Vai al contenuto
emanuele_t

Propaganda politica Amministratore

emanuele_t dice:

L'amministratore ha usato la carta intestata per far celatamente (neanche tanto) passare il messaggio che avere poi un collaboratore nel consiglio comunale sia più facile arrivare a certi "obbiettivi" piuttosto che non averne. E lo ha fatto mandando le lettere ai suoi amministrati nell'ambito della sua attività professionale.

E quale reato avrebbe commesso? Promettere attenzione alle istanze dei condomini come c'è scritto?

davidino1978 dice:

E quale reato avrebbe commesso? Promettere attenzione alle istanze dei condomini come c'è scritto?

Ma chi ha mai parlato di reati??

emanuele_t dice:

L'amministratore ha usato la carta intestata per far celatamente (neanche tanto) passare il messaggio che avere poi un collaboratore nel consiglio comunale sia più facile arrivare a certi "obbiettivi" piuttosto che non averne. E lo ha fatto mandando le lettere ai suoi amministrati nell'ambito della sua attività professionale.

personalmente mi sembra solo una ricerca di alibi, di scusa per tentare di far risaltare una presunta scorrettezza dell'amministratore così da poter ipotizzare l'inizio di una propaganda negativa con lo scopo di ottenere una sua sostituzione ...

 

se veramente pensi che abbia commesso una azione sanzionabile legalmente, puoi intraprendere una azione nei suoi confronti e sentire cosa sentenzierà il giudice.

 

paul_cayard dice:

personalmente mi sembra solo una ricerca di alibi, di scusa per tentare di far risaltare una presunta scorrettezza dell'amministratore così da poter ipotizzare l'inizio di una propaganda negativa con lo scopo di ottenere una sua sostituzione ...

 

Pensa che l'ho votato anche io l'ultima volta. Non è quello lo scopo.

Però pensare che debba usare la scusa che l'amministrazione comunale non lo ascolta perchè non lo conosce mi pare fuori luogo.

SaintJames dice:
davidino1978 dice:

E quale reato avrebbe commesso? Promettere attenzione alle istanze dei condomini come c'è scritto?

Ma chi ha mai parlato di reati??

La violazione della privacy è un reato.

Quindi dire che ha violato la normativa privacy equivale a dire che ha commesso reato.

Seralia dice:

La violazione della privacy è un reato.

Quindi dire che ha violato la normativa privacy equivale a dire che ha commesso reato.

Dipende dal tipo di violazione della privacy. Mica tutte le violazioni sono uguali e non tutte sono reato...

emanuele_t dice:

Però pensare che debba usare la scusa che l'amministrazione comunale non lo ascolta perchè non lo conosce mi pare fuori luogo.

su questo concordo.

 

emanuele_t dice:

Pensa che l'ho votato anche io l'ultima volta. Non è quello lo scopo.

Però pensare che debba usare la scusa che l'amministrazione comunale non lo ascolta perchè non lo conosce mi pare fuori luogo.

E' necessario mettere ordine, altrimenti continueremo all'infinito a rimpallarci obiettivi diversi:

1) chiedevi se la missiva inviatavi dal vosto amministratore fosse illegale, questo è un punto e mi sembra che non ci siano evidenze che l'amministratore abbia commesso illeciti, considerando che ha imbucato una generica dichiarazione

2) il contenuto della missiva puo' essere discutibile (per me lo è), ma non perchè scritto da un amministratore, ma da un cittadino italiano, questo è un altro punto, ma non è un messaggio illecito non contenendo minacce insulti oppure offese.

 

Sarebbe interessante sapere il reale motivo per cui è stata posta la domanda, mi spiego: a fronte di migliaia di volantini pubblicitari e missive di ogni tipo infilate nelle buche delle lettere intasandole, di telefonate quotidiane sul cellulare da parte di ogni tipo di operatore che disturba senz'altro il diritto a non essere importunati, di pubblicità mandata ogni quarto d'ora nelle trasmissioni televisive precludendo la possibilità di seguirsi una trasmissione senza dover subire immagini di ogni altro tipo, di continui messaggi pubblicitari in qualsiasi finestra internet che si apra tando da rallentarne il caricamento e costringere a cliccare a destra e a manca per chiudere i banner (altro disturbo), come mai proprio un messaggio dell'amministratore di condomìnio ha creato tale dubbio di illecito?

