Vai al contenuto
gabriela7594@gmail.c

Proposta di affitto

Buongiorno a tutti, 

Chiedo il vostro aiuto per capire meglio 

Poco meno di un paio di settimane fa abbiamo fatto con il mio compagno una proposta di affitto per un appartamento che ci era piaciuto molto. Ci rechiamo in agenzia  versiamo una mensilità per bloccare l'appartamento fin qui tutto bene. L'agente ci legge il precontratto  e in una parte ci chiede se abbiamo avuto mai protesti o qualche problema con la legge. Noi ovviamente dichiariamo di no. 

Due giorni dopo ci chiama dicendoci che a carico del mio compagno c'era un protesto  del quale noi ne eravamo proprio a conoscenza. Sorpresi le diciamo guardi ci mettiamo subito all'opera per capire di che si tratta e ci dice di tenerlo informato. 

Così facciamo cerchiamo in ogni modo di capire che succede ma banche o camera di commercio non riescono a darvi una risposta. Lo chiamiamo per avvisarlo e ci dice tenetemi informato. Poi oggi richiamo mi dice di essere impegnato e mi manda una mail con la proposta rifiutata  e invitandovi a pagare 1500 euro per aver dato informazioni sbagliate. 

 Che devo fare? 

gabriela7594@gmail.c dice:

Che devo fare? 

io non pagherei nulla e chiederei la produzione di quanto l'agente asserisce ed essenzialmente in forma scritta; niente a voce/telefono.

 

e la caparra che avete versato?

 

Credo proprio che sia un tentativo, peraltro maldestro, di spillar soldi...

spurgo dice:

io non pagherei nulla e chiederei la produzione di quanto l'agente asserisce ed essenzialmente in forma scritta; niente a voce/telefono.

 

e la caparra che avete versato?

 

Se la vogliono tenere perché scritto in contratto, come faccio a dimostrare che non sapevo nulla del protesto  e anzi che ci siamo mossi per cercar di risolverlo nell'immediato. 

Sembra veramente una truffa vera e propria. Prima di tutto le agenzie immobiliari non hanno l'accesso ai dati sensibili delle persone quindi non possono sapere  eventuali protesti a carico dei clienti. Pertanto l'agenzia mente sapendo di mentire.

Due.. se sono loro a rifiutare la vostra proposta,  sono tenuti a restituire la cauzione. Se chiedono 1500 euro come penale  per "aver dato info sbagliate" si chiama ESTORSIONE. Fossi in te sporgerei subito una denuncia, oggi stesso. 

Modificato da Demimoore
  • Mi piace 2
Gabriela Velazco dice:

Se la vogliono tenere perché scritto in contratto, come faccio a dimostrare che non sapevo nulla del protesto  e anzi che ci siamo mossi per cercar di risolverlo nell'immediato.  

umm... se riesci scrivi la clausola evitando di mettere i dati tuoi/agenzia/proprietà. Giusto per capire.

 

come fai a dimostrare una roba che non conosci? : - )

richiedi una visura protesti anche tu alla camera di commercio: se non risulta nulla, hai dimostrato. se è vero che avete un protesto in corso allora l'agente o il proprietario avranno fatto un visura e che la producano!

 

Demimoore dice:

Prima di tutto le agenzie immobiliari non hanno l'accesso ai dati sensibili delle persone quindi non possono sapere  eventuali protesti a carico dei clienti.

anche no. un protesto è altro dal dato meramente sensibile.

è una visura dopotutto (io ne ho mai fatta una), ma di visure semplici o storiche prima di capire chi sarà il mio interlocutore (commerciale) ne faccio all'occorrenza.

 

però che la richiesta di euro puzzi... mi sa di sì. attendiamo altri riscontri e interventi.

 

spurgo dice:

umm... se riesci scrivi la clausola evitando di mettere i dati tuoi/agenzia/proprietà. Giusto per capire.

 

come fai a dimostrare una roba che non conosci? : - )

richiedi una visura protesti anche tu alla camera di commercio: se non risulta nulla, hai dimostrato. se è vero che avete un protesto in corso allora l'agente o il proprietario avranno fatto un visura e che la producano!

 

anche no. un protesto è altro dal dato meramente sensibile.

è una visura dopotutto (io ne ho mai fatta una), ma di visure semplici o storiche prima di capire chi sarà il mio interlocutore (commerciale) ne faccio all'occorrenza.

 

però che la richiesta di euro puzzi... mi sa di sì. attendiamo altri riscontri e interventi.

 

Ognuno può consultare l'elenco dei propri protesti, questo è vero.

