Vai al contenuto
janliuc

Progetto lavori

Carissimi volevo un vostro parere sul seguente fatto.

L'amministratore da incarico ad un professionista per redigere progetto contabilizzazione di calore per un totale di euro 10000 circa.

questo professionista non si è mai presentato su richiesta di diversi condomini in assemblea a spiegare il progetto eseguito accampando varie scuse di impossibilità ad intervenire e delega un condomino a spiegare il progetto vi sembra normale? come bisogna comportarsi? c'è una norma in materia che obblighi l'amministratore a far intervenire detto professionista? Il professionista si può assumere detto comportamento? nell'attesa di un vostro pare saluti

Non esiste un obbligo di presenziare in assemblea, a meno che lo si sia sottoscritto in fase di accettazione incarico.

Il mandato è redigere il progetto.

Chiamasi, a mio giudizio, professionalità vera e completa la ragione che normalmente guida il professionista a fornire de visu le specifiche necessarie a dipanare i dubbi.

Scusi é assurdo che un condomino spieghi il progetto redatto da un professionista e i condomini devono pagarlo senza poter fare delle osservazioni su tale progetto al progettista! Assurdo fuori ogni logica credo.

Sarebbe buona prassi da parte di ogni buon professionista/progettista chiarire al suo committente le ragioni delle sue scelte, ed in modo congiunto col committente trovare, eventualmente, le giuste modifiche in funzione delle esigenze.

 

Nella descritta situazione è stato l'amministratore ad incaricare il professionista, quest'ultimo è tenuto a limite ad illustrare il prog all'amministratore che poi ne riferisce in assemblea.

Ma il professionista non è tenuto a intervenire in assemblea.

A mio avviso il professionista vuol evitare le baruffe che solitamente avvengono alle riunioni!

Uno paga un progetto e non ha neanche la possibilità di vedere in faccia chi lo esegue

in che senso ......

Patto a 2 ... (niente vidi, niente sacciu)

 

Un capitolato/preventivo no?

×