Vai al contenuto
CondominoPestato

Procedura di recupero del credito condomini ritardatari nei pagamenti

Alle assemblee di condominio sono presenti tutti i condomini.

Viene deliberato dall'assemblea la ripartizione di un importo di Euro 1.000 a condomino.

Da delibera viene indicato come termine di pagamento 5 giorni.

 

Alcuni condomini (pochi) non versano entro i cinque giorni il suddetto importo.

Versano 500 Euro nelle due settimane successive alla data di delibera.

Restano pertanto dopo due settimane solo alcuni condomini che devono saldare la differenza di 500 Euro.

 

Morosi o ritardatari ?!?

Che si fa in questi casi ?

Quali procedure sono previste ?

Diffida dopo quanto tempo ai condomini ritardatari ?

Richiesta di decreto ingiuntivo dopo quanto tempo ?!?

Comunicazione al fornitore dei condomini morosi dopo quanto tempo ?!?

 

grazie per le risposte.

Per quale motivo è stato deliberato che le spese siano uguali, 1000 Euro per tutti?

Poche sono le cose che si dividono in parti uguali, fatto salvo per le altre che sia approvato all'unanimità (1000/1000), se è così, tutti devono contribuire nei tempi stabiliti, altrimenti l'amministratore potrà richiedere il pagamento con sollecito e poi il Decreto Ingiuntivo a carico dei morosi.

Colonna montante. Riparazione ad un tubo.

Suddivisione in parti uguali.

L'importo dei lavori è stato preventivato di 2.500 Euro + IVA

Importo poi lievitato a 4.000 euro finito di tutto.

 

4.000 Euro diviso tre = 1.200 la mia parte (non scendo nei particolari)

Ho versato 508 Euro dopo 7 gg. dalla delibera (quando l'importo era ancora 2.500 + IVA da ripartire)

Ho versato altre 500 Euro dopo 13 gg. dalla ripartizione spese definitive.

 

Mi mancano circa 200 Euro da pagare (non sono proprietario di una banca), per ora non posso fare altro.

Nella prossima assemblea è stato indicato come punto "ripartizione spese condomini morosi". Penso si parli di me

 

Mi chiedevo dopo quanto tempo si può far partire le procedure di sollecito, diffide e decreti ingiuntivi ?!?

 

grazie Tullio_Ts

La colonna montante e riparazione di un tubo viene ripartita per millesimi di proprietà a quanti sono allacciati e non in parti uguali, che ne ha diritto potrebbe impugnare la delibera nei termini previsti dall'art 1137 cc nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.

La procedura completa per la riscossione con il D.I. non so quanto potrà durare.

ma se qualcuno porta ritardo nei pagamenti quanto tempo è tollerabile prima di iniziare le procedure ?!?

 

giorni, settimane, mesi ?!?

Già il giorno dopo la scadenza chi non versa il dovuto è considerato moroso, ma di solito si tollera inviando dei solleciti, ma se anche questi vengono ignorati, l'amministratore potrà agire per il recupero del dovuto con la richiesta del D.I ed eventuale richiesta di pignoramento.

ma è possibile che la riforma di condominio sia passata da una gestione allegra ad una gestione nazista ?!?

 

Mai mezze misure ?!?

 

L'assemblea decide che bisogna pagare entro 5 gg. e un condomino debba rivolgersi all' usuraio pena Decreto ingiuntivo ?!?

Era sempre così, un condomino che non versa le quote di sua competenza diventa moroso a tutti gli effetti, p.es. questa sentenza è del 2008 ben prima della modifica del cc 2013;

 

Sezione Seconda Civile, sentenza n.24299/2008 del 29/09/08

Nuova sentenza della Cassazione che ribadisce il concetto già precedentemente affermato: l'amministratore può far emettere decreto ingiuntivo nei confronti del condómino moroso sulla base del solo bilancio "preventivo" regolarmente approvato dall'assemblea.

ok, ma nel mio caso non parlo di bilancio preventivo

 

Nel caso del mio condominio che ogni tre settimane ci si riunisce e ci sono sempre soldi da uscire è un problema...

