Vai al contenuto
Piero

Posta intasata

Nel mio condominio è arrivato da qualche tempo un ufficio con un nome di fantasia (tipo...pinco panco  srl..una società) al quale, in più, fanno capo, come domicilio fiscale, altre numerose ditte e società che ricevono lì la posta. Il titolare, anziché porre sul campanello e sulla sua cassetta della posta il nome della sua società e di quelle che hanno lì il domicilio fiscale, ha messo semplicemente il suo nome e cognome. Il risultato è che i postini, non trovando i nominativi giusti,  buttano la posta indirizzata a quella via e numero civico alla rinfusa e  spesso intasano  mia cassetta della posta (dove è esposto chiaramente il mio nome e cognome) in più  i corrieri o gente che consegna lì a vario titolo  suonano il mio campanello disturbandomi. Ho Invitato gentilmente l'ufficio a qualificarsi con precisione, con il nominativo della società, non che ad evidenziare anche quello dei loro clienti. La risposta è stata laconica e non è cambiato niente. Non penso di essere tenuto a fare servizio di portierato a quell'ufficio!? Giusto? 

Modificato da Piero

L’unica cosa che puoi fare e’ andare all’ufficio postale per parlare con il dirigente per segnalare che nella tua cassetta postale viene inserita posta non indirizzata a te in modo che prenda provvedimenti verso i postini .

Modificato da peppe64
  • Mi piace 1
Piero dice:

Nel mio condominio è arrivato da qualche tempo un ufficio con un nome di fantasia (tipo...pinco panco  srl..una società) al quale, in più, fanno capo, come domicilio fiscale, altre numerose ditte e società che ricevono lì la posta. Il titolare, anziché porre sul campanello e sulla sua cassetta della posta il nome della sua società e di quelle che hanno lì il domicilio fiscale, ha messo semplicemente il suo nome e cognome. Il risultato è che i postini, non trovando i nominativi giusti,  buttano la posta indirizzata a quella via e numero civico alla rinfusa e  spesso intasano  mia cassetta della posta (dove è esposto chiaramente il mio nome e cognome) in più  i corrieri o gente che consegna lì a vario titolo  suonano il mio campanello disturbandomi. Ho Invitato gentilmente l'ufficio a qualificarsi con precisione, con il nominativo della società, non che ad evidenziare anche quello dei loro clienti. La risposta è stata laconica e non è cambiato niente. Non penso di essere tenuto a fare servizio di portierato a quell'ufficio!? Giusto? 

noi abbiamo una cassetta postale con targhetta "non conosciuti" e in accordo col portalettere è la cassetta di chi non è identificabile con certezza.

fu istituita molti anni addietro e ad ogni nuovo arrivo, io informo della questione coloro che devono porre la targhetta e il nome sul citofono.

è senza chiave e ognuno può verificare cosa c'è.

quando controllo la mia cassetta guardo se per sbaglio è finito lì qualcosa di mio e ogni tanto prendo una penna, scrivo sull'involucro "sconosciuto al civico" (se non c'è corrispondenza col nome di qualche abitante) e reimbuco la missiva nella buca delle lettere postali (che è a fianco del portone ...).

 

ci si trovano raccomandate, atti giudiziari, avvisi di giacenza ... 

Modificato da paul_cayard
peppe64 dice:

L’unica cosa che puoi fare e’ andare all’ufficio postale per parlare con il dirigente per segnalare che nella tua cassetta postale viene inserita posta non indirizzata a te in modo che prenda provvedimenti verso i postini .

Ci sono altri servizi postali privati oltre le poste italiane. E i corrieri? Sono proprio loro che dovrebbero qualificarsi ma non lo fanno. E io devo subire.

 

 

Modificato da Piero

I corrieri purtroppo sono la parte peggiore in questi casi.

Ormai hanno preso l'abitudine di voler consegnare a tutti i costi e quando non trovano il destinatario in casa cominciano a bussare a casaccio finchè qualcuno non prende in custodia il pacchetto o gli sblocca il cancello di accesso permettendogli di lasciare la consegna incustodita nell'androne.

Pensavo che essendoci una firma di ricevimento da apporre le consegne selvagge fossero scongiurate ma è evidente che se ne fregano e me ne hanno dato ampia dimostrazione.

L'ultima volta ho intercettato nel palazzo un indiano che non conosceva neppure l'italiano se non le parolacce che mi ha rivolto quando ho chiesto cosa stesse facendo.

  • Mi piace 1
Piero dice:

E io devo subire.

 

Chi gli ordina di scendere? Qundo suonano chiedi per chi fosse il pacco, la raccomanda ecc e se non è per te non scendi.

pupitola dice:

I corrieri purtroppo sono la parte peggiore in questi casi.

Ormai hanno preso l'abitudine di voler consegnare a tutti i costi e quando non trovano il destinatario in casa cominciano a bussare a casaccio finchè qualcuno non prende in custodia il pacchetto o gli sblocca il cancello di accesso permettendogli di lasciare la consegna incustodita nell'androne.

Pensavo che essendoci una firma di ricevimento da apporre le consegne selvagge fossero scongiurate ma è evidente che se ne fregano e me ne hanno dato ampia dimostrazione.

