Vai al contenuto
carati

Prescrizione crediti

Buongiorno a tutti.

Nel 2011 in un condominio furono deliberati lavori di ristrutturazione terminati l'anno successivo.Un condomino risulta ancora debitore per circa € 2000,00. L'evidenza è stata correttamente riportata nella situazione contabile dei rendiconti annuali regolarmente approvati.

La circostanza particolare è che il contratto d'appalto prevedeva la parziarietà del debito tra i condomini e che la ditta non ha mai reclamato il saldo ( alcune fatture emesse nel 2012 risultano impagate per lo stesso importo ).

Domanda: il periodo di prescrizione del credito vantato nei confronti del condomino decorre dalla data della delibera di approvazione dei lavori o dalla data di emissione delle fatture ( con i relativi SAL) ? Da tener presente che stiamo parlando di lavori straordinari deliberati ed iniziati prima della riforma.

Un grazie a chi fornirà un suo parere.

Dalla data di delibera dei lavori e dal relativo riparto.

La prescrizione è 5 anni.

Cambiate amministratore per gravi irregolarità.

La Cassazione è di diverso parere.

 

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2015-10-06/il-debito-morosi-si-prescrive-cinque-anni-103141.shtml?uuid=ACXLtuAB

 

La prescrizione decorre dalla data di delibera di approvazione del rendiconto e non dei lavori.

Do per scontato che quando si deliberano i lavori si delibera anche il piano di riparto, anche se in acconto.

Se fosse vero il contrario non sarebbe possibile procedere per chiedere d.i. basandosi su un piano di riparto in acconto...

Ed invece il d.i. è possibile chiederlo anche sugli acconti non pagati, non solo sui saldi.

Dallo stesso link tuo:

"Inoltre «la prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere» (articolo 2935 del Codice civile). Il giorno in cui il diritto può essere fatto valere coincide con la data di scadenza del termine di pagamento della rata risultante dal piano di ripartizione preventivo delle spese..."

×