Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Carlades

Presidente di assemblea rischi

Mi è capitato di dover fare il presidente ,nell'Assemblea (per la prima volta ) per la revoca e nuova nomina .premetto che l'amministratore ha raccolto le presenze e le deleghe di persona poi nominato presidente e segretario si e'aperta assemblea.su 569/1000risultato 487millesimi a sfiducia e quindi revocato (assemblea in seconda convocazione ) ; la nomina del nuovo con 500,71/1000 ..si chiude il verbale e ciao ciao..il nuovo amministratore manda richiesta di passaggio consegne ed il vecchio amministratore rifiuta inserendo una letterina di un signore" delegante" che contesta il voto a favore del nuovo per darlo a favore del vecchio..allora il nuovo fa procedere avvocato ...nel frattempo venuta in possesso dell originale del verbale e relativi fogli presenze mi accorgo che un foglio delle presenze porta data di una vecchia convocazione( andata vuota).la mia domanda e'questa:puo'l'amministratore o un condomino impugnare la delibera assembleare per questo ( io sto chiedendo conferma ai vari condomini deleganti e presenti la veridicita'della presenza) e io come presidente come mi devo comportare? Grazie fin da ora per i consigli ( premetto che sono anche in possesso del vrrbale e dei fogli di presenza dell assemblea riportata sul foglio inserito apposta dall 'amministratore per farmi causa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi è capitato di dover fare il presidente ,nell'Assemblea (per la prima volta ) per la revoca e nuova nomina .premetto che l'amministratore ha raccolto le presenze e le deleghe di persona poi nominato presidente e segretario si e'aperta assemblea.su 569/1000risultato 487millesimi a sfiducia e quindi revocato (assemblea in seconda convocazione ) ; la nomina del nuovo con 500,71/1000 ..si chiude il verbale e ciao ciao..il nuovo amministratore manda richiesta di passaggio consegne ed il vecchio amministratore rifiuta inserendo una letterina di un signore" delegante" che contesta il voto a favore del nuovo per darlo a favore del vecchio..allora il nuovo fa procedere avvocato ...nel frattempo venuta in possesso dell originale del verbale e relativi fogli presenze mi accorgo che un foglio delle presenze porta data di una vecchia convocazione( andata vuota).la mia domanda e'questa:puo'l'amministratore o un condomino impugnare la delibera assembleare per questo ( io sto chiedendo conferma ai vari condomini deleganti e presenti la veridicita'della presenza) e io come presidente come mi devo comportare? Grazie fin da ora per i consigli ( premetto che sono anche in possesso del vrrbale e dei fogli di presenza dell assemblea riportata sul foglio inserito apposta dall 'amministratore per farmi causa.

487/1000 a sfiducia in verità non revocherebbero....................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
487/1000 a sfiducia in verità non revocherebbero....................
L'avevo notato anche io, e mi è sembrato strano, senza revoca hanno poi nominato il nuovo con 500,71/1000 ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'ex amministratore era in prorogato.
Ok, allora non aveva senso votare per la revoca, comunque l'amministratore se non è condomino, ovvero è un amministratore esterno, non può impugnare la delibera se irregolare, ma può essere impugnata da un condomino.

Tutto sta a vedere cosa è stato scritto sul verbale e tu come Presidente dovresti ben sapere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sul verbale è scritto che enti tot giorni doveva consegnate documentazione al nuovo.ma la mia domanda era visto che ha fatto firmare le presenze lui stesso su un foglio che riporta la data di una vecchia assemblea io come mi devo comportare davanti ad un eventuale tentativo di ricorso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'ex amministratore era in prorogato.

Da quando lo era...e con che quorum di votazione precedente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Racconti quello che hai raccontato qui: solo in un momento successivo alla chiusura dell'assemblea ti sei accorto che le firme dei presenti all'assemblea sono state raccolte su di un modulo con intestazione errata.

 

Comunque l'amministratore con 487/1000 non è stato revocato; la votazione effettuata è logica ed ha senso, per quanto l'amministratore fosse già in prorogatio: la revoca era in OdG.

la revoca era anche il passaggio necessario per procedere alla nomina di un altro amministratore.

Purtroppo, non essendo stato revocato quello in prorogatio, non si poteva procedere alla nomina del suo successore.

Infine le votazioni assembleari non si possono modificare ad assemblea e verbali chiusi, ovvero il cambio di voto ex-post di quel singolo condòmino non ha alcuna valenza ed influenza sul verbale di quell'assemblea.

Resta sempre il fatto che il vostro attuale amministratore sia sempre quello in prorogatio, se non è mai stato sfiduciato da almeno 500 millesimi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Perché ' non si poteva procedere alla nomina di un nuovo amministratore anche se il precedente non e' stato revocato ? Cosa vieterebbe cio' ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La norma ha la finalità di assicurare che la gestione dei beni e dei servizi - che deve soddisfare gli interessi comuni - riscuota la costante fiducia dei condomini: pertanto, l'assemblea - nell'esercizio delle sue prerogative - ben può procedere alla nomina del nuovo amministratore senza avere preventivamente revocato l'amministratore uscente" (Cass. 18 aprile 2014 n. 9082).

In buona sostanza la revoca tacita non lede la continuità di gestione del condominio posto che il nuovo mandatario sostituisce il predecessore senza lasciare "vuoti di gestione".

Fonte /nomina-nuovo-amministratore-senza-revocare-lattuale.2215#ixzz4T4TxHBbqhttps://www.condominioweb.com/nomina-nuovo-amministratore-senza-revocare-lattuale.2215#ixzz4T4TxHBbq

http://www.condominioweb.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'ex amministratore era in prorogato.

