Vai al contenuto
erreti

Prescrizione ente notificato, spesa a carico dell'usufruttuario o del proprietario

L'ente notificato ha verbalizzato un adeguamento sulla sicurezza dell'impianto ascensore (di piccola entità, si deve sostituire la bottoniera di manutenzione con quella omologata). Chi è tenuto a pagare, il proprietario o l'usufruttuario? E inoltre in presenza di inquilini, la natura di queste spese, li esclude dal parteciparvi?

Adeguamento sicurezza ascensore con tabella proprietari. Essendo manutenzione straordinaria, è a carico del nudo proprietario. L'inquilino non è coinvolto nella spesa.

Quindi l'usufruttuario viene escluso e si applica la tabella di proprietà piuttosto che quella ascensore, nonostante la riforma ha messo in evidenza che le manutenzioni sull'impianto ascensore seguono il criterio di riparto previsto dall'art. 1124?

giovanni le parole ordinario e straordinario cambiano a seconda di cosa parliamo

es cambio caldaia

linguaggio comune straord

in ambito edilizio, manut ordinaria

nella locazione straordinaria a carico locatore

nell'usufrutto ordinaria a carico usufruttuario

...

 

sentenze che ci dicano esattamente cos'è ordinario e straordinario fra nudo proprietario e usufruttuario ce ne sono poche

 

erreti se sei l'amministratore ricordati che in base al nuovo codice sono solidarmente responsabili, quindi convocali entrambi e spera che il loro voto non sia determinante per l'approvazione del lavoro

 

chiedi all'ente se si tratta di intervento dovuto ad usura quindi a carico usufruttuario o al cambio di normative, è ovvio che ora la devi mettere omologata, ma va cambiata perchè non omologata o và messa omologata perchè usurata ? nel primo caso la spesa dovrebbe essere secondo me, del nudo proprietario, nel secondo dell'usufruttuario e si tratta sicuramente del secondo caso

 

il riparto con il nuovo codice è sempre e comunque in base al 1124, non dobbiamo più scervellarci se prevale questo o quell'aspetto, tutte le spese ascensore, esclusa forse l'installazione dove non c'è, vanno sempre e solo in base al 1124

 

Art. 1004 Spese a carico dell'usufruttuario

Le spese e, in genere, gli oneri relativi alla custodia, amministrazione e manutenzione ordinaria della cosa sono a carico dell'usufruttuario.

Sono pure a suo carico le riparazioni straordinarie rese necessarie dall'inadempimento degli obblighi di ordinaria manutenzione.

 

Art. 1005 Riparazioni straordinarie

Le riparazioni straordinarie sono a carico del proprietario.

Riparazioni straordinarie sono quelle necessarie ad assicurare la stabilità dei muri maestri e delle volte, la sostituzione delle travi, il rinnovamento, per intero o per una parte notevole, dei tetti, solai, scale, argini, acquedotti, muri di sostegno o di cinta.

L'usufruttuario deve corrispondere al proprietario, durante l'usufrutto, l'interesse (1284) delle somme spese per le riparazioni straordinarie.

 

Trib. civ. Roma, sez. V, 4 novembre 2004, n. 29809

Ai fini della ripartizione delle spese condominiali tra nudo proprietario e usufruttuario, occorre riferirsi al criterio della natura delle opere da realizzare. L'usufruttuario, avendo l'uso e il godimento della cosa, sarà responsabile per tutto ciò che attiene alla conservazione e al godimento della cosa stessa sotto il profilo materiale e della sua attitudine produttiva. Mentre saranno riservate al nudo proprietario le opere che incidono sulla struttura, la sostanza e la destinazione della cosa. Pertanto, spese come quelle di rifacimento della caldaia, di assicurazione del fabbricato, di manutenzione del tetto, non assumono quel carattere di straordinarietà come sopra delineato, ma piuttosto vanno fatte rientrare nell'alveo delle spese relative all'amministrazione e alla conservazione del bene in quanto idonee a preservarne l'attitudine produttiva, con conseguente attribuibilità dei relativi oneri all'usufruttuario.

×