Vai al contenuto
giacomo 29

Prima assemblea condominio villette

Buona sera

devo prendere una decisione ma non so come comportarmi in maniera corretta.

Io abito in una via privata a fondo chiuso che inizia con tre ville bifamiliari sul lato dx e tre sul lato sx con infine una palazzina con ventiquattro appartamenti in affitto.

Noi delle villette siamo i proprietari delle villette e della strada e gli inquilini della palazzina hanno il diritto di passaggio.

Un gruppo di miei vicini proprietari hanno trovato un Ammi per gestire le parti comuni, premetto che la società costruttrice non ci ha fornito dei valori millesimali.

Arrivo al dunque sempre un mio vicino mi ha riferito che nella riunione che a me l'Ammi non ha informato è stato deciso un compenso di circa 60 euri a villetta più 100 di spese per corrente ma nulla so dei millesimi di noi proprietari e millesimi di tutti compresi gli affittuari o proprietari della palazzina.

E giusto che io paghi 160 euro senza sapere quanto dovranno pagare i proprietari della palazzina per l'usufrutto sia della strada (usura dell'asfalto, tubazioni fogna, motori, ecc.) e dell'illuminazione notturna della strada ed varie spese impreviste, un assicurazione? per esempio,

Grazie.

Buongiorno,

se lei non ha ricevuto un avviso di convocazione essendo un condomino titolato in quanto proprietario di una porzione del "condominio" allora esiste un vizio di convocazione.

Da come ha esposto i fatti, sembra che ci sia il presupposto della annullabilità (30 gg. da quando lei è venuto a conoscenza della assemblea e di cosa di è discusso/deliberato).Può quindi contattare l'amministratore e farsi mandare una copia del verbale dopo aver verificato che effettivamente qualcuno non abbia ritirato la convocazione in sua vece (a volte succede...)

Lei ha diritto a sapere quanto pagano tutti gli altri condomini. La divisione delle spese e il relativo criterio deve essere reso noto dall'amministratore (rendiconti, registro di contabilità, situazione patrimoniale, note esplicative....tutti strumenti resi obbligatori dalla nuova normativa condominiale)

Saluti

Ad integrazione di quanto correttamente da Davidebo tenga presente che i 30 gg. decorrono da quando lei ha ricevuto il verbale dell' assmeblea. Il ritiro dello stesso da parte di persona a lei sconosciuta e/o non autorizzata sarebbe illegale e non avrebbe valore (esempio consegna a mano ad altro condomino).

E' per questo che l' amministratore deve indirizzare esclusivamente all' indirizzo fornito.

 

Per quanto riguarda l' usufrutto (termine improprio) della strada và verificato il titolo. Potrebbe essre una serivutù di passaggio o una parte comune.

 

Intanto non è chiaro se siete un unico condominio, un supercondominio o come vi siete inquadrati.

 

La presenza di più edifici andrebbe ricondotta sotto la forma di Supercondominio con tutte le conseguenze del caso.

Grazie Dimaraz,

In realtà si sa poco, cioè quello che so e che la società che ha costruito le villette è ( x+z ) e quella che ha costruito la palazzina è ( x+k ) quelli della palazzina sono proprietari degli appartamenti ( n° 24 ) che sono quasi tutti affittati, gli inquilini cambiano ad un ritmo un anno, un anno e mezzo. ( x+k ) vogliono a tutti i costi il condominio anche per intestare allo stesso il contatore per illuminazione della strada e sorpresa per i proprietari delle villette bifamiliari il funzionamento dei motori che fanno funzionare la vasca della fossa biologica in caso di eccesso di liquami. Sempre per sentito dire la palazzina ha un amministratore che pare che sia ( x ) .In ogni modo io penso che sia giusto avere un Ammi che gestisca le parti comuni, non capisco come possa dire in anticipo quanto e chi paga se non ci sono delle giuste divisioni. La strada è di proprietà delle villette gli affittuari della palazzina hanno la possibilità di passare. Non so io non sono un amministratore, ma la divisione potrebbe essere fatta come le spese per l'uso di un ascensore in uno stabile per esempio chi abita in alto paga di più e nel nostro caso chi abita in fondo alla via privata paga di più ?? O no!.

Saluti.

Fondamentale stabilire le varie proprietà per stabilire chi cosa e come deve pagare.

L'amministratore della palazzina con 24 unità non ha titolo per amministrare anche le cose del Supercondominio salvo che voi non lo abbiate regolarmente votato.

 

Occhio che pure la "consuetudine" di considerarlo amministratore per le parti comuni potrebbe validarne la carica.

 

Le spese se la strada viene usata da tutti vanno sostenute proporzionalmente all' uso della stessa. Se si tratta di servitù ci sono dei distinguo su chi decide cosa.

Dimaraz, scusa ho appurato che si tratta di strada con servitù per il proprietario della palazzina con affittuari.

In questo caso sai dirmi come, il nostro Ammi dovrà comportarsi sulla gestione spese per la manutenzione delle stessa.

 

Grazie per la pazienza e Saluti.

×