Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
lucolan

Presidente assemblea senza delega

Nell'ultima assemblea è stato nominato Presidente un condomino che non aveva la delega della moglie (proprietaria dell'appartamento). In questo caso la delibera è nulla o annullabile?

 

Nella stessa assemblea sono stati approvati alcuni lavori straordinari, ma non sono stati indicati il compenso extra chiesto dall'amministratore e nemmeno le modalità di pagamento delle quote straordinarie per i suddetti lavori. Qualche giorno dopo l'amministratore ha detto che avrebbe chiesto tutta la somma in un'unica soluzione "perché così dice la legge" (?).

 

Visto che non è stato specificato nella delibera, posso rifiutarmi di pagare tutto l'importo e/o pagarlo a rate (ad esempio, acconto all'inizio dei lavori e saldo alla fine)?

 

Grazie anticipatamente per la risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nell'ultima assemblea è stato nominato Presidente un condomino che non aveva la delega della moglie (proprietaria dell'appartamento). In questo caso la delibera è nulla o annullabile?

 

Nella stessa assemblea sono stati approvati alcuni lavori straordinari, ma non sono stati indicati il compenso extra chiesto dall'amministratore e nemmeno le modalità di pagamento delle quote straordinarie per i suddetti lavori. Qualche giorno dopo l'amministratore ha detto che avrebbe chiesto tutta la somma in un'unica soluzione "perché così dice la legge" (?).

 

Visto che non è stato specificato nella delibera, posso rifiutarmi di pagare tutto l'importo e/o pagarlo a rate (ad esempio, acconto all'inizio dei lavori e saldo alla fine)?

 

Grazie anticipatamente per la risposta.

Se l'assemblea ha accettato la nomina come presidente d'assembla di questa persona anche senza sia delegata, non c'è nessuna irregolarità.

 

Sulla delibera per i lavori, a me sembra che non è completa, in quanto mancante delle modalità di pagamento ne compenso per l'amministratore, ovvero è impugnabile --> cc art 1137, ma devi agire e non puoi di tua iniziativa esimerti dal pagamento, essendo una delibera annullabile, come detto su ricorso, iniziando dalla mediazione con l'assistenza di un legale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nell'ultima assemblea è stato nominato Presidente un condomino che non aveva la delega della moglie (proprietaria dell'appartamento). In questo caso la delibera è nulla o annullabile?

 

Nella stessa assemblea sono stati approvati alcuni lavori straordinari, ma non sono stati indicati il compenso extra chiesto dall'amministratore e nemmeno le modalità di pagamento delle quote straordinarie per i suddetti lavori. Qualche giorno dopo l'amministratore ha detto che avrebbe chiesto tutta la somma in un'unica soluzione "perché così dice la legge" (?).

 

Visto che non è stato specificato nella delibera, posso rifiutarmi di pagare tutto l'importo e/o pagarlo a rate (ad esempio, acconto all'inizio dei lavori e saldo alla fine)?

 

Grazie anticipatamente per la risposta.

la legge non dice che bisogna pagare in unica soluzione.

la legge dice che prima di iniziare i lavori devono essere stati raccolti tutti i soldini deliberati: è c'è una bella differenza ...

in che modi e tempi raccogliere questi soldini lo decide l'assemblea e non l'amministratore.

 

quindi se ciò non è scritto, dovere far convocare un'altra assemblea per decidere come e in che tempi racimolare la cifra deliberata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nell'ultima assemblea è stato nominato Presidente un condomino che non aveva la delega della moglie (proprietaria dell'appartamento). In questo caso la delibera è nulla o annullabile?

 

Nella stessa assemblea sono stati approvati alcuni lavori straordinari, ma non sono stati indicati il compenso extra chiesto dall'amministratore e nemmeno le modalità di pagamento delle quote straordinarie per i suddetti lavori. Qualche giorno dopo l'amministratore ha detto che avrebbe chiesto tutta la somma in un'unica soluzione "perché così dice la legge" (?).

 

Visto che non è stato specificato nella delibera, posso rifiutarmi di pagare tutto l'importo e/o pagarlo a rate (ad esempio, acconto all'inizio dei lavori e saldo alla fine)?

