Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
giani ges

Prescrizione TARSU

Buona giornata a tutti, ma la TARSU, inerente il 2005 e notificata da EQUITALIA nel settembre 2006, quando cade in prescrizione?.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buona giornata a tutti, ma la TARSU, inerente il 2005 e notificata da EQUITALIA nel settembre 2006, quando cade in prescrizione?.

Grazie.

la cosa è complessa (ovviamente).

notifica da parte dell'ente, entro 31/12 del 5° anno successivo all'accertamento.

60 giorni per pagare.

notifica iscrizione a ruolo della cartella esattoriale entro 31/12 del 3° anno successivo alla data di mancato pagamento , ...

 

http://www.leggioggi.it/2016/01/08/equitalia-quando-cartella-esattoriale-in-prescrizione/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La notifica, mi dicono, è stata fatta nel settembre 2006, - ma il mio conoscente non si ricorda -, poi nulla. se non quata del 24/03/16, " da pagare entro 5 giorni ".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

gli avvisi di accertamento si prescrivono in 5 anni

 

Equitalia però invia le cartelle di pagamento, e sostiene che gli avvisi non contestati diventando definitivi sono come le sentenze e pertanto avrebbero la prescrizione decennale..

La giurisprudenza tributaria tentenna, ma un NO a quessta (folle) interpretazione non l'ha ancora data.

Ecco perchè la Tarsu è del 2005, la cartella equitalia del 2006..e arriva adesso entro i 10 anni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ho risentito il mio conoscente e non si ricorda ne ha documenti in merito.

Eventualmente a chi richiedere la prescrizione: al Comune o Equitalia ?.

Domani farà richiesta di accesso agl'atti, sia al Comune che Equitalia.

gli avvisi di accertamento si prescrivono in 5 anni

 

Equitalia però invia le cartelle di pagamento, e sostiene che gli avvisi non contestati diventando definitivi sono come le sentenze e pertanto avrebbero la prescrizione decennale..

La giurisprudenza tributaria tentenna, ma un NO a quessta (folle) interpretazione non l'ha ancora data.

Ecco perchè la Tarsu è del 2005, la cartella equitalia del 2006..e arriva adesso entro i 10 anni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

non è che la prescrizione si "richiede"

 

Si deve con un legale impugnare il provvedimento di equitalia. Il legale nel ricorso in commissione tributaria eccepirà la prescrizione

 

Attenzione a non far trascorre i termini per impugnare !!!! o non potrete piu' farci niente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Siamo andati all'ufficio tributi del Comune ed a Loro risuterebbe una cartella notificata nel 2006.

Abbiamo fatto notare che la Cassazione, con varie sentenze, indica che la TARSU rientra nell'ambito dell'applicazione dell'articolo 2948 del C.C.,.

Il Responsbile ci dice che EQUITALIA indica che la prescrizione decennale.

Rimaniamo d'accordo nella richiesta di autotutela.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

fatti seguire da un professionista, è meglio

come ti scrivevo sopra è questo il punto: per Equitalia l'accertamento non impugnato ha la stessa validità di una sentenza definitiva e pertanto si prescrive in 10 anni

Ma le Sezioni unite della cassazione su sta cosa non si sono mica ancora espresse...e speriamo lo facciano dando torto a una interpretazione bislacca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Rimaniamo d'accordo nella richiesta di autotutela.

Occhio!!!

La richiesta in autotutela, non tutela il tuo conoscente ma solo quel Comune...

Non lasciate trascorre i termini per impugnare, come saggiamente indicato da SisterOfNight.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La somma richiesta è di 140€.

Il figlio vuol pagare ma il padre, settantaquatrenne non vuole, dice che non è giusto.

A noi risulta che la Cassazione con sentenza 4283/2010 e Cass. 24679/2011 - 11497/2013 e 20213/2015, con i vari distinguo, indicano la prescrizione in cinque anni.

Occhio!!!

La richiesta in autotutela, non tutela il tuo conoscente ma solo quel Comune...

Non lasciate trascorre i termini per impugnare, come saggiamente indicato da SisterOfNight.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sono concorde col figlio: pagherei e ci metterei una pietra sopra.

