bonifici. Tuttavia l'Ade, non richiede nulla di ciò nella circolare che dicono loro (CISL).

Sia per principio che per re-inviare più di 250 rifacimenti di tali documentazioni, (solo per i condomini) non pare doveroso se non richiesto dalla legge.

Sapete dirmi qualcosa su tale problema ?

 

Grazie in anticipo

questo è quel che mando io da tre anni ad oggi.

In relazione ai lavori di manutenzione ordinaria eseguiti sulle parti comuni del fabbricato denominato CONDOMINIO XXXXXXXXXXXXX, sito a Castel Volturno (CE), cap 81030, in Viale YYYYYYYYY e codice fiscale zzzzzzzzzzz, questa amministrazione attesta di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti e di essere in possesso della documentazione originale.

 

A fronte delle spese sostenute, i condomini possono tenere conto delle somme indicate nel prospetto allegato al fine della detrazione del 50% di quanto di singola spettanza per l’anno di competenza 2016.

il prospetto allegato è un foglio excell con 4 colonne (oltre all'importo totale bonificato):

-nominativo

-millesimi

-importo speso imputabile

-importo versato

 

c'è poi una frase presa col copia/incolla dal sito dell'ade:

 

(*) la detrazione spetta al singolo condomino a condizione che l'intero importo speso a luiimputabile sia stato effettivamente versato al condominio entro la data limite di presentazione dellapropria dichiarazione dei redditi

 

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa/Guida_Ristrutturazioni_edilizie.pdf

 

sempre dal sito dell'ade di cui sopra:

 

Per gli interventi realizzati sulle parti comuni condominiali il contribuente, in luogo ditutta la documentazione prevista, può utilizzare una certificazione rilasciatadall’amministratore del condominio, in cui lo stesso attesti di avere adempiuto a tuttigli obblighi previsti e indichi la somma di cui il contribuente può tenere conto ai finidella detrazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Domanda: se i dati delle detrazioni inseriti dall'amm.re nel software dell'AdE si riferiscono a somme effettivamente versate dal condomino ma solo in quanto preventive e non consuntive, se poi il condomino a consuntivo dovesse avere un credito determinato da tali somme (caso specifico, cambiamento di tabelle millesimali con riduzione della metà dei millesimi a carico e quindi metà delle somme a preventivo vengono ridate indietro al condomino), il condomino cosa deve indicare nella dichiarazione dei redditi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Domanda: se i dati delle detrazioni inseriti dall'amm.re nel software dell'AdE si riferiscono a somme effettivamente versate dal condomino ma solo in quanto preventive e non consuntive, se poi il condomino a consuntivo dovesse avere un credito determinato da tali somme (caso specifico, cambiamento di tabelle millesimali con riduzione della metà dei millesimi a carico e quindi metà delle somme a preventivo vengono ridate indietro al condomino), il condomino cosa deve indicare nella dichiarazione dei redditi?

l'amministratore deve dichiarare quanto bonificato alle imprese, indipendentemente da quanto versato.

ergo, i condomini devono dichiarare la loro quota parte di speso (bonificato) in funzione dei millesimi (gli ultimi approvati) con i quali si opera il conguaglio tra quanto versato ed effettivamente dovuto: il saldo è una questione contabile individuale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quindi si fa riferimento solo al consuntivo e non al preventivo.

Ora sorge un problema: e se il consuntivo viene approvato fuori tempo massimo per la presentazione del 730 o dell'unico?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Quindi si fa riferimento solo al consuntivo e non al preventivo.

Ora sorge un problema: e se il consuntivo viene approvato fuori tempo massimo per la presentazione del 730 o dell'unico?

non c'entrano preventivo o consuntivo ...

si fa riferimento ai bonifici effettuati nel 2016 e la data limite per la comunicazione all'ade e ai condomini è stata il 28 febbraio.

la data limite per il 730 è giugno ...

il consuntivo lo si farà quando si deciderà di farlo: non c'entra nulla.

 

non c'è un "fuori tempo massimo" ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
non c'entrano preventivo o consuntivo ...

si fa riferimento ai bonifici effettuati nel 2016 e la data limite per la comunicazione all'ade e ai condomini è stata il 28 febbraio.

la data limite per il 730 è giugno ...

il consuntivo lo si farà quando si deciderà di farlo: non c'entra nulla.

 

non c'è un "fuori tempo massimo" ...

