Vai al contenuto
emanuele_t

Propaganda politica Amministratore

Salve a tutti. Sono nuovo del forum. Volevo proporvi un quesito al quale non sono riuscito a darmi risposta perchè non mi è mai successa una cosa simile. Io abito ad Albano Laziale in provincia di Roma dove ci saranno, oltre al referendum nazionale, le elezioni comunali.

Ieri sera nella cassetta della posta ho trovato una lettera dell'amministratore che invitava i condomini a votare per una persona che lavora nel loro studio per "avere un filo diretto con l'amministrazione comunale" dato che tutte le volte che "ci sono state segnalazioni alla pubblica amministrazione, nella maggior parte dei casi, è risultata senza esito positivo". Come per dire che la colpa non è sua ma dell'amministrazione che, se verrà eletto uno dei suoi, "avrà un filo diretto con lo studio dell'amministratore".

La mia domanda che vi rivolgo è: ma è legale una cosa del genere?

L'amministratore non è pagato per fare il suo lavoro e non propaganda politica di bassa lega?

Io non ho mai visto una cosa del genere, magari invece lo fanno in molti e non l'ho mai saputo.

Grazie a tutti

Immagine.png

emanuele_t dice:

La mia domanda che vi rivolgo è: ma è legale una cosa del genere?

L'amministratore non è pagato per fare il suo lavoro e non propaganda politica di bassa lega?

Io non trovo niente di illegale perchè si tratta di pubblicità ne più ne meno di quella fatta da chiunque in questo periodo.

L'amministratore è pagato dal condominio per svolgere la propria attività ma può anche fare comunicazini a proprie spese.

Non sarebbe legale se addebitasse al condominio la spesa per aver stampato e imbucato quella propaganda non richiesta.

L'amministratore vi ha addebitato il costo del volantino e della persona che ha provveduto ad imbucarlo?

Leonardo53 dice:

Io non trovo niente di illegale perchè si tratta di pubblicità ne più ne meno di quella fatta da chiunque in questo periodo.

L'amministratore è pagato dal condominio per svolgere la propria attività ma può anche fare comunicazini a proprie spese.

Non sarebbe legale se addebitasse al condominio la spesa per aver stampato e imbucato quella propaganda non richiesta.

L'amministratore vi ha addebitato il costo del volantino e della persona che ha provveduto ad imbucarlo?

Secondo me, sfruttare l'immenso potenziale di cittadini che ti conoscono per la tua attività per fare propaganda politica sarà pure legale, ma di poco gusto. Prima di fare una cosa del genere sarebbe stato opportuno chiederlo se fosse gradito o meno.  Fare una lettera del genere non vuol dire fare una semplice comunicazione.

La persona che ha provveduto ad imbucare i volantini coincide col candidato. Quindi, ripeto, secondo me, sfruttare la propria attività professionale per fini politici non è corretto.  Sul costo dei volantini non credo ci sia da discutere. Se fosse addebitato ai condomini allora si che scatterebbe una denuncia.

  • Mi piace 1
emanuele_t dice:

Secondo me, sfruttare l'immenso potenziale di cittadini che ti conoscono per la tua attività per fare propaganda politica sarà pure legale, ma di poco gusto.

Che sia di poco gusto è un discorso diverso ma tu avevi chiesto se una cosa del genere fosse legale.

Se la maggioranza di voi ritiene la lettera di "sponsorizzazione"  di poco gusto può anche chiedere la convocazione di un'assemblea con all'ordine del giorno la nomina di un nuovo ammnistratore, senza nemmeno dare una motivazione.