 Io so che non esiste però alcuna legge che consente agli agenti immobiliari di accedere a questi dati senza il consenso del diretto interessato ( se è un privato)

È cambiato qualcosa ?

Comunque hai ragione, a prescindere sembra solo una truffa.

1500 euro per cosa? Per essere protestati? Non esiste alcuna legge che vieti l'affitto a chi è protestato quindi l'agenzia a quanto pare  vuole soltanto derubare questi ragazzi. Roba da pazzi!

 

 

Grazie a tutti per i vostri messaggi, si effettivamente il protesto esiste ma appena l'abbiamo saputo ci siamo mossi per risolvere e andare. Appagare già che siamo davvero interessati all'appartamento.  Nel contratto di proposta c'è un articolo che dice che se diamo info sbagliate dobbiamo pagare 1500 mi sembra assurdo che si trattengo caparra e ci faccia pagare  in più per nulla alla fine. 

Gabriela Velazco dice:

si effettivamente il protesto esiste

allora: info sbagliate è proprio tanto vago.

 

però se hai firmato non so se puoi cavarvela così facilmente a questo punto... mah! non so proprio che altro dire.

 

 

spurgo dice:

allora: info sbagliate è proprio tanto vago.

 

però se hai firmato non so se puoi cavarvela così facilmente a questo punto... mah! non so proprio che altro dire.

 

 

Ecco perché secondo me la ragazza dovrebbe denunciare. Ognuno di noi potrebbe aprire un'agenzia, trovare  un proprietario complice per far firmare agli inquilini  proposte con clausole vessatorie e pretendere anche 10 mila euro di risarcimento perché no... Sembra proprio una truffa vero? Potrei mostrare la stessa casa a 100 persone e troverò sicuramente diversi protestati tra di loro. A questo punto firmiamo l'accordo e io so già che potrò sfruttare una clausola truffaldina per incassare il denaro che non mi spetta. Un po' come faceva chi vendeva i set di pentole a domicilio (poi condannato).

L'agenzia non può però pretendere alcun risarcimento in questo caso.  Non esiste alcuna legge che vieti l'affitto ai protestati. 

Non esiste alcuna legge che potrebbe punire chi dichiara all'agenzia di non essere protestato anche se fosse una bugia vera e propria. Anzi, secondo i giudici non è nemmeno illegale presentare buste paga false al proprietario:

https://www.google.com/amp/s/www.secoloditalia.it/2019/04/linquilina-nigeriana-non-paga-laffitto-per-i-giudici-non-ce-reato-il-locatore-italiano-e-beffato-2-volte/amp/

 

Insomma mi dispiace molto per questi ragazzi ma per me l'inganno di cui sono vittime è evidente...

Modificato da Demimoore

Cerchiamo un bandolo.

Ammesso che siano stati protestati e abbiano mentito, a che titolo loro vantano un "risarcimento danni"? 

Provabe che la caparra vada persa....

Ma anche qui non ne sarei tanto sicuro.

Bisognerebbe vedere cosa hanno sottoscritto per capire in che termini si tratta di truffa. 

Il nostro errore essendo nuovi alle trattative di questo tipo è che siamo stati ingenui. 

Nel contratto di proposta mettono una clausola che secondo l'art 1385 che in caso di mancata accettazione della proposta a causa di inesatte informazioni fornite dal proponente ha diritto ad esigere la provvigione di 1500€.

Cosa veramente assurda, parkaso con un'altra agente immobiliare mi riferisce che devo pretendere una lettera firmata dal proprietario che dice di no accettare perché può anche darsi che costui non abbia mai presentato la nostra proposta

A mio parere qui c'è qualcuno che gioca e scherza pericolosamente sul filo del rasoio.

 

Io cercherei di dimostrare ed uralre a squarciagola la vostra buona fede.

Se è vero che non vi era nota l'esistenza del protesto, voi all'atto della sottoscrizione della proposta di affitto non avete fornito alcuna informazione sbagliata. E non sarei affatto propenso a riconoscere all'agente i 1.500 che richiede. Che se li sudi ! Di sicuro io non apro la borsa se prima non vedo azioni concrete attivate dall'agenzia immobiliare, e se apro la borsa la aprirò solo dopo consulto con un legale.

 

Idem per la mensilità versata a titolo di impegno.