Limite massimo presentazione 730/2017 se non erro e' il 23/7/2017...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusate, sapete dirmi quali sono le sanzioni per non aver presentato la dichiarazione dei lavori di ristrutturazione nei termini?

La mancata presentazione è ravvedibile?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Limite massimo presentazione 730/2017 se non erro e' il 23/7/2017...

... non ricordavo bene e per essere generico ho anche sbagliato il mese ...

😜

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ilaria, c'è la flebile speranza che per la prima annualità non le applichino, altrimenti per la tardività (o per l'omissione) è prevista una sanzione di 100 euro per ogni violazione, ridotta di 1/3 se il ritardo è contenuto nei 60 giorni.

Lievi ritardi rispetto al termine non saranno invece sanzionati.

Non è possibile avvalersi del ravvedimento operoso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ilaria, c'è la flebile speranza che per la prima annualità non le applichino, altrimenti per la tardività (o per l'omissione) è prevista una sanzione di 100 euro per ogni violazione, ridotta di 1/3 se il ritardo è contenuto nei 60 giorni.

Lievi ritardi rispetto al termine non saranno invece sanzionati.

Non è possibile avvalersi del ravvedimento operoso.

grazie mille!

quindi - non essendo stata presentata e non essendo possibile il ravvedimento operoso - mi conviene farla presentare o attendere le eventuali sanzioni?

Grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non saprei dirti, c'è da considerare la finalità della norma.

Se consideriamo che i dati erano necessari per la dichiarazione precompilata, oggi ha perso completamente senso (ormai son state predisposte).

Se però riteniamo che possano servire a base dei riscontri di quanto dichiarato dai beneficiari, l'omissione rischia di essere intesa come ostacolo all'accertamento.

Davvero non so che consigliarti.

In difficoltà, anch'io ho fatto partire qualcosa con ritardo non lieve, ma in tempo per le elaborazioni, almeno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

una domanda con qualche attinenza con l'argomento. nel 2016 abbiamo eseguito lavori i condominio per adeguamento caldaia condominiale e contabilizzatori di calore. solo che in fase di dichiarazione dei redditi, invece del 65% ho trovato in detrazione solo il 50%. secondo voi ha sbagliato l'amministratore ad inviare il codice per per ristrutturazione edilizia invece di quello per riqualificazione energetica ? avete mai sentito qualcun'altro con uguale problema ? potrei domandarlo a lui, ma prima voglio farmi un'idea, anche perchè credo che sicuramente gli chiederò risarcimento danni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buongiorno Salazar.

Prima di tutto è necessario vedere cosa avete deliberato. E' molto probabile che abbiate preferito, a fronte di una differenza del 15% tra le due agevolazioni, evitare l'iter non semplicissimo e comportante ulteriori costi previsto per fruire della detrazione più alta.

A me è capitato quando la differenza era di soli 5 punti percentuali e chiaramente abbiamo deciso per la via più semplice e meno costosa.

Non credo che l'eventuale danno procurato (nel caso l'assemblea si sia rimessa all'amministratore) sia poi di un'entità così rilevante. Valuta con attenzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

in delibera avevamo chiesto espressamente detrazioni fiscali per riqualificazione energetica 65% e abbiamo dato mandato all'amm.re di procedere in tal senso anche perchè sono lavori che rientrano in tale percentuale di detrazione. iter o non iter, l'amministratore deve provvedere per quanto deliberato. indifferentemente dalla percentuale di perdita è un errore professionale che deve essere redarguito e ne deve pagare le conseguenze dato che amministra soldi di terze persone, l'ammontare complessivo è di circa € 5000,00.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Certo! Il problema allora c'è, in quanto voi avevate deliberato e quindi l'amministratore era tenuto ad esperire quel tipo di pratica; più che errore professionale è un'attuazione della delibera difforme rispetto alla volontà assembleare ed è forse anche peggio; chiaro che, se l'amministratore non fornisce adeguate motivazioni, sia esposto al risarcimento. Risarcimento con un risvolto problematico, atteso che il Vs. danno si sviluppa in un arco temporale prolungato...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie. spero di vernirne a capo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Disponibile bozza software di compilazione per la comunicazione, da parte degli amministratori di condominio, delle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico su parti comuni condominiali effettuate dal 2017:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/schede/comunicazioni/ristrutturazione+edilizia+e+risparmio+energetico+su+parti+comuni+condominiali/sw+compilazione+2017

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×