Ci vuole il consenso del destinatario per spedire questo tipo di pubblicità. Altrimenti si viola la privacy.

https://www.garanteprivacy.it/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9105201

I dati personali raccolti nell´esercizio di attività professionali e di impresa, ovvero nell´ambito dell´attività di tutela della salute da parte di esercenti la professione sanitaria e di organismi sanitari, non sono utilizzabili per fini di propaganda elettorale e connessa comunicazione politica. Tale finalità non è infatti riconducibile agli scopi legittimi per i quali i dati sono stati raccolti (art. 5, par. 1, lettere a) e b),Regolamento),, salvo che il titolare acquisisca uno specifico e informato consenso dell’interessato (art. 9, par. 1. lett a); cfr. per quanto riguarda l’ambito sanitario il provvedimento 7 marzo 2019, doc. web n. 9091942) .

 

Quindi la risposta è: NO, non è legale.

Modificato da SaintJames
SaintJames dice:

Ci vuole il consenso del destinatario per spedire questo tipo di pubblicità. Altrimenti si viola la privacy.

https://www.garanteprivacy.it/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9105201

I dati personali raccolti nell´esercizio di attività professionali e di impresa, ovvero nell´ambito dell´attività di tutela della salute da parte di esercenti la professione sanitaria e di organismi sanitari, non sono utilizzabili per fini di propaganda elettorale e connessa comunicazione politica. Tale finalità non è infatti riconducibile agli scopi legittimi per i quali i dati sono stati raccolti (art. 5, par. 1, lettere a) e b),Regolamento),, salvo che il titolare acquisisca uno specifico e informato consenso dell’interessato (art. 9, par. 1. lett a); cfr. per quanto riguarda l’ambito sanitario il provvedimento 7 marzo 2019, doc. web n. 9091942) .

 

Quindi la risposta è: NO, non è legale.

Scusa, ma che dati sensibili sarebbero stati utilizzati?

SaintJames dice:

Ci vuole il consenso del destinatario per spedire questo tipo di pubblicità. Altrimenti si viola la privacy.

La mia cassetta è piena di lettere che mi invitano a votare una determinata persona.

Cominciano tutte con

"Caro elettore..."

Una volta ne ricevetti perfiono una con la firma stampata di Silvio 

Leonardo53 dice:

La mia cassetta è piena di lettere che mi invitano a votare una determinata persona.

Cominciano tutte con

"Caro elettore..."

Una volta ne ricevetti perfiono una con la firma stampata di Silvio 

Che vuoi che ti dica: non è che se lo fanno tutti diventa legale...

SaintJames dice:

Ci vuole il consenso del destinatario per spedire questo tipo di pubblicità. Altrimenti si viola la privacy.

https://www.garanteprivacy.it/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9105201

I dati personali raccolti nell´esercizio di attività professionali e di impresa, ovvero nell´ambito dell´attività di tutela della salute da parte di esercenti la professione sanitaria e di organismi sanitari, non sono utilizzabili per fini di propaganda elettorale e connessa comunicazione politica. Tale finalità non è infatti riconducibile agli scopi legittimi per i quali i dati sono stati raccolti (art. 5, par. 1, lettere a) e b),Regolamento),, salvo che il titolare acquisisca uno specifico e informato consenso dell’interessato (art. 9, par. 1. lett a); cfr. per quanto riguarda l’ambito sanitario il provvedimento 7 marzo 2019, doc. web n. 9091942) .

 

Quindi la risposta è: NO, non è legale.

Ecco, pensavo ad una cosa del genere infatti. L'amministratore ha dati sensibili riconducibili alla mia persona quindi non può sfruttarli per propaganda personale, dato che ha firmato il volantino col nome dello studio.

emanuele_t dice:

Ecco, pensavo ad una cosa del genere infatti. L'amministratore ha dati sensibili riconducibili alla mia persona quindi non può sfruttarli per propaganda personale, dato che ha firmato il volantino col nome dello studio.

Ma, scusa....che dati sensibili avrebbe utilizzato? Il tuo nome e cognome non è un dato sensibile, che poi il testo della pubblicità sia poco intelligente (io non voterei per qualcuno che mi propone una sorta di "raccomandazione", ma preferirei votare qualcuno che mi garantisce piena legalità) è altra cosa.