Impugnare costa sicuramente di più; non assecondare le richieste farà solo lievitare ulteriormente il costo originario.

Infine l'autotutela non blocca i termini e non assicura che la risposta attesa sarà data entro il termine di impugnativa.

 

A completamento, a decorrere dall' 1 gennaio u.s. è diventato ancor più complesso il procedimento per impugnare.

Vedi qui (tralascia che il link sia del Comune di Verona... la procedura da rispettare in qualunque comune è comunque quella qui ben descritta):

http://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=3745

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per il momento " usiamo " l'aututela il Comune è piccolo e costa niente.

Il Legale, mia sorella, ci indica di richiedere l'accesso agli atti ad EQUITALIA per eventuali comunicazioni interruttive della prescrizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

""La somma richiesta è di 140€."" ??

Tra interessi e sanzioni il debito originario di quanto era??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi sembra 84/88€.

""La somma richiesta è di 140€."" ??

Tra interessi e sanzioni il debito originario di quanto era??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Per il momento " usiamo " l'aututela il Comune è piccolo e costa niente.

Il Legale, mia sorella, ci indica di richiedere l'accesso agli atti ad EQUITALIA per eventuali comunicazioni interruttive della prescrizione.

e quindi il legale lo hai

 

perchè esiste questa innata dis-fiducia nei propri legali?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mia sorella lavora in uno studio associato e ci ha consigliato l'autotutela.

Non è la " dis-fiducia " che manca ma il contante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

disfucia nei confronti di tua sorella, intendevo. Hai un avvocato che ben conoscendo la situazione il parere te lo ha dato..ma chiedi ad altri. E' mancanza di fiducia verso tua sorella

 

poi sai..il contante.. vedo gente che i soldi per divertirsi li ha, ma poi l'avvocato non lo vuole pagare.. spesso i pareri in studio sono pure gratis, o davvero a prezzi accessibili a chiunque.

E se così non fosse, se davvero c'è carenza di denaro, esiste il gratuito patrocinio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non rientra nel gratuito patrocinio.

Ha fiducia nei consigli di mia sorella.

Mia sorella lavora in uno studio associato: deve rendere conto a terzi.

I pareri a questo punto non c'entrano in quanto l'interpretazione della Cassazione è chiara.

Le posso garantire che il settantaquatrenne non è alla fame ma nemmeno va a sciare a Livigno a Pasqua.

E' il problema di una persona anziana che si sente truffato, faremo in modo, dopo l'autotutela,

che si pagherà ma ciò non vuol dire che tutti gl'avvocati abbiano a cuore le cause dei propri assistiti: dopo ventotto anni di frequentazione del tribunale ne ho viste peggio di Bertoldo.

Chiediamo ad altri per verificare altre situazioni similari.

 

Spero che non mi indichi che le sentenze non " fanno " Legge.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

il ricorso tributario si puo' fare anche con gratuito patrocinio

 

Il riferimento ai soldi per divertirsi e non per il legale era generico non rivolto alla situazione in concreto di cui non so

 

Io avessi un fratello che chiede a me e poi va da altri, non so ma lo vedrei come una sfiducia nel mio consiglio di avvocato e sorella. Tutto qua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Le ho gia spiegato che non rientra nel gratuito patrocinio.

Non sono Io l'interessato, anzi ringrazio mia sorella che ci consiglia gratuitamente, ma un conoscente, che " purtroppo " crede ancora alla parola ed al buonsenso.

Non saprei come qualificare una persona che chiede ad un legale per una causa di 140 €, perchè se il parere è gratuito, non sò la causa, quindi obtorto collo..,.

Ma non era Lei che diceva che non vi erano sentenze in merito?.

AMEN.

il ricorso tributario si puo' fare anche con gratuito patrocinio

 

Il riferimento ai soldi per divertirsi e non per il legale era generico non rivolto alla situazione in concreto di cui non so

 

Io avessi un fratello che chiede a me e poi va da altri, non so ma lo vedrei come una sfiducia nel mio consiglio di avvocato e sorella. Tutto qua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×