Vai al contenuto
ea003199

Posizionamento bidoni condominiali in assenza di spazi idonei

Salve,

abito in un condominio del X Municipio di Roma, formato da 3 palazzine di 17 appartamenti ciascuna che affacciano direttamente sul marciapiede pubblico.

 

Non abbiamo cortile interno né spazi interni di alcun tipo, ad eccezione di un piccolo androne in ogni palazzo.

 

Al piano interrato abbiamo i locali garage ma vi si accede tramite una rampa ed un cancello automatico e non so se l'AMA potrebbe o vorrebbe entrarvi.

 

La scorsa settimana, il personale dell'AMA ha citofonato a qualcuno del palazzo e ha posizionato sei bidoni della differenziata direttamente nell'androne del ns palazzo.

 

Il risultato è che non si riesce più a passare agevolmente per uscire/entrare né ad accedere alla posta, visto che ci sono i bidoni davanti.

 

Peraltro, i due bidoni dell'umido, che si aggiungono agli altri sei e che sono più piccoli, sono stati messi dentro i due della carta, perché se fossero messi fuori chiuderebbero completamente il passaggio.

 

Leggo nei vari post che i bidoni non si possono mettere sul suolo pubblico.

 

Qual è la soluzione in questo caso e chi se ne deve occupare?

 

PS: vi allego una foto dell'androne con i 6 bidoni "sistemati" dall'AMA più i due dell'umido posizionati nello spazio restante.

 

Grazie in anticipo,

Emiliano.

IMG_20141108_230621.jpg

Al piano interrato abbiamo i locali garage ma vi si accede tramite una rampa ed un cancello automatico e non so se l'AMA potrebbe o vorrebbe entrarvi.

----------------------------------------------------------

 

se non puo entrare a prenderli, incaricate qualcuno che nei giorni indicati li porti fuori a livello strada.... lasciarli dove li ha posizionati l'ama è ......... sai quando saranno pieni che " olezzo " ??

Mario,

grazie per il suggerimento: ho cercato di informarmi ma, a quanto pare, nei locali garage i vigili del fuoco vogliono che stiano solo le macchine.

In ogni modo, la rampa di accesso è lunga e bella ripida: portare su gli 8 bidoni sarebbe una discreta sfacchinata...

 

L'amministratore ci ha detto che l'unica possibilità sarebbe, attraverso l'AMA e il Comune di Roma, l'allestimento di un'area pubblica, una sorta di micro-isola ecologica, a nostre spese.

 

Che ne pensi?

Se è l'unica strada percorribile, sottoporrei la cosa all'assemblea. Sicuramente, al fine di evitare "profumi" vari e la situazione che si vede in foto, i condòmini saranno ben disposti ad un piccolo sacrificio economico.. spero.

×