  • Mi piace 2
SaintJames dice:

Che vuoi che ti dica: non è che se lo fanno tutti diventa legale...

Ciao

 

Nel foglio di invito incriminato, mi dici quali dati sensibili dei destinatari sono stati violati ?  Ha fatto una circolare anonima che ha inserito nelle cassette postali.     Eticamente censurabile, ma nessuna violazione.

 

 

Danielabi dice:

Ma, scusa....che dati sensibili avrebbe utilizzato? Il tuo nome e cognome non è un dato sensibile, che poi il testo della pubblicità sia poco intelligente (io non voterei per qualcuno che mi propone una sorta di "raccomandazione", ma preferirei votare qualcuno che mi garantisce piena legalità) è altra cosa.

Non c'entrano i dati sensibili.
E' stata violata la privacy.

I dati personali raccolti nell´esercizio di attività professionali e di impresa, ovvero nell´ambito dell´attività di tutela della salute da parte di esercenti la professione sanitaria e di organismi sanitari, non sono utilizzabili per fini di propaganda elettorale e connessa comunicazione politica. Tale finalità non è infatti riconducibile agli scopi legittimi per i quali i dati sono stati raccolti (art. 5, par. 1, lettere a) e b),Regolamento),, salvo che il titolare acquisisca uno specifico e informato consenso dell’interessato (art. 9, par. 1. lett a); cfr. per quanto riguarda l’ambito sanitario il provvedimento 7 marzo 2019, doc. web n. 9091942) .

camillo50 dice:

Ciao

 

Nel foglio di invito incriminato, mi dici quali dati sensibili dei destinatari sono stati violati ?  Ha fatto una circolare anonima che ha inserito nelle cassette postali.     Eticamente censurabile, ma nessuna violazione.

 

 

Vi siete degnati di leggere quello che sta scritto sulla pagina del garante che ho linkato?

I dati personali raccolti nell´esercizio di attività professionali e di impresa, ovvero nell´ambito dell´attività di tutela della salute da parte di esercenti la professione sanitaria e di organismi sanitari, non sono utilizzabili per fini di propaganda elettorale e connessa comunicazione politica. Tale finalità non è infatti riconducibile agli scopi legittimi per i quali i dati sono stati raccolti (art. 5, par. 1, lettere a) e b),Regolamento),, salvo che il titolare acquisisca uno specifico e informato consenso dell’interessato (art. 9, par. 1. lett a); cfr. per quanto riguarda l’ambito sanitario il provvedimento 7 marzo 2019, doc. web n. 9091942) .

 

DATI PERSONALI, NON SENSIBILI. Dati personali: Nome e Cognome, senza i quali l'amministratore non avrebbe potuto inviare alcunché.

 

Non si può fare come ha fatto l'amministratore, punto e basta.

Modificato da SaintJames
SaintJames dice:

Vi siete degnati di leggere quello che sta scritto sulla pagina del garante che ho linkato?

Scusa sai Saint James, ma tu per privacy cosa intendi?

I dati personali tutelati dalla legge sono quelli sensibili, non il nome e cognome.

Danielabi dice:

Ma, scusa....che dati sensibili avrebbe utilizzato? Il tuo nome e cognome non è un dato sensibile, che poi il testo della pubblicità sia poco intelligente (io non voterei per qualcuno che mi propone una sorta di "raccomandazione", ma preferirei votare qualcuno che mi garantisce piena legalità) è altra cosa.

I dati sensibili che ha raccolto il mio amministratore vanno oltre il nome e cognome. Sfruttando la sua posizione di amministratore, va diritto alla persona e invita i condomini a votare un suo collaboratore firmandosi pure. Diverso è il discorso di un qualsiasi candidato che mi lascia il suo volantino nella cassetta dove c'è scritto il mio nome e cognome.

emanuele_t dice:

I dati sensibili che ha raccolto il mio amministratore vanno oltre il nome e cognome. Sfruttando la sua posizione di amministratore, va diritto alla persona e invita i condomini a votare un suo collaboratore firmandosi pure. Diverso è il discorso di un qualsiasi candidato che mi lascia il suo volantino nella cassetta dove c'è scritto il mio nome e cognome.