Gli epiloghi possono essere solo tre:
a) si arriva alla firma del contratto
b) ritorna a voi la somma versata perchè il proprietario si è ritirato
c) perdete la somma versata perchè voi vi siete ritirati

 

Mi sembra che mai vi siate ritirati ed anzi abbiate ripetutamente manifestato la volontà di concludere.
Quindi non esiste che voi perdiate quella somma. E concordo con chi vi ha suggerito di pretendere la dichiarazione scritta del proprietario che confermi il suo diniego a concludere positivamente con voi.

Gabriela Velazco dice:

Il nostro errore essendo nuovi alle trattative di questo tipo è che siamo stati ingenui. 

Nel contratto di proposta mettono una clausola che secondo l'art 1385 che in caso di mancata accettazione della proposta a causa di inesatte informazioni fornite dal proponente ha diritto ad esigere la provvigione di 1500€.

Cosa veramente assurda, parkaso con un'altra agente immobiliare mi riferisce che devo pretendere una lettera firmata dal proprietario che dice di no accettare perché può anche darsi che costui non abbia mai presentato la nostra proposta

Deciderai cosa fare, io posso solo consigliarti vivamente di rispondere a tono e farti valere. Dimostra che conosci la legge e sai che stanno cercando di truffarti.

Anni fa nel mio contratto d'affitto stipulato quando ero giovane e ingenua c'era scritto che nel caso di un ritardo, il canone andava versato con il 100% di maggiorazione (cioè il  doppio). 

Quando una volta ho pagato con 1 giorno di ritardo causa malattia, sono stata minacciata in tutti i modi. È bastato rispondere che avrei sporto una denuncia e avvisato anche la televisione. Tutto risolto. Scusa se te lo dico ma secondo me vi vedono "deboli" e poco informati e se ne approfittano.  Quindici dovete essere voi a tirare fuori la forza invece di sottomettervi. L'agente non ha alcun potere su di voi, anzi siete voi che avete la possibilità di denunciarli creando parecchi problemi a queste persone. Perché sono convinta che non è la prima volta che ci provino... 

In questa terribile crisi non mancano gli sciacalli. 

Buona fortuna

(Ti capisco perché anche io sono vittima di un agente "furbo") 

Modificato da Demimoore

occhio a parlare di truffa, perché non sembra la strada corretta.

 

il mediatore potrebbe avere ben diritto alla provvigione in questo caso... però prima di sganciare soldi, si vedano le carte, perché mi sembra tutto un po' controverso e pretestuoso.

 

se si riesce a risolvere la questione protesto, magari si risolve anche la questione locazione. ma ci va la collaborazione e buon senso delle parti... e la provvigione sarebbe garantita comunque.

 

Gabriela Velazco dice:

devo pretendere una lettera firmata dal proprietario

certo!

spurgo dice:

occhio a parlare di truffa, perché non sembra la strada corretta.

 

il mediatore potrebbe avere ben diritto alla provvigione in questo caso... però prima di sganciare soldi, si vedano le carte, perché mi sembra tutto un po' controverso e pretestuoso.

 

se si riesce a risolvere la questione protesto, magari si risolve anche la questione locazione. ma ci va la collaborazione e buon senso delle parti... e la provvigione sarebbe garantita comunque.

 

certo!

Da quello che descrive l'autrice non si tratta di provvigione ma di "sanzione" vera e propria. Sanzione del tutto arbitraria,  illegale e creata appositamente per incastrare chi cerca  una casa in buona fede. Questa è una truffa talmente palese che faccio fatica a chiamarla con un altro nome. 

 

Prima di lanciarsi in analisi ultimative, è sempre bene valutare insieme ad un professionista la reale documentazione disponibile.

A mio parere è una vicenda molto strana, che merita degli approfondimenti. 

Demimoore dice:

Da quello che descrive l'autrice non si tratta di provvigione ma di "sanzione" vera e propria. Sanzione del tutto arbitraria,  illegale e creata appositamente per incastrare chi cerca  una casa in buona fede. Questa è una truffa talmente palese che faccio fatica a chiamarla con un altro nome. 

 

ehh! nella mia modesta opinione (come sempre!):

la truffa va ben provata e farei molta attenzione ad indicare questa strada, perché potrebbe essere che la vicenda sia di ben altro tenore. quella che viene presa letteralmente come sanzione potrebbe semplicemente essere la provvigione che deve essere pagata comunque in virtù dell'attività di mediazione: l'autrice è andata in agenzia e firmato un "preliminare". dunque l'agenzia ha assolto al suo incarico al di là che poi una delle parti abbia detto ciccia (e deve essere provato per iscritto s'intende).

 

solo chi vedrà quel contratto o come-si-chiama e ha le capacità tecniche per analizzarlo potrà dirci qualcosa in più. certo è tutto avvincente!