 

Manca del tutto una pianificazione e di conseguenza è impossibile stare in linea.

 

Il preventivo ci dava dieci e siamo a cento.

 

Ora, è possibile che ogni tre settimane devo andare a cercare qualcuno che mi presti 500 Euro ?!?

 

E' possibile una cosa di questo tipo ?!?

Scusami ma ogni tre settimane si convoca l'assemblea e si decidono regolarmente dei lavori?

Se non è così è solamente l'assemblea regolarmente convocata che può deliberare le spese mica a capocchiam si può decidere, e/o alcuni condomini che si accordano.

Si, ogni tre settimane viene convocata dall'amministratore un assemblea straordinaria e vengono deliberati lavori...

 

In sequenza:

- Mandato per il recupero dei crediti dai morosi

- Sistemazione citofono

- Sistemazione portone

- Sistemazione porta garage

- Creazione area parcheggio

- Mandato di perizia lavori straordinari al geometra

- Sostituzione / Manutenzione ascensore

- Lavori colonna montante

- Difesa atto di citazione condominio

- Videocamere di sorveglianza

- etc.

 

sette mesi -> otto riunioni di condominio...

 

1500 Euro usciti fino ad oggi (e prima ne pagavo l'anno 150 Euro + conquaglio) e sono moroso di 200 Euro...

 

Sono riuscito a schivare solo l'antenna condominiale (sostituzione)

 

...sono stanco, ma è possibile questa cosa ?!?

 

 

Ultimo bilancio approvato (consuntivo 2012 e preventivo 2013) a Natale... Mi sembra di essere guidato dalla protezione civile in clima di terremoto... emergenze, sempre emergenze!

Che ti posso dire, se l'amministratore convoca tutte queste assemblee ed i presenti deliberano regolarmente e con i quorum appropriati e stabiliti dal Codice Civile, non puoi opporti e devi contribuire alle spese decise regolarmente da queste assemblee.

dimenticavo ... le cassette postali ...

 

Si, percarità. Il punto è che la legge stabilisce una preventivazione di quello che accadrà nel corso del'anno (che noi non abbiamo fatto).

E' possibile procedere a braccio ed arrabbiarsi se un cristo non ha una qualsiasi cifra mensile richiesta a maggioranza da corrispondere ?!?

Ripeto, se le spese sono deliberate in assemblea regolarmente convocata, sia questa ordinaria annuale, oppure straordinaria (p.es. mensile), le delibere approvate con i quorum stabiliti dal cc sono regolari ed i condomini devono contribuire.

si, ok alla contribuzione...

 

ma al pari di questi incessanti riunioni è possibile pretendere cotanta precisione misurata in termini di giorni ?!?

 

Può essere definito moroso un tizio che riporta 7 giorni di ritardo su un pagamento ?!?

 

tecnicamente si, ma è possibile che non ci siano mezze misure ?!?

L'amministratore ha la facoltà di convocare quante assemblee desidera ed un condomino è considerato moroso dal giorno dopo la scadenza della data decisa dai condomini che approvano la delibera se non ha pagato la sua quota parte, ovvero se viene deciso che la spesa deve essere pagata entro il 31 luglio prossimo, dal 1° agosto chi non ha contribuito è moroso e potrebbe scattare il Decreto Ingiuntivo, ma è buona norma non scritta da nessuna parte, inviare dei solleciti di pagamento entro una certa data a chi non versa quanto dovuto.

Ciao, capisco perfettamente la tua rabbia in quanto mi sembra che stai facendo il possibile per tener dietro ai pagamenti. Ti consiglio comunque di fare un piano di pagamento, vedi quanto riesci a dare al mese e manda una raccomandata all'amministratore dove ti impegni a versare il dovuto entro un tot di mesi. magari sia l'amministratore che gli altri condomini si tranquillizzano e se ne stanno buoni.