Con il volantino non ha divulgato i tuoi dati, in questo caso avrebbe sicuramente commesso un illecito,  si è solo rivolto a te come migliaia di altri candidati fanno.

 

  • Mi piace 2
Danielabi dice:

Con il volantino non ha divulgato i tuoi dati, in questo caso avrebbe sicuramente commesso un illecito,  si è solo rivolto a te come migliaia di altri candidati fanno.

 

Vedo che continuate ad ignorare quello che dice il Garante della Privacy.

SaintJames dice:

I dati personali raccolti nell´esercizio di attività professionali e di impresa, ovvero nell´ambito dell´attività di tutela della salute da parte di esercenti la professione sanitaria e di organismi sanitari, non sono utilizzabili per fini di propaganda elettorale e connessa comunicazione politica.

Questo implica che l'amministratore non possa usare i dati personali.

Non implica che non possa infilare un volantino nella cassetta della posta, ma solo che non possa spedirvi una lettera indirizzata a voi con il vostro nome e cognome.

 

Accusare l'amministratore di illecito uso dei dati personali per un foglio privo di dati personali inviato dall'Amministratore stesso mi sembra sbagliato, diverso sarebbe stato se fosse stato il candidato X a mandare il volantino: in tal caso l'amministratore avrebbe comunicato i dati dei condomini al candidato violando la privacy.

SaintJames dice:

Vedo che continuate ad ignorare quello che dice il Garante della Privacy.

Io non capisco in che punto i dati sono stati utilizzati. Capisco la normativa privacy, ma non vedo l'utilizzo dei dati.

  • Mi piace 3
Danielabi dice:

Con il volantino non ha divulgato i tuoi dati, in questo caso avrebbe sicuramente commesso un illecito,  si è solo rivolto a te come migliaia di altri candidati fanno.

 

Si è rivolto a me come amministratore e non come semplice cittadino, garantendomi una più efficente amministrazione del condominio votando il suo collaboratore.

emanuele_t dice:

Salve a tutti. Sono nuovo del forum. Volevo proporvi un quesito al quale non sono riuscito a darmi risposta perchè non mi è mai successa una cosa simile. Io abito ad Albano Laziale in provincia di Roma dove ci saranno, oltre al referendum nazionale, le elezioni comunali.

Ieri sera nella cassetta della posta ho trovato una lettera dell'amministratore che invitava i condomini a votare per una persona che lavora nel loro studio per "avere un filo diretto con l'amministrazione comunale" dato che tutte le volte che "ci sono state segnalazioni alla pubblica amministrazione, nella maggior parte dei casi, è risultata senza esito positivo". Come per dire che la colpa non è sua ma dell'amministrazione che, se verrà eletto uno dei suoi, "avrà un filo diretto con lo studio dell'amministratore".

La mia domanda che vi rivolgo è: ma è legale una cosa del genere?

L'amministratore non è pagato per fare il suo lavoro e non propaganda politica di bassa lega?

Io non ho mai visto una cosa del genere, magari invece lo fanno in molti e non l'ho mai saputo.

Grazie a tutti

Immagine.png

Ma questa lettera l'amministratore l'ha addebitata ai condomini per quota parte oppure l'ha inviata a sue proprie spese?

Nel primo caso non pagareri assolutamente nulla, nel secondo caso la cestinerei, come cestino tutti i volantini elettorali che trovo nella cassetta delle lettere.

Seralia dice:

Questo implica che l'amministratore non possa usare i dati personali.

Non implica che non possa infilare un volantino nella cassetta della posta, ma solo che non possa spedirvi una lettera indirizzata a voi con il vostro nome e cognome.

