Vai al contenuto
gigetto

Pignoramento verso terzi condominio

Ciao a tutti un fornitore ha effettuato un pignoramento verso terzi del credito vantato da un impresa edile che deve ricevere dei soldi dal condominio che amministro.

Mi spiego meglio Tizio ha un debito nei confronti del condominio di € 30000 e Tizio ha effettuato regolarmente la ristrutturazione della facciata del condominio magicamente Tizio ha il Durc scaduto e ha un debito cospicuo con alcuni fornitori del cantiere che sentito puzza di bruciato hanno deciso di effettuare pignoramenti verso terzi nei confronti del condominio che deve pagare Tizio.

Adesso Caio e Pluto hanno emesso due pignoramenti verso terzi nei confronti dell'impresa sul debito che i condomini devono all'impresa...un condomino mi dice che lui non vuole pagare i debiti dell'impresa ma questi non sono debiti dell'impresa...poiche' a me sembra che i condomini siano obbligati a pagare lo stesso anzi se non lo fanno colui che ha emesso il pignoramento potra' effettuare un decreto ingiutivo nei confronti del condominio ...vi e' mai capito...??? secondo me devono pagare tutte le rate lo stesso estinguendo il debito che hanno nei confronti di Tizio a rischio di pagare i suoi debiti...

 

attendo un Vs. commento grazie mille.

 

gigetto

Abbiamo fatto ristrutturare i prospetti di un edificio....e vi sono ancora 10 rate da pagare....per un valore di circa 30000 €

l'impresa che ha ristrutturato l'edificio ha dei debito nei confronti di terzi ...forse sta fallendo anche perche' non si e' fatta piu' viva

e mi risulta che ha anche il Durc scaduto.

Due settimane fa mi e' arrivato da un fornitore che ha fornito del materiale per il condominio per la ristrutturazione dei prospetti un pignoramento verso Terzi ossia questo fornitore sa che il condominio deve 30000 € all'impresa e siccome non riesce a prendere i soldi

dall'impresa li ha chiesti al condominio poiche' e' debito di 30000 € nei confronti dell'impresa.

Secondo me i condomini devono pagare tutte le rate ....anche se queste andranno a terzi....secondo te ????

 

grazie

gigetto

Salve,

la domanda è semplice: cambia qualcosa se i condomini sanno che i soldi che devono pagare all'impresa poi vanno ad altri?

 

Il condominio ovviamente ha un contratto con un'impresa, il fatto che questa stia fallendo non lo esonera dal pagamento. Anzi nella procedura fallimentare, il curatore fallimentare redigerà un documento in cui indicherà tutto il patrimonio dell'impresa.

Patrimonio a cui attingeranno i creditori dell'impresa per l'estinzione dei crediti vantati. Tra i valori attivi del patrimonio dell'impresa che fallisce sicuramente ci sono i crediti che essa vanta verso altri.

Quindi i 30mila euro che l'impresa vanta sono sicuramente una parte attiva del patrimonio a cui i creditori possono attingere.

 

Perchè quindi i creditori agiscono tramite pignoramento? Perchè vogliono semplicemente evitare che il debitore "distragga" il patrimonio. Cioè vogliono evitare che il debitore una volta incassati i soldi ne faccia altro uso o li ceda ad altri per evitare appunto il pignoramento. Seguirebbero poi le classiche azioni revocatorie fallimentari. Per evitare tutto ciò quindi si agisce con il pignoramento e si blocca il trasferimento che non passerà quindi attraverso l'impresa ma sarà destinata ad un fondo creditizio che poi il giudice fallimentare deciderà come suddividere a seconda del credito che ciascun fornitore vanta nei confronti dell'impresa.

 

Nulla quindi cambia per il condominio che comunque è obbligato a pagare.

 

Cordiali saluti.

×