Ciao, capisco perfettamente la tua rabbia in quanto mi sembra che stai facendo il possibile per tener dietro ai pagamenti. Ti consiglio comunque di fare un piano di pagamento, vedi quanto riesci a dare al mese e manda una raccomandata all'amministratore dove ti impegni a versare il dovuto entro un tot di mesi. magari sia l'amministratore che gli altri condomini si tranquillizzano e se ne stanno buoni.

Giusto, ma una dilazione di pagamento, deve essere approvata dall'assemblea, però basta non far sapere nulla.......😉

ma, a dirla tutta non ho intenzione di chiedere una dilazione. Giorno 1 ho intenzione di mandare le 200 euro residue (mio attuale debito fino a quanto approvato fino ad oggi).

 

Il punto è che alla prossima assemblea c'è come punto all'ordine del giorno "Incarico avvocato per recupero crediti condomini morosi" mi da davvero fastidio essere accomunato ad un moroso quando nel mio caso ho un ritardo di pagamento di due/tre settimane...

Insomma, in sette mesi ho sempre corrisposto una media di oltre 200 Euro al mese.

 

Mi chiedevo come fosse possibile che la legge consenta tali abusi al rovescio...

L'amministratore non deve essere autorizzato da''assemblea ad agire.............se hai corrisposto una media di € 200,00 al mese, penso che i veri morosi siano altri.

si, non ho saltato neppure un mese, solo questo mese non sono riuscito a coprire integralmente la richiesta di 750 e ne ho versate solo 500.

Al di là del discorso della procedura per il recupero del credito che dal punto di vista giuridico sappiamo bene che l'amministratore può procedere con o senza delibera assembleare art. 63 disp. att. c.c. comma 1° I. Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea, l'amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, puo' ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed e' tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi.

Qui si sta parlando di procedere con un ricorso di decreto ingiuntivo per un debito di € 200,00 tra l'altro l'utente afferma di star pagando mensilmente la sua quota e di essere in ritardo di 2/3 settimane, una cosa alquanto ridicola.............al di là del potere coercitivo che conferisce la legge bisognerebbe valutare anche la situazione individuale ed agire per il meglio, convocare continuamente assemblee per interventi che potrebbero essere programmati (come da elenco dell'utente) e che continuamente alterano il preventivo di gestione la trovo una cosa alquanto poco professionale..........se ciò è dipeso dall'amministratore e non dal Condominio (le colpe non sono sempre imputabile all'amministratore, abbiamo avuto un gruppo di condomini che ci facevano convocare l'assemblea ogni 2 mesi per delibere inutili) ti consiglio di iniziare a pensare di cambiarlo................oltretutto la colonna montante solitamente è coperta dall'assicurazione globale fabbricati, voi non avete stipulato una polizza?

grazie per il tuo intervento.

 

No, non abbiamo (o quantomeno che io sappia) un assicurazione condominiale.

 

Penso di aver trovato una soluzione al problema. Ho rilevato dalla ripartizione approvata la volta scorsa che il calcolo dell'IVA è stato erroneamente fatto al 22% anziché al 10% come previsto in questi casi.

 

Per questa ragione solleverò il problema (tra l'altro il 12% di differenza si avvicina proprio alle mie 200 Euro) 😂

Dal punto di vista di fatturazione puoi anche aver ragione questi interventi solitamente sono con iva agevolata (LEGGE 248 DEL 4/8/2006)....

in ogni caso accertati che non vi sia l'assicurazione condominiale, puoi vedere la presenza della stessa nel consuntivo di spese......se così non fosse e realmente non foste provvisti d'assicurazione, ricorda all'assemblea che anziché convocare assemblee per motivi futili sarebbe opportuno mettere all'ordine del giorno la stipula di un contratto assicurativo.........

L' IVA agevolata al 10% si dovrebbe configurare in tutti i casi di ristrutturazione ordinaria e straordinaria e quindi dovrebbe essere così.

 

Per quanto riguarda l'assicurazione condominiale, come funziona ?!?

 

Venerdì prossimo ho la famosa assemblea, vedremo!

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×