Vai al contenuto
stellina

Presidente dell'assemblea Condominiale

Buongiorno a tutti Voi.

Il presidente nominato dall'Assemblea deve controllare che le decisione siano prese con le maggioranze richieste dalla legge o spetta all'amministratore questo compito?

Grazie per le risposte.

Buongiorno a tutti Voi.

Il presidente nominato dall'Assemblea deve controllare che le decisione siano prese con le maggioranze richieste dalla legge o spetta all'amministratore questo compito?

Grazie per le risposte.

Il compito e la responsabilità sono del Presidente.

 

Non sempre i Presidenti (condòmini) hanno la preparazione per poter verificare le maggioranze legali necessarie per cui se l'amministratore è presente all'assemblea (nelle straordinarie non è obbligatorio) metterà a disposizione la sua professionalità per INDICARE le maggioranze legali necessarie.

Ciò non impedirà all'assemblea, se vuole, di poter deliberare con maggioranze inferiori a quelle legali.

A volte è necessario deliberare con maggioranze inferiori a causa di assenteismo.

La delibera con maggioranze inferiori a quelle legali è comunque valida ma annullabile entro 30 giorni dalla data dell'assemblea dai presenti contrari ed entro 30 giorni dal ricevimento del verbale dagli assenti.

Trascorsi i termini di annullabilità non ci potrà più essere nessun appiglio ameno che la delibera non sia viziata da NULLITA' assoluta.

... se l'amministratore è presente all'assemblea (nelle straordinarie non è obbligatorio).
L'amministratore non è mai obbligatorio sia presente, sia nelle assemblee ordinarie che straordinarie, la sua assenza non fa rendere nullo o annullabile il deliberato.

Grazie, ma mi viene in mente una domanda: l'amministratore può mandare un altro soggetto al suo posto in assemblea?

Potrebbe mandare un collaboratore per spiegare il resoconto e portare le documentazioni, oppure se si tratta di una società di amministratori, un altro facente parte dello studio.

×