---------------------------------------------

D'accordo.A questo punto si aspetta la nomina di un nuovo amministratore e basta.

Facciamo il passo successivo.

Allora è interessante sapere cosa era scritto all'O.d.G. ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'ex amministratore era in prorogato.

---------------------------------------------

D'accordo.A questo punto si aspetta la nomina di un nuovo amministratore e basta.

Facciamo il passo successivo.

Allora è interessante sapere cosa era scritto all'O.d.G. ?

Si sarebbe interessante sapere cosa era previsto all'OdG, ma non è determinate, perchè alle volte l'assemblea decide di non votare alcuni punti previsti dall'OdG, oppure come in questo caso pare che, ha votato per la revoca e non è avvenuta, però subito dopo hanno votato per la nomina di un nuovo amministratore con una maggioranza sufficiente per mlm (non viene dato a sapere se anche per teste, ma tutto fa supporre che lo sia), e visto che non è possibile avere due amministratori, quello che era in carica dovrebbe essere automaticamente revocato.

 

Ma il problema non è tanto questo ma l'eventuale impugnazione della delibera dell'amministratore revocato, che (a quanto pare) non ha il titolo per impugnare non essendo condomino, e poi per quali motivi impugnare anche da parte di un condomino dissenziente, astenuto od assente? Per un foglio delle presenze che porta la data di una vecchia convocazione (andata vuota)? Ma secondo me è un errore veniale (o fatto apposta dall'amministratore?) Oppure perchè l'argomento nomina non era all'OdG? Tutto potrebbe essere, ma a questo punto sarà il Giudice a decidere se ci sarà impugnazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Appunto; delle 3 ipotesi (NOMINA - revoca e conferma).Sola una resta in piedi,cioè nomina.

All'O.d.G.,doveva esserci solo la nomina di un nuovo amministratore.

Perciò quel 487 mlm.,NON conta nulla per la sfiducia (era già fuori in prorogatio).

Per la nomina del nuovo,si è superato i 500 mlm. (rimane il dubbio delle teste se è maggioritario o meno),pertanto ritengo che sia tutto regolare.

Se questo iter è stato rispettato.Accertato che tutto questo discorso sia giusto,non vedo il motivo capriccioso dell'amministratore uscente.

Pertanto deve consegnare tutta la documentazione al nuovo,non può iniziare le sue funzioni se non ha niente in mano.Se non consegna verrà denunciato per appropriazione indebita.

Nel frattempo,tu come condomino e presidente,vai dal revocato e sbircia tutto quello che hai fatto scrivere al segretario sul registro e verifica deleghe e quant'altro che è avvenuto quella sera in assemblea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Appunto; delle 3 ipotesi (NOMINA - revoca e conferma).Sola una resta in piedi,cioè nomina.

All'O.d.G.,doveva esserci solo la nomina di un nuovo amministratore.

Perciò quel 487 mlm.,NON conta nulla per la sfiducia (era già fuori in prorogatio).

Per la nomina del nuovo,si è superato i 500 mlm. (rimane il dubbio delle teste se è maggioritario o meno),pertanto ritengo che sia tutto regolare.

Se questo iter è stato rispettato.Accertato che tutto questo discorso sia giusto,non vedo il motivo capriccioso dell'amministratore uscente.

Pertanto deve consegnare tutta la documentazione al nuovo,non può iniziare le sue funzioni se non ha niente in mano.Se non consegna verrà denunciato per appropriazione indebita.

Nel frattempo,tu come condomino e presidente,vai dal revocato e sbircia tutto quello che hai fatto scrivere al segretario sul registro e verifica deleghe e quant'altro che è avvenuto quella sera in assemblea

Infatti sono d'accordo con questa tesi, la nomina c'è stata (manca la conferma delle teste), per cui se qualcuno ha da dire qualche cosa, oppure c'è qualche irregolarità (anche p.es. per le teste) potrà impugnare.

 

E sono d'accordo con Peppe il quale aveva detto;

 

- Perché ' non si poteva procedere alla nomina di un nuovo amministratore anche se il precedente non e' stato revocato ? Cosa vieterebbe cio' ?

Nulla lo vieta, e questo è stato fatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Carlades - Presidente di assemblea rischi.

---------------------------------------------------

Quando una persona intende proporsi come presidente,un minimo di infarinatura ci vuole.

Abbiamo la fortuna dei computer,basta fare una ricerca anche a questo forum.Ti viene fuori di tutto.Come comportarsi,limiti,responsabilità,ecc. Inoltre soprattutto verbalizzare il tutto,a volte anche le banalità e la superficialità possono diventare enormi malintesi e problemi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Condivido quanto disquisito da Giglio e Tullio, ma quello che mi lascia perplesso è che nella stessa sede prima abbiano votato per revocare l'amministratore con esito negativo, poi subito dopo abbiano votato e proceduto alla nomina di un altro amministratore.

 

I convenuti già sapevano della probabile nuova nomina; meglio avrebbero fatto a rifiutare votazione e verifica numerica sull'amministratore in prorogatio.

E a mio avviso questa doppia ed inutile votazione presumibilmente avvenuta nel volgere di pochi minuti presta bene il fianco ad una ipotesi di impugnativa. Il verbale assembleare attesta che solo una minoranza condominiale era favorevole alla revoca dell'amministratore in prorogatio, ovvero a rigor di logica non si rendeva necessario procedere alla votazione successiva che ha nominato un altro amministratore: l'amministratore il condominio l'aveva già e l'assemblea si era appena rifiutata di sfiduciarlo.

... tanto lavoro per il giudice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×