 

 

 

  • Mi piace 1
Danielabi dice:

come mai proprio un messaggio dell'amministratore di condomìnio ha creato tale dubbio di illecito?

 

Perché gli amministratori fanno firmare un foglio della privacy dove c'è scritto testualmente

 

Finalità del trattamento

I dati personali forniti sono destinati esclusivamente alle finalità connesse all’attività di gestione del condominio ed al corretto adempimento del relativo mandato, anche nel rispetto delle prescrizioni di legge ed eventualmente rappresentarla quale condomino in sede amministrativa, giudiziaria, stragiudiziale e contro terzi.

In particolare il trattamento dei dati forniti é finalizzato unicamente ad eseguire gli obblighi contrattuali e le richieste specifiche dei condomini, nonché ad adempiere agli obblighi di legge, fra cui ricordo quanto disposto dagli artt. 1117 / 1139 c.c ed artt. 63 / 72 disp. att. ve c.c., nonché per l’adempimento degli obblighi contabili e fiscali, oltre che per gestire i rapporti contrattuali con condomini e fornitori, gestire i rapporti con i consulenti tecnici e legali incaricati dal condominio, nei modi e nei limiti necessari per perseguire dette finalità.

 

Dubito che la propaganda elettorale rientri nella finalità del trattamento dei dati personali.

Ma mi spingo oltre: addirittura l'amministratore mette a disposizione il suo studio per far incontrare i condòmini con il candidato. Se non è questa un chiaro sfruttamento dei dati personali dei condòmini, cosa altro lo è?
Perché l'amministratore nel suo studio non invita anche la popolazione comune?
Quindi l'amministratore è responsabile per aver violato la legge sulla privacy.

Modificato da SaintJames

... ora ... questa è la missiva incriminata:

 

image.png.dc0cde8f5a945c02020df35326d6a151.png

 

 

... vorrei che qualcuno indicasse quali dati personali vi sono indicati (del destinatario o di altri soggetti amministrati) tali da poter essere perseguiti per violazione della privacy.

 

grazie.

 

 

 

Modificato da paul_cayard
  • Mi piace 1
SaintJames dice:

I dati personali forniti sono destinati esclusivamente alle finalità connesse all’attività di gestione del condominio

Be', se proprio vuoi metterla così, se rileggi il testo del messaggio dell'amministratore la finalità è proprio connessa all'attività di gestione del condomìnio, visto che cerca di far eleggere una persona che finalmente potrà avere i giusti agganci per portare avanti le richieste costantemente eluse dall'amministrazione comunale.

 

davidino1978 dice:

Il punto è che non è stato violato nessun dato personale.

Si che lo è.

Sono stati utilizzati Nomi e Cognomi dei mandatari.
Avoja.
C'è scritto: egregi signori condòmini, mica c'è scritto gentile cittadino...

Modificato da SaintJames
SaintJames dice:

Si che lo è.

Sono stati utilizzati Nomi e Cognomi dei mandatari.
Avoja.
C'è scritto: egregi signori condòmini, mica c'è scritto gentile cittadino...

Be'....adesso stai scherzando, spero!

  • Mi piace 1
Danielabi dice:

Be', se proprio vuoi metterla così, se rileggi il testo del messaggio dell'amministratore la finalità è proprio connessa all'attività di gestione del condomìnio, visto che cerca di far eleggere una persona che finalmente potrà avere i giusti agganci per portare avanti le richieste costantemente eluse dall'amministrazione comunale.

 

Agganci?

Come dire, se non eleggete il mio candidato non ho agganci quindi non funziona nulla?
Ma che stiamo scherzando?

SaintJames dice:

Sono stati utilizzati Nomi e Cognomi dei mandatari.

non li leggo nella lettera postata.

Danielabi dice:

Be'....adesso stai scherzando, spero!