 

Accusare l'amministratore di illecito uso dei dati personali per un foglio privo di dati personali inviato dall'Amministratore stesso mi sembra sbagliato, diverso sarebbe stato se fosse stato il candidato X a mandare il volantino: in tal caso l'amministratore avrebbe comunicato i dati dei condomini al candidato violando la privacy.

I dati personali raccolti nell´esercizio di attività professionali e di impresa, ovvero nell´ambito dell´attività di tutela della salute da parte di esercenti la professione sanitaria e di organismi sanitari, non sono utilizzabili per fini di propaganda elettorale

 

L'amministratore per poter spedire la missiva deve conoscere Nome e Cognome del destinatario.
Nome e Cognome sono dati personali? SI
L'amministratore ha utilizzato il Nome e Cognome desunto dall'anagrafica condominiale (ossia ha usato dati raccolti nell'esercizio della sua attività professionale)? SI, tant'è vero che la missiva riporta la carta intestata dell'amministratore!!
E' stato inviato materiale a carattere di propaganda elettorale? SI.

QUINDI L'AMMINISTRATORE E' SANZIONABILE PER AVER VIOLATO LE DISPOSIZIONI DEL GARANTE DELLA PRIVACY, COME LINKATE POCO SOPRA.

 

Modificato da SaintJames
emanuele_t dice:

Si è rivolto a me come amministratore e non come semplice cittadino, garantendomi una più efficente amministrazione del condominio votando il suo collaboratore.

Infatti sono d'accordo che il contenuto non sia corretto, nel senso che la promessa doveva essere di maggiore efficienza e legalità, ma non è un contenuto illegale; ha utilizzato il suo ruolo, ma quanti personaggi pubblici utilizzano il proprio ruolo per fare pubblicità? Se acconsentono di metterci la faccia, non c'è nulla di illegale.

Puoi sostenere che sia stata una pubblicità poco opportuna, ma non illegale.

SaintJames dice:

Nome e Cognome sono dati personali?

E' meglio se vai a leggerti la legge sulla privacy, perchè nome e cognome sono scritti sui campanelli degli edifici, per quanto siano dati personali non rientrano fra i "dati personali" tutelati dalla legge.

SaintJames dice:

L'amministratore per poter spedire la missiva deve conoscere Nome e Cognome del destinatario.
Nome e Cognome sono dati personali? SI

ciao

li ha usati .     NO.    Ha solo messo la circolare nella cassetta postale.

SaintJames dice:

per poter spedire la missiva deve conoscere Nome e Cognome del destinatario.
Nome e Cognome sono dati personali? SI

Mi torna. Ma stiamo parlano (se ho capito bene) di un volantino brevi mano infilato nella cassetta delle lettere, non di una missiva. Rileggendo il thread leggo però che la persona ha trovato una generica "lettera" quindi sì, se era indirizzata a lui con nome cognome e indirizzo mi torna la violazione.

 

Il punto è tutto lì: ha usato i dati o solo infilato un generico volantino imbustato?

camillo50 dice:

ciao

li ha usati .     NO.    Ha solo messo la circolare nella cassetta postale.

certo che li ha usati!!
Come pensi l'abbia inviata la comunicazione?
Ha usato Nome e Cognome del destinatario.
Ho come il sospetto che non conosci la differenza fra dati personali e dati sensibili...

Seralia dice:

Ma stiamo parlano (se ho capito bene) di un volantino brevi mano infilato nella cassetta delle lettere, non di una missiva. Rileggendo il thread leggo però che la persona ha trovato una generica "lettera" quindi sì, se era indirizzata a lui con nome cognome e indirizzo mi torna la violazione.

 

Il punto è tutto lì: ha usato i dati o solo infilato un generico volantino imbustato?

Non fa differenza se la missiva è stata spedita o messa nella cassetta della posta brevi manu.
La violazione nasce dal momento che l'amministratore USA i dati personali raccolti nell'ambito della sua professione, e li USA per scopi di propaganda elettorale.

La metodologia di recapito è ininfluente.

Modificato da SaintJames
Ospite
Questa discussione è chiusa.
×