L'ultima volta ho intercettato nel palazzo un indiano che non conosceva neppure l'italiano se non le parolacce che mi ha rivolto quando ho chiesto cosa stesse facendo.

Esperienza personale: le poste italiane sono irraggiungibili nella corsa al peggio. Avvisi giacenza mai  ribadisco mai preceduti da tentata consegna, abbandonati qua e là tranne che nel locale cassette, corrispondenza addirittura con ricevente in altra città e potrei continuare a lungo. A reclamo risposta pre compilata del tutto estranea al reclamo.

Pure i corrieri non scherzano ma mentre il portalettere cambia in settimana sì è l’altra pure sono più conoscitori e bene o male si aggiustano.

In un solo caso uno si permise lasciare il collo senza la mia firma. Scrissi una lettera di fuoco con minaccia di vie legali con risposta di ammissione e preghiera di fermarmi.

Il giorno dopo il fattorino mi suonò alla porta per scusarsi personalmente. Fui contento perché mi aveva creato problemi di coscienza l’eventualità di far perdere un posto di lavoro a un già sfruttato.

Chiaro poi che le realtà sono tante ma sinceramente non mi va che un’esperienza limitata la si spacci come sentenza urbi et orbi.

La mia esperienza con le consegne è pessima.

Recentemente aspettavo la nuova carta di identità che doveva arrivarmi con raccomandata "brevi manu".

Raccomandata mai ricevuta, avviso di giacenza mai lasciato, ho dovuto recuperare la busta al comune di residenza dopo la scadenza del periodo di giacenza.

Con i corrieri pur essendo presente in casa hanno lasciato l'avviso di consegna che mi ha obbligato a passare dalla loro sede (lontanissima dalla mia abitazione).

Quando non ero in casa hanno lasciato il pacco infilato alle assi metalliche del cancello condominiale esposto a qualsiasi passante e della firma se ne sono infischiati.

Ho chiamato per fare reclamo ma il servizio clienti è stato talmente irritante da convincermi che non ne vale più la pena, fingevano di non capire le mie lamentele visto che il pacco l'avevo ricevuto, in pratica gli stavo facendo perdere tempo e hanno messo maleducatamente giù ricordandomi che il reclamo lo deve fare chi invia e paga il servizio e non chi riceve.

Modificato da donsalieri

stacca il campanello cosi non rompono più (almeno di giorno).

nella tua cassetta se ti lasciano la roba tira la fuori e mettila fuori.

o almeno metti sulla tua cassetta la scritta solo per postino A NOME TUO .

personalmente se ti citofano digli che non sei la persona che cercano ,punto.

Ti consiglio di NON RITIRARE MAI (NEMMENO PER CORTESIA) LA POSTA DI QUALCUN'ALTRO, MAI.

  • Mi piace 1
Dino40 dice:

Chi gli ordina di scendere? Qundo suonano chiedi per chi fosse il pacco, la raccomanda ecc e se non è per te non scendi.

Certo che non scendo le scale e chiedo per chi è. Però mi suonano.

 

sylwia talluri dice:

stacca il campanello cosi non rompono più (almeno di giorno).

nella tua cassetta se ti lasciano la roba tira la fuori e mettila fuori.

o almeno metti sulla tua cassetta la scritta solo per postino A NOME TUO .

personalmente se ti citofano digli che non sei la persona che cercano ,punto.

Ti consiglio di NON RITIRARE MAI (NEMMENO PER CORTESIA) LA POSTA DI QUALCUN'ALTRO, MAI.

Infatti. Ma la mettono dentro la mia cassetta. A volte ricevo delle riviste che non ci stanno più visto l'intasamento.

Grazie a tutti. Vedo che le rsperienze con postalettere e corrieri sono unanimamente pessime. Resta il fatto che se gli interessati non mettono, in primis, il nome giusto sul campanello e cassetta, è già tutto perso in partenza!

Piero dice:

Resta il fatto che se gli interessati non mettono, in primis, il nome giusto sul campanello e cassetta,

... forse sono proprio interessati a restare anonimi ...

paul_cayard dice:

... forse sono proprio interessati a restare anonimi ...

Penso proprio che sia cosi. 😉 Ma io sono interessato a non fare il portiere e 

soprattutto mia moglie  che sta in casa pure e si secca della situazione.

Modificato da Piero
Piero dice:

Grazie a tutti. Vedo che le rsperienze con postalettere e corrieri sono unanimamente pessime. Resta il fatto che se gli interessati non mettono, in primis, il nome giusto sul campanello e cassetta, è già tutto perso in partenza!

Quando ti suonano, se non è per te non aprire.

Dopo un po' i postini, se fanno sempre la stessa zona, imparano a chi suonare e chi li farà solo perdere tempo.

Se ti mettono la posta nella buca, fai reclamo e intanto mettila sopra la buca (cosa che in genere il postino dovrebbe già fare da sé, quando non trova il nome del destinatario nella cassetta).

 

In quanto alle altre esperienze, confermo che anche a me sono arrivati avvisi di giacenza senza tentativo di consegna, con me che ero in casa.

Se non ricordo male, recentemente ci sono state delle denunce a riguardo, con servizio al tg.

Il postino se non trova il destinatario DEVE riportare la missiva all’ ufficio postale non certo lasciare la posta sopra le cassette 

×