Ma proprio no.
E' oltremodo facile ricondurre il generico signori condòmini a Nomi e Cognomi sull'anagrafica condominiale che ha l'amministratore. I condòmini sono del suo condominio mica di altri condomini.
Scherzateci pure su, se io fossi l'amministratore penserei a procurarmi un legale al più presto...

paul_cayard dice:

non li leggo nella lettera postata.

non ce n'è bisogno.
 

SaintJames dice:

Come dire, se non eleggete il mio candidato non ho agganci quindi non funziona nulla?

questo fa parte della pochezza del soggetto, ma è un altro discorso ...

Ciao a tutti

Non c 'entra con l'amministratore, ma voglio raccontare una esperienza che ho avuto qualche anno fa sul tema propaganda elettorale e privacy. C'era un candidato di altra sponda politica rispetto alle mie opinioni, ma ognuno ha il diritto di esprimersi in democrazia. Quello che non mi andava era la sua aggressività. Ho ricevuto a casa una sua lettera di propaganda elettorale, con tanto di nome cognome e indirizzo nonché francobollo. Ho protestato per violazione della privacy presso il Comune. Mi è stato risposto che l'elenco degli elettori ai fini di propaganda elettorale non è coperto da privacy.

  • Grazie 1
SaintJames dice:

non ce n'è bisogno.

che significa "non ce n'è bisogno" ...

 

stavolta sei tu che stai scherzando, vero ?

paul_cayard dice:

... ora ... questa è la missiva incriminata:

 

image.png.dc0cde8f5a945c02020df35326d6a151.png

 

 

... vorrei che qualcuno indicasse quali dati personali vi sono indicati (del destinatario o di altri soggetti amministrati) tali da poter essere perseguiti per violazione della privacy.

 

grazie.

 

 

 

e tre, non ce n'è bisogno di scrivere nome e cognome.
basta aver imbucato, in qualità di amministratore, una tale missiva nella cassetta postale, guarda caso, dei propri amministrati per far scaturire un legame eziologico fra l'uno e l'altro

Paola21 dice:

Ciao a tutti

Non c 'entra con l'amministratore, ma voglio raccontare una esperienza che ho avuto qualche anno fa sul tema propaganda elettorale e privacy. C'era un candidato di altra sponda politica rispetto alle mie opinioni, ma ognuno ha il diritto di esprimersi in democrazia. Quello che non mi andava era la sua aggressività. Ho ricevuto a casa una sua lettera di propaganda elettorale, con tanto di nome cognome e indirizzo nonché francobollo. Ho protestato per violazione della privacy presso il Comune. Mi è stato risposto che l'elenco degli elettori ai fini di propaganda elettorale non è coperto da privacy.

E l'etichettatura, affrancatura e consegna è ad opera di Poste Italiane.

Paola21 dice:

Ciao a tutti

Non c 'entra con l'amministratore, ma voglio raccontare una esperienza che ho avuto qualche anno fa sul tema propaganda elettorale e privacy. C'era un candidato di altra sponda politica rispetto alle mie opinioni, ma ognuno ha il diritto di esprimersi in democrazia. Quello che non mi andava era la sua aggressività. Ho ricevuto a casa una sua lettera di propaganda elettorale, con tanto di nome cognome e indirizzo nonché francobollo. Ho protestato per violazione della privacy presso il Comune. Mi è stato risposto che l'elenco degli elettori ai fini di propaganda elettorale non è coperto da privacy.

perché in quel caso il candidato non usa nomi e cognomi che conosce perché è un professionista, la differenza è sottile me ne rendo conto, ma c'è...
https://www.garanteprivacy.it/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9105208

SaintJames dice:

e tre, non ce n'è bisogno di scrivere nome e cognome.
basta aver imbucato, in qualità di amministratore, una tale missiva nella cassetta postale, guarda caso, dei propri amministrati per far scaturire un legame eziologico fra l'uno e l'altro

Egregi "condomini" non è coperto da nessuna privacy.

paul_cayard dice:

questo fa parte della pochezza del soggetto, ma è un altro discorso ...

secondo me invece c'entra eccome, perché l'amministratore velatamente pone una scelta: o eleggi il mio candidato oppure non posso garantirti agganci giusti...

davidino1978 dice:

Egregi "condomini" non è coperto da nessuna privacy.

vabbe' vedo che non vuoi capire...

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×