Vai al contenuto
Mosquiton

Problema su avvio contabilizzazione

Salve,

vi scrivo per un vostro parere su una situazione delicata.

Condominio in cui è stata approvata la contabilizzazione del calore.

A giorni si dovrà accendere la caldaia, ma in alcuni appartamenti i contabilizzatori non sono stati installati (per rifiuto o irreperibilità).

Come ci si deve comportare?

Essendo il primo anno, si potrà ripartire le spese come in passato (millesimi) in attesa che tutti li montino o ci sono altre soluzioni?

Grazie per l'aiuto,

M.M.

🤔

visto che le sanzioni scattano dal 31/12/20126 per quest'anno potete anche ripartire le spese come in passato.

visto che le sanzioni scattano dal 31/12/20126 per quest'anno potete anche ripartire le spese come in passato.

Ti ringrazio... quindi, in tal caso, la regolazione dei rubinetti non conterebbe nulla!

 

Poiché chi ha installato i contabilizzatori e le valvole termostatiche vorrebbe usufruire della possibilità di regolarsi la temperatura a piacimento, mi chiedevo se c'è la possibilità di assegnare a chi non ha i contabilizzatori e le valvole termostatiche il massimo consumo, ovvero come se avessero i rubinetti sempre aperti.

 

E' possibile? E come si può fare?

🤔

A mio modesto parere il consumo va ripartito per consumo reale a chi ha già installato i contabilizzatori, e il rimanente consumo diviso per millesimi a chi ancora non li ha; non credo che qualcuno possa opporsi visto che esiste una delibera a favore dei contabilizzatori.

A mio modesto parere il consumo va ripartito per consumo reale a chi ha già installato i contabilizzatori, e il rimanente consumo diviso per millesimi a chi ancora non li ha; non credo che qualcuno possa opporsi visto che esiste una delibera a favore dei contabilizzatori.

Si, ma come si fa a valutare il rimanente consumo se le letture dei contabilizzatori sono adimensionali?

 

Se ho ben capito, date tutte le letture, si ripartisce il totale dei consumi... se mancano alcune letture come faccio a ripartire?

🤔

Il termotecnico dovrebbe averti dato il consumo della rete (involontario) in kwh e il fabbisogno energetico di ogni singolo appartamento sempre in kwh. In centrale devi avere il contatore che misura i kwh effettivamente erogati dalla centrale. Togli dal totale di centrale il consumo involontario e il fabbisogno energetico delle unità senza contabilizzatori e ottieni i kwh da ripartire tra chi ha i contabilizzatori. Fai due conti e ottieni la % di involontario, la % da ripartire tra chi non ha i contabilizzatori e la % da ripartire tra chi ha i contabilizzatori. % che ripartirai sui consumi di combustibile ed energia elettrica espressi in euro

La mia opinione.

Se tutti non sono predisposti alla contabilizzazione, si continui anche per quest'anno con i riparti millesimali. L'applicazione di un sistema misto millesimi-contabilizzato può indurre chi ancora non ha provveduto ad adeguarsi al sistema contabilizzato che tale condotta sia lecita ed ammissibile.

 

Dal prossimo anno, visto l'obbligo di legge imperativo, invece inaugurate il contabilizzato e se ancora ci sarà qualche furbetto che non si sarà adeguato gli applicherete gli addebiti massimi previsti.

Il termotecnico dovrebbe averti dato il consumo della rete (involontario) in kwh e il fabbisogno energetico di ogni singolo appartamento sempre in kwh. In centrale devi avere il contatore che misura i kwh effettivamente erogati dalla centrale. Togli dal totale di centrale il consumo involontario e il fabbisogno energetico delle unità senza contabilizzatori e ottieni i kwh da ripartire tra chi ha i contabilizzatori. Fai due conti e ottieni la % di involontario, la % da ripartire tra chi non ha i contabilizzatori e la % da ripartire tra chi ha i contabilizzatori. % che ripartirai sui consumi di combustibile ed energia elettrica espressi in euro

Interessante, ma questa soluzione dovrebbe adottarla la ditta che si occupa delle letture o sbaglio?

 

La mia opinione.

Se tutti non sono predisposti alla contabilizzazione, si continui anche per quest'anno con i riparti millesimali. L'applicazione di un sistema misto millesimi-contabilizzato può indurre chi ancora non ha provveduto ad adeguarsi al sistema contabilizzato che tale condotta sia lecita ed ammissibile.

 

Dal prossimo anno, visto l'obbligo di legge imperativo, invece inaugurate il contabilizzato e se ancora ci sarà qualche furbetto che non si sarà adeguato gli applicherete gli addebiti massimi previsti.

In effetti, è la soluzione più semplice, ma il rischio è che si sposti il problema di un anno!

Al momento attuale le sanzioni sull'adozione del sistema contabilizzato sono sospese: ne consegue che adesso l'addebito del consumo massimo a chi non ha ancora i contabilizzatori sia una misura border line, ovvero contestabile. A maggior ragione se i consumi involontari non sono già stati determinati e si parte con quota fissa e quota variabile.

So già che qualcuno interverrà ad evidenziare che non esistono più le quote fissa e variabile, ma siamo realisti... Tutti quanti stiamo attraversando una fase di transizione per l'attribuzione dei costi di riscaldamento per cui se ci caliamo nelle singole realtà possiamo imbatterci in qualunque scenario immaginabile fino alla fine dell'anno 2016, salvo proroghe...

 

Dubito invece che un amministratore possa assumersi la responsabilità di ripartire i costi del riscaldamento in parte col sistema contabilizzato ed in parte col sistema millesimale. Se va bene ci saranno dei condòmini che storceranno il naso, e se storcessero solo il naso ci sarebbe pure da brindare alla grande !

E se invece di strocere il naso si rivolgessero ad un giudice ?

E se invece di rivolgersi al giudice si rivolgessero all'idraulico per installare i contabilizzatori? Magari questi fanno apposta e il prox anno saremo ancora a questo punto. Io forzerei la mano.

Tanto più che c'è una delibera che approva la contabilizzazione del calore e sappiamo che l'amministratore deve attuare le delibere valide e quindi dal giudice potrebbero andare anche i condomini che hanno montato il contabilizzatore e forse con maggior ragione

E se invece di rivolgersi al giudice si rivolgessero all'idraulico per installare i contabilizzatori? Magari questi fanno apposta e il prox anno saremo ancora a questo punto. Io forzerei la mano.

Bisognerà vedere se si trova un modo 'inattaccabile' per fargli pagare il massimo possibile!

E se invece di rivolgersi al giudice si rivolgessero all'idraulico per installare i contabilizzatori?

Magari lo facessero !!!

Lo avrebbero già dovuto fare...

Finalmente si chiuderebbe il cerchio e tutti vivrebbero più felici e più contenti.

×