 

Grazie anticipatamente per la risposta.

Se e' un condomino non vedo nessun problema nella sua nomina , altro discorso se non e' un condomino .

Pero' ho il sospetto che non sia un condomino .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Pero' ho il sospetto che non sia un condomino .

stando alla prima frase di lucolan anche a me sembra che il tuo sospetto sia fondato ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nessun esterno può partecipare ad una assemblea condominiale a meno che non sia dotato di delega o tutti i presenti siano d’accordo nel farlo partecipare (data la delicatezza che potrebbero avere alcuni argomenti trattati). Che sia nominato presidente, dal momento che si tratta di una figura che non è normata dalla legge, nulla osta che sia un esterno (a volte lo fa ... ma è sconsigliabile ... l’amministratore).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il Presidente nominato dall'assemblea abita nel condominio, insieme alla moglie, intestataria dell'appartamento, dalla quale avrebbe dovuto ricevere la delega.

 

Per quanto riguarda i lavori straordinari, l'amministratore ha detto che vuole raccogliere tutta la somma, ma non è stato specificato nulla nella delibera. Qual è la legge che lo permette? Nel contratto stipulato con la ditta dovrebbero essere scritte le modalità di pagamento, ma nonostante la mia richiesta non mi ha dato una copia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il Presidente nominato dall'assemblea abita nel condominio, insieme alla moglie, intestataria dell'appartamento, dalla quale avrebbe dovuto ricevere la delega.

 

Per quanto riguarda i lavori straordinari, l'amministratore ha detto che vuole raccogliere tutta la somma, ma non è stato specificato nulla nella delibera. Qual è la legge che lo permette? Nel contratto stipulato con la ditta dovrebbero essere scritte le modalità di pagamento, ma nonostante la mia richiesta non mi ha dato una copia.

Nessun problema per la nomina del Presidente d'assemblea anche se era sprovvisto della delega delle moglie, ma era sufficiente un solo contrario alla sua presenza e doveva uscire dall'aula, però i condomini l'hanno scelto e nominato come Presidente, perciò non era più un estraneo.

 

Per la raccolta di tutta la cifra occorrente prima di dare via ai lavori straordinari da effettuare è previsto dall'art 1135 cc;

 

Oltre quanto è stabilito dagli articoli precedenti, l'assemblea dei condomini provvede:

4) alle opere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo speciale di importo pari all'ammontare dei lavori

Però lo stesso articolo prevede un pagamento rateale se la ditta esecutrice è d'accordo ...

.... se i lavori devono essere eseguiti in base a un contratto che ne prevede il pagamento graduale in funzione del loro progressivo stato di avanzamento, il fondo può essere costituito in relazione ai singoli pagamenti dovuti;

Comunque l'amministratore avrebbe dovuto far visionare il preventivo a tutti i condomini prima della votazione e prima della stipula del contratto vero e proprio, altrimenti cosa avete approvato? Un contratto a scatola chiusa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Comunque l'amministratore avrebbe dovuto far visionare il preventivo a tutti i condomini prima della votazione e prima della stipula del contratto vero e proprio, altrimenti cosa avete approvato? Un contratto a scatola chiusa?

Grazie per la risposta. I condomini hanno approvato in assemblea il preventivo in cui è riportato il tipo di lavoro e la spesa totale. Il contratto, in cui dovrebbero essere indicate le modalità di pagamento, è stato sottoscritto dall'amministratore con la ditta nei giorni successivi. Cosa c'è scritto non lo sa nessuno (forse solo il consiglio dei condomini).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie per la risposta. I condomini hanno approvato in assemblea il preventivo in cui è riportato il tipo di lavoro e la spesa totale. Il contratto, in cui dovrebbero essere indicate le modalità di pagamento, è stato sottoscritto dall'amministratore con la ditta nei giorni successivi. Cosa c'è scritto non lo sa nessuno (forse solo il consiglio dei condomini).
Per dire la verità è l'assemblea che deve decidere la modalità di pagamento prima della stipula, normalmente questi sono accordi che devono essere chiariti con la ditta prescelta prima della firma del contratto, ovvero l'amministratore deve fare ciò che l'assemblea delibera;

cc art. 1135

Oltre quanto è stabilito dagli articoli precedenti, l'assemblea dei condomini provvede:

