Vai al contenuto
Andrea T

Poteri amministratore rispetto regolamento di condominio

Buongiorno,

volevo capire quali sono i poteri dell'amministratore di condominio in relazione al rispetto del regolamento....a parte il richiamo che altri poteri ha in caso di continue violazioni? Può agire in giudizio o diventa una questione tra condomini e basta?

Ad esempio il rispetto dell'orario di silenzio...se viene più volte violato e l'amministratore ha richiamato che altro può fare?

Dice l'art 1131 cc

 

- Nei limiti delle attribuzioni stabilite dall'articolo 1130 o dei maggiori poteri conferitigli dal regolamento di condominio o dall'assemblea, l'amministratore ha la rappresentanza dei partecipanti e può agire in giudizio sia contro i condomini sia contro i terzi.

 

l'art. 1130 cc dice;

 

- 1) eseguire le deliberazioni dell'assemblea, convocarla annualmente per l'approvazione del rendiconto condominiale di cui all'articolo 1130-bis e curare l'osservanza del regolamento di condominio;

Raffrontando i due articoli si direbbe che il diritto di agire contro i condomini irrispettosi del Regolamento esiste.

In nome e per conto del condominio però....quindi è sempre rischioso....che dici?

In nome e per conto del condominio però....quindi è sempre rischioso....che dici?
Sicuramente quel condomino non sarà favorevole alla prossima riconferma, e l'amministratore potrebbe inimicarsi altri condomini solidali con il condomino e se continua ad agire così in altre occasioni.

Quindi secondo te l'amministratore dovrebbe agire giudizialmente per il rispetto del regolamento di condominio a prescindere dall'assemblea? Sinceramente lo farei solo a seguito di una delibera assembleare che mi autorizza...altrimenti mando il condominio in giudizio con tutte le spese che comporta....

 

Più che altro è importante perchè se l'amministratore potesse farlo sarebbe anche responsabile del mancato rispetto e di non aver agito....con anche richiesta di danni....

Quindi secondo te l'amministratore dovrebbe agire giudizialmente per il rispetto del regolamento di condominio a prescindere dall'assemblea? Sinceramente lo farei solo a seguito di una delibera assembleare che mi autorizza...altrimenti mando il condominio in giudizio con tutte le spese che comporta....

 

Più che altro è importante perchè se l'amministratore potesse farlo sarebbe anche responsabile del mancato rispetto e di non aver agito....con anche richiesta di danni....

Non ho detto che l'amministratore ha l'obbligo di agire giudizialmente, anzi pensa che addirittura una eventuale sanzione se prevista del RdC deve essere deliberata dall'assemblea, ed a maggior ragione l'azione legale dovrebbe essere decisa dall'assemblea.

L'amministratore non è lo sceriffo, il poliziotto e ne il guardiano dello stabile.

Perfetto...siamo d'accordo allora...quindi il condomino che continua a tediarmi perchè quello di sopra ha sostituito il tubo dell'acqua e adesso dice che ci sono rumori deve attendere che sia l'assemblea a decidere...luii insiste passando la palla a me pretendendo che io obblighi quelli del piano di sopra a cambiare il tubo....io insisto dicendo che qualunque decisione nel merito delle aprti comunic spetta all'assemblea e che se si tratta di rumori può agire da solo...

Perfetto...siamo d'accordo allora...quindi il condomino che continua a tediarmi perchè quello di sopra ha sostituito il tubo dell'acqua e adesso dice che ci sono rumori deve attendere che sia l'assemblea a decidere...luii insiste passando la palla a me pretendendo che io obblighi quelli del piano di sopra a cambiare il tubo....io insisto dicendo che qualunque decisione nel merito delle aprti comunic spetta all'assemblea e che se si tratta di rumori può agire da solo...
L'amministratore non ha il potere di immischiarsi nelle questioni tra condomini, potrebbe, non obbligatoriamente, consigliare e/o mediare, ma non imporre.

Vaglielo a spiegare!!!! Lui sostiene che avendo questo condomino sostituito una parte comune (la colonna) senza autorizzazione dell'amministratore, allora IO (amministratore) DEVO costringere il condomino a rimettere tutto come era prima perchè trattasi si parte comune....peccato che sia all'interno della sua proprietà e dovrebbe spaccare muri di un appartamento appena ristrutturato....vuole citarmi in giudizio per non aver fatto nulla per il ripristino...

io ho richiesto la documentazione della ristrutturazione e ho a mani la dichiarazione di lavori a regola d'arte...

×