 

albano59 dice:

A mio parere è una vicenda molto strana, che merita degli approfondimenti. 

anche per me è questione strana, però non riesco a spingermi oltre al dubbio, oltre il quale c'è appunto l'attività di un altro tipo di professionista a cui rivolgersi.

se abbiamo fortuna magari qualcuno si affaccia : - )

  • Mi piace 1

Sto infatti sentendo un legale, e fatto sta che noi non sapevamo avere dei protesti, in più dico io non sono neanche di una cifra alta quindi non vado a mentire su un debito inferiore agli 800 euro per pagare una "sanzione" di 1500 è assurdo

La legge dice questo:

A tal proposito l’art. 1759 del codice civile, al I comma, dispone che il mediatore deve comunicare alle parti le circostanze a lui note,relative alla valutazione ed alla sicurezza dell'affare, che possono influire sulla conclusione di esso;  la norma fa riferimento alle circostanze che il mediatore conosce ed a quelle che avrebbe dovuto conoscere con la diligenza richiesta all’operatore per quel particolare tipo di professione.

 

 

Quindi avendo l'accesso al registro protesti, l'agenzia aveva anche il dovere di comunicare possibili ostacoli nella conclusione dell'affare ancora prima di vincolare le parti.

Ecco perché è palese la malafede...

Perché chiedere a questi ragazzi di "giurare" a voce che non sono protestati?

Perché è utile per iniziare il teatrino.

Perché chiederlo ai ragazzi invece di controllare (il controllo è stato effettuato solo con la proposta già firmata e anticipo versato quindi TROPPO tardi)?

Perché oltre all'anticipo chiedere altri 1500 euro come una sorta di sanzione divina : "cattivoni vi puniamo severamente perché avete detto una bugia o non sapevate dei protesti"

L'agente diventa sia  un prete che  un giudice?

La vicenda "puzza" davvero tanto.

Non c'è da avere paura di dirlo. 

Le agenzie non rappresentano la perfezione divina quindi è frequente che sbaglino , non sempre in buona fede.

Si, rivolgersi a un legale sarebbe la strada giusta. Io sporgerei anche una bella denuncia per salvare le prossime "vittime".

 

Gabriela Velazco dice:

Sto infatti sentendo un legale, e fatto sta che noi non sapevamo avere dei protesti, in più dico io non sono neanche di una cifra alta quindi non vado a mentire su un debito inferiore agli 800 euro per pagare una "sanzione" di 1500 è assurdo 

beh, certamente!

 

se poi ci fai sapere ci togli i dubbi almeno!

 

 

Demimoore dice:

Quindi avendo l'accesso al registro protesti, l'agenzia aveva anche il dovere di comunicare possibili ostacoli nella conclusione dell'affare ancora prima di vincolare le parti.

umm! ecco questo è già più interessante.

però non credo sia obbligato (l'intermediario), fatto salvo il patto con la controparte (locatore), di fare le opportune verifiche di solvibilità dell'altro contraente. che poi le abbiano fatte e sia andato tutto a rotoli sarà da capire.

 

meglio adesso non mettere troppa carne al fuoco.

 

 

 

Una domanda perché adesso controllando abbiamo notato che nella proposta stipulata non appare la firma dell'agente immobiliare ma solo il timbro e li affianco dice timbro e firma. 

È valido comunque? 

OGGI l'ho chiamato ed era poco disponibile a parlare e mi ha detto che lui non ha l'obbligo di darmi una lettera o prova che il proprietario abbia rifiutato la nostra proposta. 

 

Premesso che dovrebbe contestarvi qualcosa, per iscritto, personalmente chiederei la restituzione della caparra o, in alternativa, i motivi che hanno impedito la conclusione del contratto e trattenuta della caparra

Poi, con tale documento vedrei cosa fare.

Magari con l'aiuto di un legale nel percorso. 

Gabriela Velazco dice:

Una domanda perché adesso controllando abbiamo notato che nella proposta stipulata non appare la firma dell'agente immobiliare ma solo il timbro e li affianco dice timbro e firma. 

È valido comunque? 

OGGI l'ho chiamato ed era poco disponibile a parlare e mi ha detto che lui non ha l'obbligo di darmi una lettera o prova che il proprietario abbia rifiutato la nostra proposta. 

 

Ciao,sulla proposta dovrebbero esserci i dati del proprietario,provate a rintracciarlo per sentire la sua versione e fate sapere all' agenzia quello che avete intenzione di fare.

×