2) all'approvazione del preventivo delle spese occorrenti durante l'anno e alla relativa ripartizione tra i condomini

Ovvero si pagherà in una unica soluzione? Oppure in maniera rateale? E se rateale, quante saranno le rate e che scadenza avranno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie per la risposta. I condomini hanno approvato in assemblea il preventivo in cui è riportato il tipo di lavoro e la spesa totale. Il contratto, in cui dovrebbero essere indicate le modalità di pagamento, è stato sottoscritto dall'amministratore con la ditta nei giorni successivi. Cosa c'è scritto non lo sa nessuno (forse solo il consiglio dei condomini).

ma in assemblea è stato deciso come (a rate, in unica soluzione, entro il mese x, ...) versare questo importo totale nelle casse del condominio da parte dei condòmini ?

 

sono due cose distinte: il versamento dei condomini per raggiungere la cifra e le modalità di pagamento all'impresa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La delibera riporta unicamente la spesa totale. Non è indicato come verranno raccolti i soldi né come verranno effettuati i pagamenti. L'amministratore ha detto (a voce) che farà uno "specchietto" con le cifre da raccogliere in un'unica soluzione, ma la modalità di pagamento alla ditta rimane un mistero (forse è scritto nel contratto).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La delibera riporta unicamente la spesa totale. Non è indicato come verranno raccolti i soldi né come verranno effettuati i pagamenti. L'amministratore ha detto (a voce) che farà uno "specchietto" con le cifre da raccogliere in un'unica soluzione, ma la modalità di pagamento alla ditta rimane un mistero (forse è scritto nel contratto).

ricordatevi che se non è stata decisa in assemblea la modalità e tempistica dei versamenti sul conto condominiale da parte dei condòmini, può esserci qualcuno che non darà seguito alle indicazioni dello "!specchietto" predisposto dall'amministratore e questi non avrà neanche la possibilità di far emettere decreto ingiuntivo per la riscossione forzosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La delibera riporta unicamente la spesa totale. Non è indicato come verranno raccolti i soldi né come verranno effettuati i pagamenti. L'amministratore ha detto (a voce) che farà uno "specchietto" con le cifre da raccogliere in un'unica soluzione, ma la modalità di pagamento alla ditta rimane un mistero (forse è scritto nel contratto).
Sarebbe meglio per tutti che l'amministratore convochi un'assemblea e si decida con delibera regolare lo "specchietto" proposto dall'amministratore, in mancanza le conseguenze potrebbero essere quelle dette la Paul_Cayard

Io fossi in te chiederei un'appuntamento con l'amministratore ed in quella sede chiederei la visione del contratto (ne hai diritto) e poi suggerirei all'amministratore l'assemblea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sarebbe meglio per tutti che l'amministratore convochi un'assemblea e si decida con delibera regolare lo "specchietto" proposto dall'amministratore, in mancanza le conseguenze potrebbero essere quelle dette la Paul_Cayard

Io fossi in te chiederei un'appuntamento con l'amministratore ed in quella sede chiederei la visione del contratto (ne hai diritto) e poi suggerirei all'amministratore l'assemblea

Ho chiesto di visionare il contratto, ma lui ha detto di no. Quindi, in mancanza di indicazioni chiare sulle modalità di versamento sul conto condominiale e pagamento alla ditta, i condomini potrebbero anche non pagare oppure pagare con rate a loro scelta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ho chiesto di visionare il contratto, ma lui ha detto di no. Quindi, in mancanza di indicazioni chiare sulle modalità di versamento sul conto condominiale e pagamento alla ditta, i condomini potrebbero anche non pagare oppure pagare con rate a loro scelta.
L'amministratore non è il proprietario del condominio e non può dire di no non vi mostro il contratto, è passibile di revoca assembleare per giusta causa, oppure da parte del Giudice su ricorso di ciascun condomino.

I condomini potranno non pagare o pagare a capocchiam quando e come vorranno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×