Vai al contenuto
cimar46

Procedura esecutiva rimborso

salve a tutti,sono un esordiente nel forum per cui chiedo un po' di .....comprensione! il quesito che vorrei porre e' il seguente: l'amm.re del mio condominio ha ricevuto una racc.ta dall'avv. di un condomino in cui si chiede al condominio il pagamento della somma di euro 9142,71. il riferimento e' ad una vertenza iniziata nel 1992 e conclusasi, dopo un percorso direi "normale" per i tempi della giustizia italiana,nel 2012. in particolare si riferisce ad una procedura esecutiva di pagamento a seguito di una sentenza della corte d'appello di napoli per la restituzione della somma sopracitata a favore di quel condomino.io faccio parte del condominio dal 1999,sono anch'io implicato in tale situazione? inoltre l'avv. afferma che vi e'obbligazione solidale. questo significa che, il condominio non ottemperando a tale ingiunzione potrebbe esserci il recupero coatto in capo anche ad un solo condomino? dalla data del mio arrivo nel condominio (1999)mai nessun amm.re ha reso conto all'assemblea di tale vertenza in corso, né nulla risulta dai verbali di assemblea successive al 1999. infine qual è il termine di scadenza per il pagamento affinche' non parta il recupero coatto? grazie

 

mario cioffi

La causa d'appello quando è iniziata?

Nel rogito cosa avete scritto tu ed il vecchio proprietario?

 

 

nel rogito del 1999 nulla e' riportato,fra l'altro come me diversi altri condomini hanno comprato casa in questo parco dopo tale anno. il condomino interessato aveva subito nel 1992 un decreto ingiuntivo e quindi condannato a pagare la somma di lire 5.700.000. in appello il giudice riformava la sentenza condannando il condominio al pagamento di circa 9000 euro.la sentenza di primo grado e' del marzo 2004.la sentenza di appello porta la data del 24/10 2012. un amico avvocato ritiene che io non debba essere interessato a questa faccenda, gradirei sapere qualcosa di piu' al riguardo e se ci sono precedenti in merito.

Quindi quando avete fatto appelo eri già proprietario, corretto??

Quando avete deciso di costituirvi presumo su ricorso del condomino eri presente, o meglio eri già proprietario, corretto?

 

 

 

il problema, caro turtle, e' che nella lettera non risulta la data di appello da parte del condomino. per cercare di capirci qualcosa: il pretore di sorrento in base al d.i. del 26/2/92 condannava il condomino al pagamento di lire 5.700.000; il 24/10/2012 la corte di appello di napoli depositava la sentenza nr. 3587/12; con tale sentenza si accoglieva l'appello del condomino per ottenere la revoca del d.i. e per effetto riformava la sentenza di primo grado emessa dal tribunale di t/annunziata del 21/3/2004 per cui si ordinava al condominio di restituire la somma versata dal condomino in base al d.i. del 1992. ora, siccome neanche i condomini residenti nel condominio antecedentemente al 1992 ricordano granche' di questa faccenda, l'amm.re dovrebbe adoperarsi per rifare tutto i'iter processuale affidando li mandato ad un legale dopo aver informato i condomini nella prossima assemblea sempre che si non si voglia accettare il pagamento della somma. quello che a me non quadra e' l'intervallo di tempo fra la sentenza di primo grado del 21/3/2004 e quella del 24/10/2012, intervallo di tempo senza che nulla sia venuto a conoscenza di alcun condomino. insomma,e' un rebus! spero che tu riesca a darmi un parere in base a queste nuove notizie. ciao

L?aminisatrtore doveva informare i condomini del risultato di primo grado, poi quando è arrivata l'atto per ricorso in appello, lo stesso ne avrebeb dovuto discutere cno l'assemblea se constituirsi in giudizio o no, probabilmente l'iter classico non è stato "rispettato"

Cmq è impossibile dare un parare, o meglio potrei portari furoi strada, bisognerebbe vedere i documenti, cmq sulal sentenza ci dovrebbe essere un numero si chiama R.G. / come per le sentenze che hai elencato tu 3587/12. quel numero ti dice quando è statao presentata il ricorso in appello.

 

 

 

×